BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Siamo tra i pochi che investono oggi”

Tenaris auspica che il confronto con le parti sindacali prosegua nel modo costruttivo con cui, come da tradizione, è stato avviato.

TenarisDalmine ha incontrato giovedì 8 ottobre le rappresentanze sindacali per approfondire nel dettaglio il piano industriale che prevede 114 milioni di euro di investimenti stanziati per il biennio 2010-2011.
All’ordine del giorno della riunione in particolare gli oltre 97 milioni di euro destinati ai siti produttivi di Dalmine e Sabbio. Inoltre sono stati affrontati i temi relativi alla futura organizzazione del lavoro proposta per l’acciaieria, la Fabbrica Tubi di Medio diametro (FTM), le Finiture, la Manutenzione e le Fabbriche Bombole e Bomboloni.
In un comunicato l’azienda spiega che TenarisDalmine è tra le poche aziende che, in questo momento, sta pianificando significativi investimenti per migliorare i propri impianti: l’entità di questi interventi è un chiaro segnale dell’impegno dell’azienda nel mantenere e rendere TenarisDalmine più forte e competitiva in Italia.
"La riorganizzazione del personale – che avverrà in tempi lunghi e con modalità condivise con le rappresentanze Sindacali – è una conseguenza di queste scelte strategiche, che sono ineludibili e motivate dall’andamento attuale e tendenziale dei mercati internazionali.  Lo scenario mondiale è infatti radicalmente mutato nell’ultimo anno a causa principalmente dell’aumento di capacità produttiva a livello mondiale, con il conseguente incremento della concorrenza internazionale, del ridimensionamento strutturale dell’attività in alcuni settori industriali destinatari dei tubi senza saldatura e del progressivo e irreversibile calo di economicità di alcune tipologie di produzioni. Tale situazione impone scelte rapide, finalizzate ad un cambiamento profondo dell’assetto industriale di TenarisDalmine. La concentrazione sui prodotti maggiormente differenziati è l’unica strada da percorrere per dare continuità alle produzioni in Italia. La strategia di Tenaris prevede infatti di specializzare ogni impianto sui prodotti e sulle lavorazioni più sostenibili in ciascun paese, senza abbandonare alcun business. L’Azienda auspica che il confronto con le parti sindacali prosegua nel modo costruttivo con cui, come da tradizione, è stato avviato, con piena consapevolezza della situazione e nella ricerca delle soluzioni più idonee per minimizzare l’impatto della riorganizzazione sui lavoratori".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.