BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

O si chiude entro dicembre o si rischia la confusione

Dal 10 novembre al 3 dicembre la commissione e il Consiglio comunale dovranno passare al vaglio 585 osservazioni. Altrimenti Bergamo resterà senza strumento urbanistico.

Più informazioni su

Il tema è delicato e va affrontato con molta fretta. Entro e non oltre il 3 dicembre, come prevedono le norme, tutte le 585 osservazioni al Piano di Governo del Territorio adottato dall’Amministrazione Bruni, dovranno essere approvate e, immediatamente dopo, dovrà passare il Pgt nel suo complesso in via definitiva. Non si scappa. In caso contrario, a marzo 2010, scadrà il termine ultimo regionale (già prorogato) per l’approvazione dei Piani di governo del territorio in tutti i Comuni. E chi arriverà impreparato all’appuntamento potrebbe arrivare a subire sanzioni o, addirittura, il commissariamento di determinati settori comunali, oltre a ritrovarsi senza strumenti urbanistici adeguati (ovvero nel caos più totale). Il nodo è dato dal fatto che il Pgt è quello dell’Amministrazione Bruni e parte delle 585 osservazioni sono anche diretta emanazione della nuova maggioranza di centrodestra se non addirittura degli amministratori, che hanno messo mano allo strumento urbanistico tramite le osservazioni stesse. E’ vero che per il futuro la legge prevede ancora la possibilità di apportare varianti, anche al Pgt così come accadeva per il Prg, ma la maggioranza può solo augurarsi che al suo interno non vi siano mugugni o disaccordi su determinate modifiche ritenute cruciali, perché i tempi per il confronto e la discussione sulle osservazioni non sono proprio lunghissimi. Gli uffici prevedono di terminare il loro lavoro di contro deduzione alle osservazioni entro i primi 10 giorni di novembre. Dopodichè ci saranno tra i 20 e i 25 giorni circa per passare tutto al vaglio della commissione e del Consiglio comunale. Senza altre vie d’uscita e senza alternative.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.