BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nozza: “Va radicalmente rivisto il piano aziendale”

Le dichiarazioni del segretario dei metalmeccanici Uil dopo l'incontro con le commissioni regionali: "Cercheremo di capire che possibilità ci siano per incidere sui numeri degli esuberi"

"Il piano di riorganizzazione presentato da Tenaris Dalmine deve essere radicalmente rivisto. Come sindacato non possiamo accettare una proposta che prevede tagli così pesanti e addirittura la chiusura di uno stabilimento". Lo ha dichiarato il segretario provinciale della Uilm Uil, Angelo Nozza, al termine dell’incontro in Regione Lombardia con le Commissioni "Attività produttive" e "Formazione professionale, cultura, sport e informazione" al quale hanno partecipato anche i rappresentanti dell’azienda. "Nel corso della discussione – ha sottolineato Nozza – è stato ribadito che quella annunciata la settimana scorsa è, al momento, una proposta. Cercheremo ora di capire, a partire già dai prossimi giorni, che tipo di possibilità ci siano per incidere concretamente sui numeri degli esuberi. Gli investimenti, infatti, vanno bene, ma non è accettabile che il Gruppo Tenaris pensi, a fronte delle risorse messe a disposizione, di poter procedere a tagli per 1.024 posti complessivamente, 836 dei quali soltanto nella Bergamasca".
Le parti torneranno ad incontrarsi giovedì prossimo, alle 10, nella sede di Confindustria Bergamo per esaminare il piano nei dettagli, a cominciare dallo stabilimento di Dalmine Sabbio:
"In quella sede – ha concluso Nozza – verificheremo se vi sia effettivamente la disponibilità ad un dialogo costruttivo oppure se l’azienda pensi di procedere soltanto ad una rendicontazione di quanto già stabilito. In questa seconda ipotesi, noi confermiamo il nostro "no" ad un progetto che genera così tanti esuberi e mette in discussione l’esistenza stessa in particolare di un sito produttivo".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.