BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sindaco, vada a vedere I cento passi” fotogallery

Questo è il testo di una lettera sul caso della targa intitolata a Impastato inviata al sindaco di Ponteranica e alla sua Giunta.

Più informazioni su

Questo è il testo di una lettera sul caso Impastato inviata al sindaco di Ponteranica e alla sua Giunta.

Signor sindaco,
francamente non so cosa passi nella sua testa, o nel caso ci sia stata un azione di due o più persone legate alla vostra giunta, nella vostra testa.
In generale, non credo si siano messe in moto molte sinapsi per ciò che avete compiuto, e nello specifico poche di certo sono quelle sinapsi legate al rispetto e alla memoria. Quanto poi alle sinapsi che mettono in moto le conseguenze dell’atto di cui lei si è reso portavoce, e quindi quelle legate in qualche modo alla lungimiranza di tale azione, mi sento di affermare che sembra davvero che non ce ve siano state. Tale azione, sembra esservi non solo sfuggita di mano prima, ma anche adesso che le conseguenze dell’azione mostrano l’incapacità di ammettere la "caduta di stile, di senso logico, di attenzione e di rispetto", sommate a quelle ben evidenziate dagli organi di stampa, mi chiedo come riusciate a non accorgevi di ciò, visto che tutto il mondo lo sta dicendo, e quindi a non mettere in azione la capacità di dire: "abbiamo sbagliato" (oppure "Ho sbagliato") che tanto gioverebbe in capacità di sapersi osservare, alla vostra dignità, e di certo nell’ottenere una considerazione e un rispetto in più da parte di un mondo che sta crescendo in dignità e valore, esattamente quelli di cui era ricchissimo Peppino Impastato, e per contrapposizione, in senso opposto (purtroppo), nessuno (o quasi), di voi. 
Un consiglio, come quello che avrà avuto da tante altre persone che non conosce, in questo periodo: Vada a vedere il film "i 100 passi", ma davvero però. Lo faccia per lei, fatelo per voi stessi, non per il resto del mondo. Magari qualche cosa si smuove…
Auguri
Wilfred Moneta

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da a.r.

    X IVANO: Noi del nord paghiamo la RAI. Non pagate nemmeno le normali tasse figuriamoci adesso se pagate il canone RAI.. Ma fatemi il favore!!!

  2. Scritto da Ivano

    Ma come fai a dire che solo voi del nord pagate il canone? Hai in mano delle statistiche o delle indagini? Saresti contento se la rai finanziasse un film su Masaniello….???

  3. Scritto da Ivano

    Sono veramente dispiaciuto per il modo in cui si parla di un personaggio importante della storia d’Italia come Peppino Impastato… Qualcuno mi spiega perchè anche noi “maridionali” abbiamo pagato il film su alberto da giussano??? la rai chi la paga???
    Ivano, ITALIANO

  4. Scritto da angi

    Ma piantiamola di fare i soliti provinciali e i soliti autolesionisti. Credo che a BG ci sia davvero poco lavoro da fare se una situazione del genere provoca questo tsunami di parole e di indignazione.

  5. Scritto da Franco

    Attenzione, la lega non c’è l’ha con Peppino Impastato solo perchè era “terrone”, ma anche perchè era un militante di Democrazia Proletaria, cioè un “rosso”. A vederli e sentirli quelli della lega fanno ridere, ma in realtà che siano stupidi o intelligenti i fascisti sono sempre pericolosi e possono fare danni incalcolabili.

  6. Scritto da odiolalega

    Forse bisognerebbe non dare ai leghisti tutta questa confidenza…
    Non sono neanche degni di nominare nè Peppino Impastato.
    Nella loro follia, perchè solo di follia pura si tratta, puntando il dito contro gli altri (che non siano del nord, ovviamente), riescono a sentirsi al sicuro…visto che nella loro fantomatica Padania, sono tutti onesti lavoratori.
    Peccato però che non è proprio così.
    Io ci vivo al Nord e so (perchè giro) che i faccendieri di qui, con la mafia, legano parecchio!!!

  7. Scritto da odiolalega

    La verità è che i leghisti, vogliono mangiare nel piatto alrui e poi sputarci dentro.
    A proposito: qualcuno si è mai chiesto con quali soldi i politici della lega vengono pagati??? (Soldi padani, forse???).
    E quanto prende il signor Umberto Bossi di invalidità e di accompagnamento? Soldi degli italiani, fra cui, tanti che ne avrebbero più diritto, ma che gli viene negato.
    Io ho tanti amici del Nord, che per fortuna essendo persone di mente aperta, sanno qual’è la realtà!

  8. Scritto da a.r.

    Mamma mia….ma quanti siete??? Quanti meridionali leggono bergamonews?? Questa è una statistica….Ogni 10 lettori 7 sono meridionali trapiantati. Ed è quindi normale che la mafia si sia impadronita della nostra terra. Questa è la verità che l’accettiate o meno! Ah grazie x averci insegnato a parlare e scrivere e grazie anche se un giorno riuscirete ad insegnarci a sorridere…Come avremmo fatto senza di voi? Forse saremmo sancora all’età della petra…AH AH AH

  9. Scritto da celsius

    a.r quanta invidia soffocata in un AH AH AH amarissimo, ci sono fior di svedesi che potrebbero insegnarle a misurare la febbre e a curarla.
    Non si finisce mai di imparare, per chi vuole.

  10. Scritto da apple

    tutto questo caos non sarebbe venuto fuori se il sindaco non avesse deciso di rimuovere una targa di un paese fino ad allora sconosciuto. a conti i fatti involontariamente ha avuto l’effetto contrario a quello desiderato: ha attirato l’attenziopne su Impastato come diversamente non avrebbe potuto. Paradosso: disprezzo il gesto con cui ha dato voce all’intolleranza, ed apprezzo l’occasione che c’è stata di riaccendere i riflettori su Peppino.

  11. Scritto da Giancarlo

    V hai perfettamente ragione, solo persone intelligenti riescono a capire la differenza fra unità e divisione, in argomenti cosi meschini la differenza la fa l’italiano che sa comprendere a prescindere i vari problemi che flagellano l’Italia, purtroppo nessuno o non in tanti credono nell’Italia come stato ma è come se fossimo rimasti al 1859 quando ancora Garibaldi non aveva unito l’Italia.
    Io sono siciliano e nelle vene mi scorre lo stesso sangue di uno del nord uno a caso? DANILO DOLCI.

  12. Scritto da a.r.

    X 22 Teresa: si mi riferivo proprio a te.E’ difficile capire l'”odio” che proviamo x i meridionali ma siamo troppo diversi. Non voglio generalizzare ma la maggior parte di voi è nata per ingannare il prossimo e senza la conoscenza delle parole sacrificio e fatica.Voi vivete x tirare il giorno dopo,voi uccidete x i soldi. Certo anche noi non siamo santi ma non arriveremo mai al vostro livello.Mi sto trattenendo x non essere scortese nei tuoi confronti ma penso tu abbia capito il senso del commen

  13. Scritto da apple

    Chi può, potrebbe pensare di organizzare delle manifestazioni annuali proprio lì , nella bergamasca geograficamente distante da Cinisi, per informare, sensibilizzare, ricordare e approfondire cosa significhi morire per mafia, morire per la legalità.
    saluti terroni

  14. Scritto da mat

    ma davvero siamo ancora al punto che i nordici insultano i meridionali e viceversa? Vedere il bello nel diverso mai? Agli ignoranti dell’italia unita chiedo lo sforzo di capire che questa diatriba nord sud ha fatto il suo tempo, magari venendosi incontro ci si guadagna tutti.
    Per a.r.: per fortuna non volevi generalizzare!

  15. Scritto da teresa

    non mi va di parlare di nord e sud… ma si nota che parli per stereotipi…

  16. Scritto da odiolalega

    Ma a.r. chi cavolo è???
    Ve lo dico io: pronipote di chi, se non fosse stato per i meridionali, prenderebbe la fame a sberle!
    Ricordatevi da dove venite prima di parlare di chi non conoscete.
    Uscite dalla vostra immaginaria Padania e andate a conoscere la realtà, quella vera, non quella che, senza alcun senso critico, ingoiate dalla tv.
    Un’altra cosa…preferisco chi anche se non in perfetto italiano dice qualcosa di intelligente, che un professore che dice un mucchio di cazzate!!!

  17. Scritto da sps

    Per a.r. commento 32. ti mando una statistica fatta di recente che ho copiato direttamente dal sito del giornale “La repubblica.it”.
    Almeno prima di scrivere certe cose cerca di documentarti come si deve!!!!

  18. Scritto da sps

    non mi hanno pubblicato la statistica che volevo farvi leggere. Ve la riassumo: la città dove avvengo + crimini penali è Roma seguita da Milano, e indovina un pò?!?!! Palermo è quella dove ne avvengono di meno.
    E poi ricordi noi “terroni” lavoriamo per vivere, voi “polentoni” vivete per lavorare! Dovreste imparare sorridere, sarebbe un modo per avvicinarvi leggermente a noi e al mostro fantastico mondo!

  19. Scritto da Giancarlo

    E’ più che evidente che chi fa da moderatore per il sito non è molto corretto ed è pilotato da poteri politici che vietano ad un terrone di commentare un giudizio stupido ed esagerato come quanto è stato detto da a.r. nel commento 32
    Vi ringrazio per non aver voluto pubblicare i 4 commenti diretti all’ignoranza di questa persona, pubblicate questo adesso tanto per difesa so che lo farete.

  20. Scritto da Manuela

    Non so se lo capirà….dobbiamo cominciare a fargli vedere i cartoni di Walt Disney

  21. Scritto da Giuseppe

    Mamma mia che lagna, piantatela con ‘sta targa che ci son cose ben più gravi da risolvere!!!!!

  22. Scritto da fausto

    Padre baggi di Ponteranica ha presentato il conto a quei siciliani che sfacciatamente anno detto le parole contro il Sindaco leghista di Ponteranica. Riflettete Siciliani,riflettete.

  23. Scritto da Alessandro

    fausto tu impara a scrivere in italiano prima di lasciare messaggi sconclusionati…

  24. Scritto da SI VERGOGNI

    Sig. Fausto, si deve VERGOGNARE per quello che ha scritto, non si scherza con queste disgrazie. SI VERGOGNI!!!

  25. Scritto da Ivano

    Ma stiamo scherzando??? Impastato è a tutti gli effetti un eroe nazionale paragonabile a Falcone o Borsellino…viva la lega e tutti i fessi come voi che gli stanno dietro…
    Per Fausto: impara, “hanno” , se lo usi come verbo, ha bisogno della letterina “H” davanti… maditate ITALIANI,maditete…

  26. Scritto da Siciliano e fiero di esserlo

    Fausto impara a scrivere e parlare prima di provare ad avere un pensiero, se non hai una buona capacità linguistica, pensare ti viene veramente molto difficile!!! Giuseppe, mi indicheresti cosa c’è di più grave da risolvere?Non c’è cosa più grave che cancellare la memoria……. Un pò si scolarizzazione in più al nord non farebbe male…

  27. Scritto da Marta

    Signor Giuseppe, mi può fare un esempio di cose più importanti di perdere la vita combattendo la mafia?Gliene sarei molto grata.

    Signor Fausto: gli errori grammaticali nel suo messaggio penso parlino da soli in merito alla sua ignoranza.Le suggerirei di ricominciare il ciclo scolastico dalle elementari in modo da acquisire non soltanto i fondamenti di grammatica ma si spera anche quelli di educazione civica.

    E per la faccenda della targa, è proprio vero: il sindaco dovrebbe dire “Ho sbagliato”

  28. Scritto da teresa

    se soltanto conosceste la vita di peppino forse arriverete a capire il perchè di tutta questa “lagna” da parte di tutta l’italia non solo della sicilia. E’ dalle piccole cose che si deve cominciare e se si comincia da una targa cambiata con una motivazione assurda che peppino non era del “luogo” è già un’inizio….vi consiglio di conoscere meglio peppino…. ne vale la pena

  29. Scritto da Marco

    Che lagna? e persino la predica del parroco?
    ci sarebbero cose piu’ importanti da risolvere, certo, ma e’ dalle piccole cose che si crea la coscienza per i veri problemi..e quella della targa in questione, ahime’, non e’ una cosa da poco.
    Si sta dando ideologicamente ragione all’agire mafioso, grazie ad una lega che e’ del ”NORD”! ..e chi scrive cari leghisti e’ un nordico d’origine..che sa di essere italiano e non semplicemente ”lombardo” o ”veneto” o di altre regioni.

  30. Scritto da francesco

    un leghista è pur sempre un italiano.rispetto per cio’ che pensa.i nostri padri hanno voluto un’italia unita senza che il popolo fosse pronto.questa è la conseguenza:razzismo,presunzione di poter fare da se’,indifferenza per chi lotta contro la mafia.
    una targa a ponteranica non avrebbe senso, ha fatto bene il sindaco a toglierla,pochissimi avrebbero le conoscenze la cultura ed i mezzi per capirne il significato.vedrebbero solo una targa d’ottone.
    fausto,spero tu abbia meno di 15 anni.davvero

  31. Scritto da a.r.

    Che rottura con questo Impastato e questi cento passi…E’ diventata davvero UNA LAGNA!!! Non ne possiamo più di sentirvi LAGNARE!! Il Sindaco ha fatto quello che si sentiva di fare e che probabilmente la maggior parte della gente voleva. Si è dimostrato all’altezza non tornando sulla sua decisione, il che sta a significare che prima di prenderla aveva già riflettuto bene sul significato di tale decisione. E comunque è giusto che a BG si ricordino gli “eroi” locali e non quelli afrosiciliani!!!

  32. Scritto da Guzzardo Giancarlo

    Perché un problema del genere deve essere un motivo di litigio fra Sicilia e settentrione, io sono siciliano e ovviamente ne sono più che fiero, ma dico una cosa se Peppino è morto, è perché ha seguito degli ideali fino al sacrificio del bene più prezioso, la vita. Per noi siciliani è un eroe in quanto viviamo ogni giorno l’orrore della mafia
    magari per altri non è cosi, purtroppo non viene imposto come tale Peppino è un’eroe nella coscienza di chi apprezza gli ideali per cui si è battuto.

  33. Scritto da Umberto Dolci

    Ai sostenitori delle scelte del sindaco, ma soprattutto alle sostenitrici, suggerisco di leggere il libro di Nando dalla Chiesa “Le ribelli”. Si tratta della storia di 6 donne siciliane che hanno avuto il coraggio di combattere la mafia; per questo hanno sofferto e pagato di persona. Una di queste donne era Felicia Impastato. Le altre sono Francesca Serio, Saveria Antiochia, Michela Buscemi, Rita Atria e Rita Borsellino. Forse, i nostri, capiranno il valore dei simboli; targa compresa. AUGURI

  34. Scritto da oscar

    chi non conosce la storia di impastato non e’ degno di essere italiano. Dovrebbero farlo santo per quello che ha fatto e per il suo coraggio. non mi dite che a posto della targhetta tolta a suo nome metterete qualche cosa che onori la lega gente che dovrebbe vergognarsi di essere la governo. odiate tanto i siciliani che il vostro leader e’ sposato con una “trerrona” e suo figlio ha sangue sicilianoal 100 perr cento. che coerenza!!!!!!!!!!!

  35. Scritto da teresa

    peppino è un’eroe “afrosiciliano” come lo è per un valdostano…. la mafia è un problema anche del nord è un problema di tutta l’italia bisogna che lo cominci a capire anche chi pensa che sia solo un fatto del sud che non lo riguarda… la mafia stà anche nel togliere la targa a peppino in una città del nord italia…. parola di un “afrocalabrese” che forse è anche peggio dell “afrosiciliano” :)

  36. Scritto da Guzzardo Giancarlo

    Ecco vedete la mancanza di comunicazione, siamo arrivati a dover sottovalutare gli altri.
    Il motivo per cui mai niente cambierà? Semplice tutti parlano ma nessuno conclude, non dobbiamo fare come alcune persone che impongono degli ideali ognuno deve seguire il proprio e lavorare insieme per la risoluzioni di problemi ben più gravi di quelli esposti in una pagina di un qualsiasi forum, Peppino è un grande e io sono un sostenitore, ma io sono siciliano e credo in lui perché ho una terra da amare.

  37. Scritto da Wpeppino

    Sono un conterraneo di Peppino, ho avuto l’onore di conoscerlo e vederlo in azione. Credetemi, la rimozione della targa da un paesino bergamasco non mi stupisce. Credo di essere abbastanza consapevole che la maggioranza (molto larga) dei
    “padani” non ci consideri connazionali quindi mi (e Vi) chiedo:
    ma con tutti i paesini civili e ricchi di cultura che abbiamo in Italia, proprio in questa tana di rozzi e razzisti montanari dobbiamo sporcare la memoria di chi ha dato la vita per la legalità?

  38. Scritto da a.r.

    La mafia è qui perchè ormai il Sud è qui….. Ormai più che lombardia, la nostra regione dovrebbe chiamarsi AFROMEZZOGIORNOLOMBARDIA. E’ uno schifo vero e proprio!!!
    Siete la nostra vergogna…Italiani noi??? No, ci vergognamo di essere chiamati così perchè ci equiparerebbero a voi, popolo di fannulloni e di pressapochisti! NOI SIAMO PADANI E SIAMO FIERI DI ESSERLO!!!

  39. Scritto da a.r.

    WPEPPINO MA TORNA DA DOVE SEI VENUTO E LASCIA VIVERE IN PACE NOI POVERI “MONATANARI”…NOI NON TI VOGLIAMO!!

  40. Scritto da per A.R

    A.R. (commento numero 12) ricorda che questi “afrosiciliani” sono quelli che ti hanno insegnato a scrivere e allo stesso modo i tuoi figli (sempre che una persona come te possa avere legalmente a carico dei figli) impareranno da noi a leggere e scrivere!!!. Il razzismo è dettato dall’ignoranza e a quanto sembra al nord l’ignoranza è palpabile!!! sai che goduria vedere dei padani che (nemmeno parlano italiano) alle riunioni vengono e mi danno del LEI

  41. Scritto da teresa

    mafia è anche un modo di fare… mafioso è chi ha buttato giù l’albero e non credo siano stati dei meridionali…. la mafia è la paura dell’altro del diverso da me… e di chi non capisce che l’altro mi può arricchire…. mi riferisco ad a.r. presumo ti rivolgi a me…questo odio nei confronti dei meridionali non l’ho mai capito…. fortuna che non tutti la pensano come te….

  42. Scritto da v.

    Io sono nata nel nord ma vivo a Firenze e mi sento davvero demoralizzata nel vedere in Italia certe astiose divisioni; è proprio vero che l’unità d’Italia è passata invano, i martiri per la libertà e l’indipendenza sono morti invano. In un mondo, dovrei dire Europa, in cui si dovrebbe cercare la concordia, una politica comune c’è ancora posto per le meschinità e i particolarismi? Anche la solidarietà è morta? Mi vergogno veramente.

  43. Scritto da a.r.

    AH AH AH ….IL COMMENTO DEL 21 é LA BARZELLETTA DELLE 17… I MERIDIONALI CHE SANNO L’ITALIANO… MA SE ANCHE IN TV QUANDO NE INTERVISTANO UNO DEVONO METTERE I SOTTOTITOLI!!! DAI TI PREGO SCRIVICENE UN’ALTRA…

  44. Scritto da bortolino

    a.r., te fet prope gregnà. Difendere i gozzuti bergamaschi, di cui faccio parte, è francamente patetico. Basta sentirli quando vengono intervistati. Non sappiamo mettere insieme tre parole di fila. Lasa pert, a.r., trova argomenti più validi. Se te set bù, naturalment.

  45. Scritto da Giancarlo

    L’ignoranza fa parte della vita di colui che non si guarda attorno prima di parlare, quando in Sicilia nella vecchia magna Grecia noi facevamo la filosofia circa 3000 anni fa al nord ancora si parlava con i disegni, siete un popolo chiuso e vivete nella vostra ignoranza, siete invidiosi si essere oppressi da un popolo tanto intelligente quanto affascinante, ripeto che comunque continuo ad amare l’Italia e soprattutto LA SICILIA che di certo non ha bisogno di persone ottuse per andare avanti.

  46. Scritto da Maurizio

    Caro a.r.
    ti rispondo da Carvico, certamente non lontano fisicamente da te, ma una galassia di distanza da quel che dici.
    La mafia è qui perché qui si riciclano i capitali, non a caso un mafioso come Mangano è stato ospite di Berlusconi a lungo.
    Non a caso iniziano ad emergere i legami fra uno dei gruppi economici più importanti d’Italia (Fininvest) e la mafia, con la condanna di Dell’Utri, fondatore di Forza Italia, proprio per mafia.
    Vedrai che prima o poi sapremo dove Silvio prese i soldi..

  47. Scritto da il genovese

    Leggendo i commenti,io che sono genovese,consiglierei ai signori che usano il termine afro-siciliano rivolgendosi a dei nostri connazionali, di fare come ho fatto io quest’estate ,andate a Cinnisi a Casa Memoria cercate di parlare con i giovani di quel Paese ed allora potrete, forse, capire davvero cosa è stato e cosa è tutt’oggi per loro, no Peppino Impastato quanto tale, ma quanto il suo sacrificio abbia significato per quella magnifica Terra e per noi tutti

  48. Scritto da a.r.

    Bortolino il tuo nome dice tutto… Non voglio voler sembrare il migliore o il più intelligente ma tre parole di fila riesco a metterle insieme… Forse non riesci tu e mi dispiace. Certo in Tv facciamo ridere pure noi, se parliamo il dialetto abbiamo bisogno pure noi dei sottotitoli ma attento….ho detto il dialetto. Loro invece hanno bisogno dei sottotitoli quando parlano (?) italiano (?)…