BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pirovano: andr?? in Campania a salvare il salvabile

Il presidente della Provincia annuncia una missione nella regione del Sud per capire come non disperdere tutti i soldi finora spesi dalla societ?? Vocem. Pronto il ricorso al Tar.

Più informazioni su

“Mi toccherà andare in Campania di persona, a cercare di salvare il salvabile”: interpellato dal consigliere dell’Italia dei Valori Gabriele Cimadoro, il presidente della Provincia Ettore Pirovano è tornato sulla vicenda di Vocem, la società controllata da Via Tasso tramite Abm, che si è vista bocciare il progetto di centrale a biomasse a San Salvatore Telesino (Benevento). Il rischio, ormai noto, è la perdita dei finanziamenti ottenuti per quel progetto e in generale dei soldi già spesi per tutta l’operazione: quasi 5 milioni di euro, dei quali 2,4 rientrano in un finanziamento di 4 milioni ottenuto dallo Stato tramite istituti di credito.
"Il bello è che ora le banche ci chiedono anche di rientrare, ovvero di restituire parte dei soldi – ha dichiarato Pirovano -. Ma Vocem, per ora, ritiene di poter sostenere che sono stati spesi correttamente. Stiamo anche presentando il ricorso contro la bocciatura del progetto di centrale a biomasse, il tutto per evitare danni erariali alla Provincia. Dobbiamo riuscire a salvare il più possibile. Anche per questo andrò in Campania per capire se in quella Regione e nella Provincia di Benevento sono state chiuse tutte le porte rispetto al progetto o no, o se lo vogliano mettere in atto loro in forme diverse. Non credo che abbiano molta voglia di dialogare con noi, anche perché l’anno prossimo avranno anche loro le elezioni regionali. Ma devo provarci”.
Detto questo, il presidente Pirovano non fa certo i salti di gioia rispetto al progetto di centrale a biomasse: “Resto dell’idea che Vocem vada chiusa, e che imprese del genere non debbano spettare a società appartenenti ad un ente pubblico. Ma voglio assolutamente evitare danni per l’Amministrazione provinciale”.
In Consiglio provinciale è anche passata a maggioranza, con il voto contrario di Paolo D’Amico (Rifondazione comunista) e l’astensione del Pd e dell’Italia dei Valori, la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi, presentata dall’assessore al Bilancio Mario Gandolfi. Nel complesso c’è stato un clima improntato al dialogo, anche con un confronto pacato tra il consigliere Filippo Simonetti (Pd) e Giuseppe Ferri (Lega Nord). Ma non manca la preoccupazione, dato che “potrebbero esserci minori entrate, alla fine dell’anno, per 4,4 milioni di euro”, ha sostenuto l’assessore. Eletti anche i rappresentanti bergamaschi che siederanno nell’Unione delle Province lombarde: Alberto Piccioli Cappelli, Matteo Malighetti (Lega), Alessandro Sorte (Pdl), Franco Cornolti (Pd) e Mauro Marinoni (Lista Bettoni).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da boss

    Speriamo anche che ci rimanga…in Campania.

  2. Scritto da Suonala ancora, Piro

    ma và lui di persona o manda qualcun’ altro con il suo tesserino da parlamentare?

  3. Scritto da ex lettore dell'ex elettore

    Pirovano: andrò in Campania a salvare il salvabile.
    E fu così che Pirovano (detto il pianista) non si salvò.

  4. Scritto da ureidacan

    La solita demagogia.La società Vocem nel 2006 ha avuto l’incarico di costruire una centrale biomasse. Ci fu una delibera della Provincia e l’ex Presidente Nardone cercò di convincere le popolazioni locali. Alla fine i comuni, primo tra tutti, quello di S. Salvatore Telesino, dopo manifestazioni di popolo, ha ottenuto che la centrale non venisse costruita. A questo punto è solo una questione di carte bollate per decidere se vi sono stati danni. Pirovano se ne stia a Bergamo o a Roma a pigiare.

  5. Scritto da linus

    vorrei ricordare che società di questo genere servivano solo al caro amico Bettoni per sistemare i suoi “amici e amici degli amici” con stipendi da nababbi con giri molto strani che poravano ad avere società anche all’estero, (nei cosiddetti paradisi fiscali) sarebbe utile che la magistratura indagasse un po…

  6. Scritto da dalle valli

    col camper del sindaco di torre boldone???????

  7. Scritto da ex elettore

    Arriva il Barbarossa ……… mo so ca….