BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bresciani: “Inaccettabile il volantino Fiom”

Il segretario Cgil stigmatizza il foglio dei metalmeccanici, ma nel merito dello sciopero ricorda a Cisl e Uil che occorre subito rilanciare i tema di democrazia e autonomia.

Più informazioni su

Giovedì 8 ottobre i segretari di Cisl e Uil Bergamo, Ferdinando Piccinini e Marco Cicerone hanno rivolto un appello al collega della Cgil, Luigi Bresciani perché intervenisse a stigmatizzare il volantino della Fiom di Bergamo sullo sciopero di venerdì 9 che, sotto le fotografie dei leader di Confindustria e delle Organizzazioni sindacali, scriveva "Fermiamoli".
Il segretario della Cgil Bresciani così risponde: "In merito alla Vostra lettera del 8 ottobre sul volantino Fiom voglio fare alcune brevi considerazioni: il volantino della Fiom di Bergamo con le fotografie di dirigenti sindacali, di Confindustria e del Governo accanto al titolo ‘Fermiamoli’ è sbagliato, inaccettabile, da stigmatizzare. Sono modalità di polemica politica e sindacale che non fanno parte del bagaglio culturale e della storia né della Fiom, né della Cgil. Data la franchezza dei rapporti fra di noi tengo a sottolineare che la Cgil condivide sino in fondo le ragioni dello sciopero della Fiom. Senza, in questa sede, entrare nel merito del rinnovo contrattuale dei metalmeccanici che peraltro aveva visto la Fiom mettere sul tavolo delle proposte ragionevoli quali una soluzione transitoria per la parte economica, l’estensione degli ammortizzatori sociali e il blocco dei licenziamenti, il problema che dobbiamo affrontare al più presto riguarda il tema della democrazia sui posti di lavoro. Quando non siamo d’accordo che succede? Se non vogliamo creare e alimentare un clima di esasperazione occorre che ci diamo delle regole e la regola fondamentale è che alla fine siano i lavoratori a decidere. Occorre al più presto rilanciare il tema della democrazia, dell’autonomia e della rappresentanza. Infine, dato il riferimento nella Vostra lettera agli anni di piombo, non è certamente necessario ricordare a Voi il ruolo che la Cgil ha svolto contro la strategia della tensione, contro il terrorismo e tutto quello che dietro si celava. La Cgil è sempre in prima fila a difendere la democrazia e con essa il valore della vita delle persone, il rifiuto della violenza, il metodo del confronto e del dialogo. Confronto e dialogo che non si deve mai interrompere nonostante si sia di fronte ad una crisi che sta mettendo in discussione la tenuta sociale di questo Paese. Il lavoro, prezioso, che stiamo facendo insieme in questa provincia non deve disperdersi e su questo è mia intenzione proseguire senza alcun tentennamento”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bella Ciao

    La INNSE insegna!! solo con la DETERMINAZIONE e la LOTTA DURA SENZA PAURA si ottengono risultati!! AVANTI FIOM

  2. Scritto da il giusto

    uno che viene da 14-15-16 paga all’anno da bancario. POTERE AGLI OPERAI

  3. Scritto da AL

    Una casta con tanti soldi “spillati” alla povera gente, ma ancora tanti ci credono.

  4. Scritto da mau nè servi nè padroni

    nella società delle apparenze è + importante la forma di un volantino che il problema sotteso da esso.

  5. Scritto da mario59

    La povera gente sono coloro che perdono il posto di lavoro e continuano a votare per un governo che legifera a favore dei più ricchi..la FIOM è una delle poche categorie della CGIL che mantiene alta la lotta operaia..Se io fossi un imprenditore, non vorrei avere la FIOM tra i piedi al tavolo delle trattative, meglio CISL e UIL con loro si ragiona..nel senso che alla fine accettano quello che sta bene a me, ovviamente a scapito dei lavoratori che mal rappresentano.
    Parlo d’esperienza.. purtroppo!

  6. Scritto da Bella Ciao

    Un sindacato di 5 milioni 700mila iscritti, non puo’ essere ostaggio di 4 servi del potere (Cisl e Uil) che firmano accordi sottobanco con governo e industriali!! ..visto che si ritengono tanto nel “giusto” e tanto “stimati” XCHE’ TEMONO UN REFERENDUM TRA I LAVORATORI??? HANNO PAURA CHE GLI OPERAI NON VOTINO I LORO “INCIUCI” CON CONFINDUSTRIA??? Avanti Fiom!! Avanti Cgil

  7. Scritto da mario59

    D’accordo con bella ciao al 100%.. bravo hai fatto centro…la FIOM e tutta la CGIL, non si faccia intimidire dai falsi profeti..i lavoratori sanno chi veramente è dalla loro parte.

  8. Scritto da Bella Ciao

    ..e complimenti a TUTTI NOI x la buona riuscita delle manifestazioni!! SEMPRE AVANTI FIOM

  9. Scritto da Pino S.

    Grande FIOM!!

  10. Scritto da lauro

    Chi ti ha mai eletto??????
    Una casta tiene in ostaggio il sindacato!

  11. Scritto da luca red

    concordo lauro. Povera CGIL di Bergamo