BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Nel progetto il Sole c’?? e la raccolta firme ?? politica”

Il primo cittadino di Cividate al Piano Luciano Vescovi replica alle critiche di chi non vuole il Sole delle Alpi in piazza Papa Giovanni. "Non ?? un simbolo di partito. Protesta strumentale".

Più informazioni su

“Il simbolo c’è, io non ci vedo niente di male, e attorno al Comitato “Amici della Piazza”, che sta raccogliendo le firme contro il progetto, si stanno riunendo personaggi di Rifondazione comunista e del Partito Democratico”: il sindaco di Cividate Luciano Vescovi, in scadenza del primo mandato, non ha dubbi e si esprime con chiarezza sulla querelle sorta attorno al progetto di disegnare il “Sole delle Alpi” in piazza Papa Giovanni XXIII, quando terminerà la ristrutturazione della stessa piazza. “Il progetto della piazza ha subito l’ultima variazione nel luglio scorso – spiega -. E da allora la previsione di disegnare il Sole delle Alpi, tramite la pavimentazione, c’è, è rimasto. Non sarà affatto, però, un Sole delle Alpi verde padano, come qualcuno ci accusa di voler fare”. (Nella prima foto un rendering di parte della nuova piazza, nella seconda l’attuale piazza comunale).
Il sindaco Vescovi parla quindi dell’accusa a lui rivolta dal Comitato “Amici della Piazza”, che non vuole simboli di partito in un luogo pubblico: “Per me non si tratta di un simbolo di partito, il Sole delle Alpi è ben noto e ha una storia ben più lunga dei partiti tuttora esistenti. Se fosse solo e unicamente un simbolo di partito non potrei nemmeno metterlo in un luogo pubblico. Invece siamo in piena regola. Entro fine novembre la piazza è finita, ma non si sa mai come andrà a finire…”.
Il primo cittadino, che conferma l’esistenza del progetto, lascia però aperta una porta ad altre possibilità: “I lavori sono iniziati, ma manca ancora del tempo prima di arrivare alla pavimentazione definitiva della piazza. E la pavimentazione può comunque essere modificata. Noto comunque che a Cividate è nato un Comitato civico impegnato a contestare questa scelta. Inizialmente il Comitato è nato sicuramente in modo spontaneo, ed era composto da semplici cittadini. Ma all’ultimo gazebo gli “Amici della Piazza” sono stati avvicinati anche da esponenti di Rifondazione comunista o del Pd, che probabilmente stanno preparando le elezioni dell’anno prossimo. Di civico è rimasto ben poco”.
Il progetto della piazza, oltre al Sole delle Alpi, prevede una pavimentazione completamente nuova, con porfido, granito e anche pietra indiana. Ci sarà poi una sorta di anfiteatro, come un palco naturale costantemente aperto al pubblico. E vicino alla strada che porta all’ingresso della piazza non mancherà una fontana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bella Ciao

    il sole delle Alpi non sara’ un simbolo politico, ma sarebbe come disegnare l’immagine di Che Guevara ..nonostante non siano simboli politici, riconducono comunque a 2 precise aree di appartenenza politica! O UNO STEMMA CHE ACCOMUNA TUTTI, O UNA PIAZZA SENZA SIMBOLI X NON DARE FASTIDIO A NESSUNO!!!

  2. Scritto da Bella Ciao

    Amici della Piazza continuate a lottare!! e’ una questione di principio!

  3. Scritto da Sostenitore

    Il Sole delle Alpi E’ UN SIMBOLO POLITICO…
    La rosa celtica, il fiore a sei petali, la rosa dei pastori o, come detto nel medioevo, la rosa carolingia… questi non ERANO simboli politici, prima che la LEGA NON LO FACESSE PROPRIO, cambiando tra l’altro il nome in “Sole delle Alpi”, e METTENDOLO NEL PROPRIO STATUTO.

    Prego tutti i leghisti di non nascondersi dietro un dito…
    recuperate il buon senso…

  4. Scritto da berghem

    Il sole delle alpi è anche un chiaro simbolo politico, e mi sembra che il sindaco cerchi di strumentalizzare la protesta di un comitato cittadino senza nessuna affiliazione di partito semplicemente per mancanza di argomenti sensati e solidi a sostegno della scelta dell’amministrazione

  5. Scritto da Frisona 103

    questa storia, totalmente priva di buon senso, è ormai diventata una questione personale.
    Un comune che non vuole sentire ragioni e soprattutto, non vuole sentire la voce dei propri cittadini, che amministrazione può essere?
    Possono farlo di qualsiasi colore, ma sara’ sempre il simbolo della lega nord, mentre la piazza, è DI TUTTI!
    Frasi del tipo “Non è un simbolo di partito. Protesta strumentale”
    la dicono lunga su questa amministrazione.
    Auguro al sindaco e al suo staff un ritrovato buon senso

  6. Scritto da MARCO CAPRONI

    Se volevi dire che siamo stati avvicinati dai partiti perchè non hai anche detto che il Consigliere Picco (che non è certo di Rifondazione o del Pd) è stato più di un’ora al banchetto delle firme. Cosa ci faceva lì? Magari solo si parlava, magari ci aiutava… boh. Il fatto che la gente si fermasse a parlare con noi vi ha dato fastidio.

  7. Scritto da Sostenitore

    Incredibile che il sindaco parli di raccolta di firme “politica”, quando è lui stesso ad obbligare la sua città ad accettare un simbolo leghista in piazza!! Sono le scelte della sua amministrazione che obbligano i cittadini a schierarsi!!

  8. Scritto da scalfer

    sindaco abbi almeno il coraggio di dire la verità!!!!!
    almeno quello!

  9. Scritto da lorenzo

    il sindaco riconosce esponenti di altri partiti al banchetto, stiamo migliorando, e noi che facevamo fatica a riconoscere lui come esponente della lega, dobbiamo svegliarci prima alla mattina, così vediamo spuntare il sole delle alpi in piazza, ma non consideratelo un simbolo politico, è l’arroganza di chi amministra pagato da tutti i cittadini, anche chi non lo ha votato ed ha bisogno dei propri simboli solo per giustificare il fatto che esiste altrimenti farebbe fatica a trovarne ragione. ciao

  10. Scritto da andreax

    Il sole delle Alpi? Sindaco, il comune si chiama Cividate al Piano, non Cividate Alpino…forse si è sbagliato…