BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I giovani imprenditori in visita al nuovo ospedale

Nel timore che, senza un adeguato retroterra infrastrutturale rimanga sottoutilizzato, il Gruppo Giovani suggerisce alcune opere pubbliche come la linea tramviaria T3.

Più informazioni su

Il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo ha visitato il cantiere del Nuovo Ospedale di Bergamo.
L’appuntamento, che si è potuto concretizzare grazie all’impegno della Commissione Infrastrutture e la disponibilità dell’architetto Ferdinando Traversi, ha riscosso una notevole partecipazione.
L’idea portante del progetto, che è stato illustrato nei particolari, è quella di svincolare l’ospedale dalla percezione comune del luogo della sofferenza: il progetto prevede infatti delle soluzioni urbanistiche e tecnologiche che serviranno a fare del nuovo ospedale non solo un polo clinico di altissima specializzazione e di rilievo internazionale, ma anche un luogo per la città, dotato di ampi spazi comuni, toni architettonici distesi e gradevoli, il tutto in un contesto botanico di grande pregio, che è utile anche nell’economia di un più breve recupero del paziente.
Dopo l’illustrazione del progetto, il gruppo è passato alla visita del cantiere: nello specifico durante la visita sono stati toccati l’ingresso, l’auditorium, i grandi spazi comuni, la piastra di diagnosi e cura, le torri di degenza. Nel complesso si sono potute esaminare le diverse fasi di realizzazione, con le problematiche e le sfide ad esse connesse.
La visita ha portato in evidenza alcune delle tematiche che stanno più a cuore alla Commissione Infrastrutture del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo: prima tra tutte la necessità che l’ospedale non rimanga, senza un adeguato retroterra infrastrutturale, sottoutilizzato gravando, quindi, sull’intera comunità. A tale scopo il Gruppo Giovani Imprenditori ritiene quanto mai necessario realizzare delle opere pubbliche, peraltro già previste nell’ambito del progetto del nuovo ospedale, quali: linea tramviaria T3, fermata FFSS in corrispondenza della struttura sanitaria, riqualificazione delle vie Trucca e Briantea.
Tutto ciò, per far sì che questa nuova struttura possa essere efficiente e attrarre ulteriori investimenti sul nostro territorio ed essere un volano di sviluppo per l’intero sistema economico provinciale, oltre che una vetrina di eccellenza dell’operosità e dell’ingegno bergamasco.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.