BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

E anche Ghisalba vara il ritocchino agli stipendi

A Ghisalba fa discutere la decisione del sindaco leghista Samuele Vegini di ritoccare il suo stipendio e quello degli assessori.

Il taglia e cuci dei sindaci bergamaschi sui bilanci non sfugge alle polemiche. A Ghisalba fa discutere la decisione del sindaco leghista Samuele Vegini (nella foto, ndr) di ritoccare il suo stipendio e quello degli assessori. Non tanto per l’aumento in sè, quanto per la necessità di stoppare il progetto del nuovo asilo nido e della residenza per anziani. Due capitoli di bilancio ben distinti, ma che discussi nello stesso Consiglio comunale non possono che scatenare le ire dell’opposizione. Vegini si giustifica appellandosi alla legge che prevede l’adeguamento dell’indennità al superamento dei cinquemila abitanti, le minoranze però non ci stanno. "Considerando che siamo in un periodo di crisi – spiega l’ex sindaco Antonio Pezzoli – non ci sembra giusto che gli stipendi vengano alzati, manca un doveroso spirito di servizio". "Non rubiamo niente a nessuno – replica il sindaco – e anche i progetti dell’asilo e della residenza per anziani non sono definitivamente abbandonati. Dobbiamo fermarci a riflettere sulla reale necessità di queste opere".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Antifascista

    Penosi sono solo penosi, i moralizzatori attaccati ai propri ideali, che ovviamente stanno nel portafoglio. Vadano a casa, e pensare che i lavoratori sono senza stipendio e lavoro. A CASA!

  2. Scritto da Berto

    Sono dei poveracci.
    Pur di avere una sedia “la scagnà” metterebbero la faccia dove una persona con un pò di dignità avrebbe schifo a mettere i piedi
    Sempre peggio !
    E pensare chi li ho anche votati

  3. Scritto da GI61

    Beh se quello in foto è il sindaco vorrei sapere cosa prende e se possibile averne un pochino,sembra fuori come un balcone.

    Magari i soldi in più gli servono per la giacca e cravatta và chè stato.
    Comunque a tutto si può rimediare ricordandovi che quel che seminano raccolgono cioè nulla alla prossime votazioni penso che tantissimi comuni a guida leghista cambieranno perchè non stanno facendo nulla.Sanno solo aumentarsi lo stipendio si capisce che è parente con quello di stezzano.CIAO CIAO.

  4. Scritto da mau 1000 € / mese

    il solito “magna magna” italico. Penso che questo bello ma sfortunato paese debba essere “commissariato” ,,,si,,,,ma da un governo extraterrestre.

  5. Scritto da wka

    ora si capisce il perchè alla presentazione della lista lui ha puntato tutto sul fatto che lui “avrebbe fatto il sindaco a tempo pieno” e che quella carica sarebbe stata il suo lavoro principale.
    chissa cosa pensano quelli che lo hanno votato (anche se forse la sua lista era il minore dei mali)

  6. Scritto da cavalieresolitario

    Per andare al governo hanno creato le paure nella gente, hanno soffiato sull’odio e sul razzismo…ma poi una volta al governo ! subito aumenti di stipendi! bell’esempio di moralità padana. Forse l’aumento dello stipendio è colpa degli immigrati clandestini che gettano fango sulla correttezza della Lega

  7. Scritto da Monica P.

    Cosa vi aspettavate con un maestro come Invernizzi? La segreteria provinciale è piena di ragazzini che tentano di fare i mestieranti della politica perchè non hanno un lavoro e nemmeno un titolo di studio in tasca. Questo è il modello imperante nella Lega Nord di Bergamo.