BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Servidati: “Su Orio Pirovano ?? ondivago”

La segretaria provinciale del Partito democratico "preoccupata per le scelte del presidente della Provincia sull'aeroporto. Vogliamo un Consiglio ad hoc".

Più informazioni su

Buongiorno direttore
Vorrei dedicare alcune brevi riflessioni al tema del nostro aeroporto di Orio al Serio e del suo futuro.
I gruppi consiliari del Partito democratico del Comune di Bergamo e della Provincia, con le altre minoranze, hanno richiesto una seduta consiliare affinché si discuta sia della crisi economica sia degli orientamenti sulle prospettive strategiche di Sacbo e sul rinnovo del Patto di Sindacato.
Ci preoccupano le affermazioni ondivaghe (clamoroso è il repentino cambio di opinioni sulla disponibilità ad acquisire il pacchetto azionario parzialmente liberato da SEA) e un po’ raffazzonate del presidente della Provincia sul futuro del nostro aeroporto: da una parte dichiara che il potenziale di crescita di Orio è quasi esaurito, e valorizza il ruolo di Montichiari, il nuovo aeroporto bresciano che oggettivamente in questo contesto è nostro concorrente; dall’altra prosegue nell’indebolire il patto tra i Soci bergamaschi, perché tale è il significato di tutto questo inutile chiacchierare sulla “vetustà” del Patto sindacale, se non si traduce in una proposta condivisa e preparata di evoluzione positiva del quadro societario della Sacbo.
La preoccupazione della Provincia deve essere il consolidamento del ruolo dello scalo di Bergamo – in un quadro di sostenibilità ambientale – e il ridisegno strategico che riguarda tutto il sistema aeroportuale lombardo.
E’ necessario non lasciare passare tempo invano e rafforzare l’impegno a favore del collegamento ferroviario – intervento questo necessario allo stesso tempo per migliorare la mobilità e per consolidare la centralità di Orio – ampliando e non mortificando il lavoro di rete e di relazioni necessarie, a partire da quelle con la Regione per continuare a quelle decisive con le Ferrovie.
A questo proposito, all’on. Pirovano non viene in mente che tali rapporti non si implementano prospettando soluzioni unilaterali, mettendo ad esempio in discussione gli impegni solennemente sanciti con le Ferrovie dello Stato per la sede della Provincia su aree che si è chiesto a RFI di smobilitare e che si sono poi acquistate?
Mi paiono più meditate le dichiarazioni del coordinatore provinciale del PdL Carlo Saffioti. A partire dall’assunzione che l’aeroporto di Orio è al centro dell’economia bergamasca, si tratta di opinioni che possiamo ritenere un’utile base di confronto, oltre che il primo timido segnale di distinzione dal monocolore leghista che sembra essere il governo della nostra provincia.
Mirosa Servidati
Segretario Provinciale PD

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da a proposito di Montichiari...

    Scusate come si chiama il superconsulente
    che ora lavora per Montichiari
    e prima se non sbaglio lavorava a Orio?

  2. Scritto da xsx

    BEATA INGENUITA’……….

  3. Scritto da G.F.

    Intende dire che i massimi personaggi di regione e provincia ci stanno prendendo per il cxxo ? Con i soldi pubblici sarebbe seccante. Non che abbia preclusioni (non mi riferisco al cxxo), ma mi piacerebbe sapere come e perchè li usano.

  4. Scritto da xsx

    sicuro caro GF?
    Non si puo’ tornare indietro?
    lo vedremo….

  5. Scritto da xsx

    D’Annunzio ai bresciani
    Bozza d’intesa a Verona
    Consegnato in Broletto al vice presidente della Catullo il protocollo di Provincia e CdC per acquisire la maggioranza
    – in città – D’Annunzio a maggioranza bresciana. Con una concessione autonoma e un futuro da costruire in sinergia con il “vicino” Catullo attraverso una holding creata ad hoc. E magari anche con l’altro “vicino”, Orio al Serio, che all’ipotesi strizza l’occhio. Questi i punti salienti della bozza di protocollo d’intesa.

  6. Scritto da Marino Bonanomi

    Cara signora Servidati.Quando parla di Orio,(migliorare e consolidare la sua centralita’ NEL SISTEMA AEROPORTUALE lOMBARDO) e (l’aeroporto e’ al centro dell’economia Bergamasca) Le ricordo quanto segue.Io l’ho votata xche idifendesse la salute dei cittadini ,ancora prima del posto di lavora.E se,se lo fosse dimenticato Orio sta portando + malessere che benessere,alla citta’. Come responsabile del PD Bergamasco prima di decidere su Orio ,senta il comitato.Io non l’ho mai vista alle riunioni.

  7. Scritto da STAKANOV

    Anche i dipendenti dell’aeroporto si sono mossi e oggi in una riunione sindacale sono emersi i veri problemi.La societa’ di gestione ormai ha ridotto all’osso l’organico(ottimizzazione!!!!!) per fare piu’ utili possibili a scapito anche della clientela.la politica non prende nessuna decisione.L’aeroporto ormai dal punto di vista logistico sta collassando e quindi si cerchera’ di investire in Montichiari per scaricare il surplus di traffico.La salute????? prima il business……..di pochi pero’!!

  8. Scritto da ex elettore

    Il piccolo Barbarossa vuole abbandonare Orio per andare a Montichiari….. ha proprio il senso degli affari, Montichiari perde 15000 euro al giorno