BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Soddisfatto d’aver contribuito a risolvere la situazione”

Il parlamentare della Lega , ha sollecitato direttamente il presidente dell???Inail, Marco Sartori, sull'indennizzo dell'operaio morto nel cantiere dell'ospedale.

Più informazioni su

"Ho presentato ieri (martedì 6 ottobre) insieme ad altri colleghi bergamaschi della Lega Nord un’interpellanza dopo aver appreso dai media locali che l’Inail non intendeva riconoscere alla vedova un equo indennizzo per quanto accaduto – spiega Giacomo Stucchi, segretario di Presidenza della Camera dei deputati, in merito all’indennizzo per Mario Soggiu, l’operaio di 56 anni originario di Alghero, morto al cantiere del nuovo ospedale di Bergamo a causa di una caduta da un vano scale –.  Non ritenendo sufficiente, però, la presentazione di un semplice atto di sindacato ispettivo, mi sono messo in diretto contatto con il presidente dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli Infortuni, Marco Sartori, per rappresentargli quanto accaduto e chiedergli un interessamento urgente alla vicenda".
Il presidente Sartori, prosegue l’onorevole Stucchi, "con un suo tempestivo intervento, questa mattina mi ha personalmente comunicato di aver fatto luce sulla questione, verificando che il tutto era stato originato da un errore commesso e riconosciuto dalla sede Inail di Sassari. A tale errore l’Inail ha quindi posto immediatamente rimedio, riconoscendo il diritto all’indennizzo da parte della vedova Soggiu".
Il parlamentare bergamasco del Carroccio a questo punto si dichiara "soddisfatto per aver contribuito in tempi rapidi, grazie alla collaborazione del presidente Sartori, a risolvere questo caso in modo positivo. E spero che l’indennizzo che verrà erogato alla famiglia Soggiu sia di sollievo nell’affrontare le conseguenze della tragedia subita".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da acido

    Dunque, ricapitoliamo… quando emerge una questione di questo tipo uno dei commenti più gettonati è: “ma i parlamentari dove sono? A Roma con le escort?”.
    Interviene il parlamentare e via con le Marilene e i “Mi consenta” che trovano il modo di sputare veleno.

  2. Scritto da marilena

    ma come si è autolodato questo stucchi per aver risolto con una telefonata il problema! Problema che, fra l’altro, non doveva neanche esserci, è stato un errore dell’inail che comunque andava corretto.

  3. Scritto da dindo

    Bravo Giacomo, ecco un leghista che parla poco e che fa i fatti.

  4. Scritto da A. Roncalli

    c’è di più che la responsabilità dell’INAIL che pure c’è. Qua c’è qualcosa che non va anche per il committente e i responsabili dei lavori. Siccome l’INAIL lo paghiamo tutti e l’Ospedale anche saltino fuori i responsabili del ritardo e di eventuali gravi omissioni.
    Se si fa una cosa si faccia bene .

  5. Scritto da Mi consenta

    Per i problemi con l’inail bisogna scrivere a Stucchi ?