BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Consigli: “Avrei preferito ottenere i tre punti”

Con le sue prodigiose parate contro il Milan ha fatto sognare il colpaccio ai tifosi atalantini. Da incorniciare soprattutto la grande parata sul tentativo ravvicinato di Pato ad inizio ripresa: ???L???avrei messa in bacheca se avesse portato i tre punti ma sfortunatamente ci hanno fatto gol dopo".

Più informazioni su

Con le sue prodigiose parate contro il Milan ha fatto sognare il colpaccio ai tifosi atalantini fino a una manciata di minuti dal termine, quando Ronaldinho gli si è presentato tutto solo davanti e l’ha battuto. Con i progressi della squadra delle ultime partite, anche Andrea Consigli è tornato ad essere il portierone che conosciamo, un gatto nerazzurro pronto a volare da un palo all’ altro per difendere la porta atalantina. Da incorniciare soprattutto la grande parata sul tentativo ravvicinato di Pato ad inizio ripresa: “L’avrei messa in bacheca se avesse portato i tre punti ma sfortunatamente ci hanno fatto gol dopo –ha sottolineato Consigli con la consueta modestia- è sempre una bella parata, son felice, ma avrei preferito non farla ed avere tre punti in più”.
Una buona prestazione quella contro i rossoneri, con un’Atalanta apparsa in crescita: “Ci sono segnali di ripresa rispetto all’inizio. Erano tre partite difficili quelle che abbiamo affrontato, abbiamo ottenuto tre pareggi con progressi anche dal punti vista del gioco. Penso che questa sia la strada giusta. Contro il Milan l’espulsione di Radovanovic ha reso tutto più difficile, il pareggio credo che ci stia ma rimane il rammarico perché fino a pochi minuti dalla fine eravamo in vantaggio”.    
Ora due settimane di sosta del campionato, grazie alle quali potrete allenarvi con più calma col nuovo tecnico Conte e il suo staff: “Abbiamo tempo prezioso per lavorare e per migliorare dal punto di vista tattico in base a quello che vuole l’allenatore. Ci dovremo preparare bene, perché avremo prima l’Udinese che è una squadra in grande forma e poi altre tre partite di fila”.
Nuovo allenatore, nuovi metodi di allenamento  e nuove disposizione tattiche, anche per il reparto difensivo: “Sono cambiate alcune cose nel reparto arretrato perché Gregucci era sulla falsa riga di Del Neri, con una difesa abbastanza in linea e marcature a zona. Adesso i miei compagni tengono più l’uomo, è cambiato un attimino il modo di marcare e di muoversi, ma vedo che ci stiamo adattando bene. Corriamo pochi rischi e la difesa regge sempre bene”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.