BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Su Orio il segretario Pd sbaglia tutto”

Dal quartiere di Campagnola una lettera che contesta l'analisi di Mirosa Servidati sullo sviluppo dell'aeroporto di Orio al Serio.

Più informazioni su

Egregio Direttore,
facciamo riferimentoalla lettera a firma del Segretario Provinciale PD di Bergamo, per evidenziare che lo stato confusionale in cui versa questo partito abbia ormai superato ogni limite.
Forse al Segretario di quello che una volta era un partito di massa è sfuggito che in questi anni i cittadini, i comitati e le Circoscrizioni  (anche quelle di sinistra) hanno unanimemente dimostrato che l’aeroporto di Orio al Serio ha di gran lunga superato ogni limite di compatibilità con il territorio circostante preesistente allo sviluppo aeroportuale.
Forse le è sfuggito le segnalazioni da più parte evidenziate che questo aeroporto opera in deroga a  vincoli di legge, alle prescrizioni Ministeriali del VIA e che per garantire il “quadro di sostenibilità ambientale” dalla stessa citato non può assolutamente consolidare o ulteriormente sviluppare il volume di traffico aereo attuale, mentre occorre considerare seriamente l’opportunità di una diversa dislocazione del traffico aereo sugli aeroporti lombardi, favorendo lo sviluppo di quelli a minimo impatto ambientale come Montichiari.
Affermare queste due cose in assoluto contrasto significa prendere in giro i cittadini che, come si è visto alle ultime elezioni, lo hanno ben capito e hanno girato le spalle al Sindaco Bruni proprio nei quartieri più penalizzati da questo sviluppo incontrollato favorito proprio dall’amministrazione di centrosinistra che ha governato la città (irrazionale approvazione della compatibilità urbanistica dell’aeroporto, distribuzione degli utili ai soci privati anziché in opere di mitigazione, urbanizzazione sfrenata in assenza dei Piani di Rischi ecc. ecc.)  tutte circostanze contrarie agli interessi della popolazione coinvolta.
E’ evidente che anche il collegamento ferroviario tra Orio e Bergamo, con costi ingenti, favorirebbe questo ulteriore sviluppo aeroportuale, drenando risorse ai collegamenti ferroviari con Milano delle migliaia d pendolari bergamaschi.
La precedete amministrazione non ha mai voluto neppure fornire i dati di dettaglio sul rumore (alla faccia della trasparenza).
Se il Segretario Provinciale dei DS avesse presenziato alle assemblee cittadine forse si sarebbe reso conto che gli elettori (soprattutto quelli di sinistra) sostengono (dati alla mano) l’esatto contrario di quello che Lei afferma: e cioè che l’aeroporto di Orio al Serio, per la sua collocazione, può avere solo una funzione di city airport, con limiti si sviluppo precisi che non sono certo quelli attuali. Se lo stesso aeroporto vuole  essere davvero compatibile con la salute e la sicurezza dei cittadini non si può fare riferimento ai soli  meri interessi economici  che paiono essere l’unica preoccupazione della sinistra bergamasca.
Cordialmente
Gianluigi Mologni
Alberto Cerati
Degna Milesi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sep (giuseppe)

    sig. Dg,
    vorrei precisare che 1) il rumore che fanno le moto che mi passano sotto casa anche di notte è considerevole, 2) se uno compra una casa vicino ad un aeroporto poi non può lamentarsi del fatto che atterrino gli aerei… 3) i prezzi delle case lì ne tengono comunque conto 5) sono inoltre d´accordo con tutte le misure conto l´impatto acustico…
    Se voi invece credete che la soluzione sia ridurre lo scalo e non fare il tram, be´ allora complimenti per la vostra sconcertante lungimiranza …

  2. Scritto da sep

    ho dimenticato il 4) ma fa´ negoth. :-)

  3. Scritto da dg

    Scusi Giuseppe, posso chiederle dove abita?
    Sicuramente non a Colognola.
    Se vedesse ogni giorno gli arei passare sopra il tetto di casa sua forse cambierebbe opinione.
    La invito a venire nella zona del quartiere sorvolato e forse si renderà conto del pericolo.
    Per il resto non è l’aeroporto che rende turistica Bergamo, ma la sua bellezza che stiamo rovinando…….

  4. Scritto da El Merendeiro (turismus)

    Dg, non sproloqui sul turismo a Bergamo. E’ un dato di fatto che Bergamo ha il turismo che ha grazie all’aeroporto, perchè la città alta esiste da sempre, ma chissà come mai è dal 2003 che si ha avuto un incremento esponenziale strettamente legato all’andamento pei pax trasportati su Orio.

  5. Scritto da buck

    allora Lei non ha ancora capito che Orio e’ stato fatto e sviluppato in disprezzo a tutte le regole di decenza e civile convivenza?

    le faccio un disegno se vuole…..

  6. Scritto da giuseppe

    l´unico disegno che lei si dovrebbe mettere bene in testa è quello delle destinazioni internazionali di Ryanair, che ha aperto Bergamo all´Europa e ne ha fatto una meta turistica!
    http://www.ryanair.com/site/DE/dests.php

    (ripeto e sottolineo il mio disprezzo per gli autori di questa lettera assurda, vergogna!!!)

  7. Scritto da El merendeiro avionico

    Sempre più spesso si parla senza cognizione di causa. Ci si lamenta dell’aeroporto, e non di quei semi abusi edilizi costruitigli vicino e sorti dopo.

    Intanto Percassi costruisce il polo del lusso ( o espansione Oriocenter?), un mostro energetico come il c.c. vicino da far impallidire la Malpensa.

    E poi, viviamo in una provincia densa di capannoni, industrie chimiche, discariche abusive, camion ovunque e ci lamentiamo dell’aeroporto, che è poi trasporto pubblico!

  8. Scritto da giuseppe

    Sig. buck,
    In attesa della prima catastrofe aerea nei “sobborghi” di Bergamo, le consiglio di contare i morti per incidenti di auto, moto e bicicleta frutto di una dissennata politica di svuotamento del trasporto pubblico. A cominciare da quello ferroviario contro cui è rivolta anche questa lettera…
    Per quanto riguarda Messina, si colleghi a qualche blog siculo e provi a spiegare a loro che la colpa è delle infrastrutture come aeroporti e ferrovie. Per me le danno anche ragione …

  9. Scritto da El Merendeiro (Avion)

    Ma si rende di cosa dice Buck? La colpa se dovesse cadere un aereo (1000 scongiuri!) non è del comune che fa costruire sopra le rotte, ma dell’aeroporto?

    Perchè dico io, non parliamo anche delle scie chimiche…così abbiamo tirato fuori tutte le cassate del mondo aeronautico!!!
    Ma pensa te: mi parla del cherosene degli aerei, e non pensa a quello utilizzato ogni giorno da auto, motorini, camion ecc…

  10. Scritto da El merendeiro volante

    x paci paciana no grazie: l’aeroporto di Orio è il perno oramai di molti settori economici della provincia. Vada lei dai dipendenti a digli di emigrare a Brescia o Milano (sempre che non vengano licenziati e basta), vada da tutti quelli che lavorano nei settori direttamente interessati (turismo/ristorazione/commerciale ecc..) a dire che non vuole l’aeroporto e che dovranno cercarsi un altro lavoro (perchè senza Orio Bergamo conta un c..o!!!!!!!!)…poi iniziamo a discutere…

  11. Scritto da giuseppe

    Abbiamo un aeroporto importante ma la mentalità dei certi nostri concittadini resta incredibilmente arretrata. Questa lettera ne è la dimostrazione più evidente. Ma come si fa ad essere contrari al collegamento metropolitano stazione aeroporto??? è semplicemente incredibile. Se non volete lo sviluppo di Bergamo andate a vivere a Valbondione e chiudetevi in casa a mangiar polenta. Vergogna!!!

  12. Scritto da giuseppe

    Sig. Buck,
    ma che cosa c´entra lo sviluppo di stazioni e aeroporti con l´abusivismo e lo scempio del territorio?
    Sono proprio gli abitanti di palazzine semi-abusive che sporcano e inquinano con le loro auto e motorette che poi si lamentano pure dei treni degli areoporti.
    Sviluppo sostenibile significa innanzitutto sostegno alle grandi infrastrutture e tanto, tantissimo verde. Così è in tutta Europa! Ma evidentemente certi Bergamaschi preferiscono assomigliare a Messina, appunto…

  13. Scritto da acido

    … compagni che si saccagnano
    :-))))

  14. Scritto da X il 19

    L’unica cosa che ha fatto Amorino è stao bloccare la città di Bergamo un mercoledi lavorativo per diminuire lo smog.Eh,eh,eh.

  15. Scritto da gd

    Probabilmente chi parla di sviluppo, di realtà industriale, di posti di lavoro, non capisce i problemi di chi vive nei pressi dell’aeroporto.Noi residenti “sotto gli aerei” chiediamo che siano rispettate le leggi: sull’inquinamento acustico e atmosferico, sulla sicurezza e sulla compatibilità ambientale. E purtroppo ciò non avviene.E’ facile parlare per chi vive fuori dalle nostre zone! Non sosteniamo l’interesse di pochi (leggi azionisti SABCO) a scapito della vita di molti.
    Messina insegna.

  16. Scritto da CheFare

    x gd (24) – posso capirti ma a questo punto che si può fare ? Nel rispondere tieni conto di tutto , occupazione, ruolo di orio nell’economia della città e bergamasca , ecc.

  17. Scritto da paci paciana-no-grazie

    PAROLE SANTE !!! e ci piacerebbe sapere se e cosa hanno il coraggio di rispondere !!!
    complimenti vivissimi ai firmatari di questo scritto.

  18. Scritto da Airport 70

    Non sono un esperto ma :
    – che Orio sia in posizione infelice e crei problemi è un dato di fatto
    – che Orio abbia raggiunto il suo limite e anche più , è probabile
    – che se ne possa fare a meno credo sia molto improbabile

  19. Scritto da pd

    ma i firmatari della lettera di che partito sono ?!!!!.
    tanto per capirci; l’unica cosa che a bergamo funziona è l’aereoporto, e questi forse vorrebbero farlo chiudere; malpensa docet; chi ci lavora da chi verrà assunto.
    ma si chiudiamo l’aereoporto chi se frega.

  20. Scritto da paci paciana-no-grazie

    x pd: si hai ragione , dicevano cosi anche delle fabbriche di ETERNIT….
    PD = Poco da Dire

  21. Scritto da Abitante di campagnola

    Il limite di Orio al Serio è di 8 milioni di passeggeri all’anno, limite non ancora raggiunto. Quando questo avverrà, entreranno per forza di cose in gioco gli scali bresciano e veronese. Mologni, perché resta a Campagnola se è evidente che non le piace nulla di quello che viene fatto lì attorno?

  22. Scritto da formica

    evviva! Nell’opera moralizzatrice e restauratrice portata avanti dalla Lega ecco un nuovo cavallo di battaglia: l’Aeroporto con i suoi fumi e i suoi arrosti!!!! Peccato che nella foga, alla fine si confondano tra PD e DS, Piuttosto, seriamente, penso che si debba stabilre il punto massimo di traffico per l’aeroporto. E’ vero che la gente dei quartieri non ne può più dei rumori e dell’aeroporto, va anche detto che di notte l’attività chiude. Ma chi li ha lasciati insediare in quelle case?

  23. Scritto da formica

    hai, hai, ho sbagliato anche io! chi ha scritto non é della lega ma sono Kompagni duri e puri. Comunque, tranne il tono che non condivido, vanno definite le strategie complessive sull’aeroporto che va assolutamente sostenuto.

  24. Scritto da PD

    caro paci paciana-no-grazie, le faccio notare che io non insultato nessuno, tantomeno Ella; quindi il PD = Poco da dire è del tutto fuori luogo.

  25. Scritto da paci paciana-no-grazie

    FORMICA : Ma chi li ha lasciati insediare in quelle case? ma parlai di Colognola, di Azzano/stezzano/treviolo/lallio/ecc ecc ? l’aereoporto è stato costruito dopo la seconda guerra mondiale.
    Colognola è un borgo che ha almeno un paio di centinaia d’anni.
    Formica torna sotto terra.

  26. Scritto da paci paciana-no-grazie

    PD : ha ragione , ma la mia era una battuta sul partito non sulla sua persona. Però concordera con me che il suo ragionamento era proprio una provocazione senza base regionata e contestualizzata.
    L’aereoporto è un’attività industriale e come tutte va regolamentata, controllata nel rispetto delle leggi e della popolazione interessata dalla sua attivita. Se una delle chimiche che ci sono sul Serio riversasse scorie senza ne controllo e ne limite le andrebbe bene lo stesso solo perchè da lavoro ?

  27. Scritto da risultati elettorali

    Mologni chi rappresenta? Si è presentato alle elezioni comunali di Bergamo ed ha ottenuto due dico due voti di preferenza !!!!!!

  28. Scritto da zh

    PER IL 12.
    E chi secondo lei è vicino ai problemi della gente, del consiglio comunale di Bergamo, restando nel discorso dell’aeroporto.
    L’attuale maggioranza ?(su Orio non mi sembra che lo vogliano chiudere) mi sembra che sia su posizioni simili alla maggioranza precedente.
    Poi come ricorda qualcuno, può anche non piacere, ma ormai Orio è una delle maggiori realtà industriali bergamasche, Va regolamentata meglio? può essere, ma da qui a chiuderla ce ne passa.

  29. Scritto da paci paciana-no-grazie

    x ZH
    la nuova amministrazione ha comunque provato a fare qualcosa, cambiare la rotta, giusto o sbagliato è un tentativo. Pirovano cominica a parlare di redistribuzione del traffico, è qualcosa, sempre di piu del nulla assoluto da chi si professa dalla parte del cittadino.
    praticamente nessuno dice o pensa seriamente che l’aereoporto vada chiuso, solo regolamentato in maniera seria .

  30. Scritto da PD

    PD non è Partito Democratico, bensì le iniziali del mio nome. Il ragionamento non è quello di chiudere Orio, ma di tener conto dello stesso e di farne un valore per la città, con il tram da e verso, anche dal punto di vista dei posti di lavoro. Poi su chi vota chi questo è difficile da dichiarare e siamo in democrazia, quindi il rispetto, a mio avviso ci deve essere da una parte e dall’altra se vogliamo essere una democrazia matura. L’importante è che viene votato faccia l’interessa della polis

  31. Scritto da formica

    Ritorno da sotto terra e vedo l’elegante commento di Paci paciana, bravo così si fà, si manda a quel paese chi non la pensa allo stesso modo, qualche anno fa non si mandava solo sotto terra ma anche in cielo attraverso un camino.

  32. Scritto da paci paciana-no-grazie

    FORMICA:
    non è questione di idee ma di parole , che sono buttate li non tanto senza sapere ma senza nemmeno pensare, perchè cara formica se pensi prima di parlare certe castronerie non le dici.
    meglio tacere allora, non credi ?
    e poi non rievocare tempi passati a cui solo i Kompagni ormai sono rimasti anacronisticamente legati

  33. Scritto da x il 15

    pensi veramente che la modifica delle rotte sia merito (o colpa) solo dell’attuale amministrazione?? Amorino e Bandera erano allo stesso tavolo (uno votava x BG e l’altro x Seriate) negli scorsi anni, quando si è deciso!! Perciò diciamo almeno fifty-fifty!!!
    E di ridistribuzione del traffico se ne parla da anni, stiamo a vedere nei fatti se converrà davvero cambiare qualcosa!!(considerando TUTTI i pro e TUTTI i contro)

  34. Scritto da formica

    a paci paciana, é bello leggere le tue dotte parole, grazie mi illumini d’immenso. Poi sulle anacronistiche parole si é vero sono rimasto a quei tempi, anzi ci penso perché con gente che la pensa come te é facile tornarci. Non per discolpa ma per chiarezza: non sono mai stato comunista e anzi sono abbastanza lontano dalle loro idee ma rispetto chi non la pensa come me.

  35. Scritto da Marino Bonanomi

    Condivo ,e sottoscrivo ,al 100% La lettera di,Cerati,Mologni e Milesi.
    La signora Servidati non sembra molto informata sui disagi,x inquinamento acustico e dell’aria, che Orio provoca a 40/ 50.000 cittadini che vivono ad ovest della citta’nel cono di decollo.Per non menzionare il rischio che ogni aeromobile porta con se’,ad ogni decollo,in caso di disastro aviatorio,Vedi Madrid.Sono di sx,con questo non posso essre libero di criticare?Anzi ,voi del PD.tenete conto di cio’che pensano gli elettori