BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Shopping dopo il colpo, presi i due rapinatori di Urgnano video

I carabinieri di Bergamo hanno arrestato nella tarda serata di gioved?? 8 ottobre i due rapinatori che in mattinata avevano assaltato la filiale della Bcc Orobica di Urgnano. Uno era arrivato dalla Spagna e dopo la rapina si era recato in via Venti a comprare un giubbotto.

Più informazioni su

I carabinieri di Bergamo hanno arrestato nella tarda serata di giovedì 8 ottobre, i due rapinatori che in mattinata avevano assaltato la filiale della Bcc Orobica di Urgnano.
I due, armati di coltello, avevano minacciato impiegati e clienti, riuscendo a scappare a bordo di un’auto con un bottino di circa 23mila euro. I militari, al termine di un’indagine partita immediatamente dopo la rapina, sono riusciti a localizzare uno dei presunti responsabili in un hotel di Bergamo, dove aveva trovato alloggio insieme al complice.
Si tratta di un latitante milanese di 33 anni, S.L., domiciliato in Spagna, a Valencia, senza fissa dimora in Italia. Era arrivato a Orio mercoledì e sarebbe dovuto ripartire questa mattina, venerdì. Un vero pendolare del crimine. L’uomo un già ricercato perchè sospettato di aver commesso altre cinque rapine aggravate, un sequestro di persona e un’evasione. Addosso, il pregiudicato – che aveva affittato una camera sotto falso nome – aveva 8.940 euro in contanti. Tra le banconote di diverso taglio, che i militari gli hanno trovato addosso, l’uomo ne aveva dieci civetta da 50 euro, che la banca rapinata aveva segnalato poche ore prima agli inquirenti.
Dopo il colpo, con la massima tranquillità, il rapinatore era andato a far shopping in via venti Settembre, dove aveva acquistato un giubbotto di marca, pagandolo 530 euro. Ma i carabinieri, partendo dalla segnalazione dell’auto usata per la rapina, noleggiata il giorno prima, lo hanno sorpreso in hotel.
Le indagini sono proseguite fino all’identificazione del complice, che nel frattempo aveva lasciato l’albergo, con destinazione la provincia di Torino. I carabinieri di Bergamo hanno rintracciato la sua abitazione a Venaria (Torino), dove in serata i militari della stazione competente lo hanno arrestato. Si tratta di un altro pregiudicato di 29 anni, N.G., originario di Bari, attualmente in regime di sorveglianza speciale. I carabinieri gli hanno sequestrato altri 8.600 euro, che probabilmente facevano parte del bottino della rapina. I due dovranno rispondere anche di sequestro di persona, visto che per coprirsi la fuga dalla banca, nel timore di imbattersi nei carabinieri, il pugliese aveva trascinato con sé una cassiera.
 

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.