BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Pd: Formigoni si spenda direttamente per la Dalmine

"La Regione non ha messo in campo risposte chiare sul fronte della politica industriale". Lo dicono Maurizio Martina, segretario regionale e Giuseppe Benigni, consigliere regionale, entrambi del Pd.

L’incontro di martedì 6 ottobre in Consiglio regionale sul caso Tenaris Dalmine non ha ottenuto alcun risultato significativo, anche perché la Regione non ha messo in campo risposte chiare sul fronte della politica industriale. E’ quanto commentano Maurizio Martina, segretario regionale del PD Lombardia (nella foto) e Giuseppe Benigni, consigliere regionale PD al Pirellone. "Formigoni deve spendersi direttamente, e non solo sul fronte degli ammortizzatori sociali, perché la Tenaris Dalmine è un’azienda leader del settore siderurgico, competitiva sui mercati internazionali e capace di creare attorno a sé un sistema di cui è punto di riferimento. Un ridimensionamento dell’azienda, oltre a produrre costi sociali insostenibili, sarebbe un pessimo segnale per tutto il sistema produttivo lombardo e per questo motivo occorre che la Regione metta in campo, con il suo Presidente in prima persona, un’idea di sviluppo e di futuro per l’industria lombarda. Abdicare a questa responsabilità, come la Regione sta facendo, può solo impoverire la Lombardia".
Tra i consiglieri che hanno ascoltato le diverse parti in causa in REgione Lombardia anche il consigliere Battista Bonfanti, Centro-Sinistra per la Lombardia, membro dell’Ufficio di Presidenza. “E’ emerso un quadro preoccupante della situazione – ha detto Bonfanti – in particolare i dati che si riferiscono alla concorrenza estera, specie cinese, disegnano per il futuro della Tenaris un quadro di difficoltà che richiede un cambio radicale delle strategie produttive e commerciali”. Condividiamo, ha concluso "le preoccupazioni dei lavoratori e riteniamo urgente che si apra quanto prima un confronto tra l’azienda, i lavoratori e le istituzioni in grado di creare prospettive nuove per il futuro dei dipendenti e delle loro famiglie".

Il cons. Bonfanti ha quindi concluso “ Regione Lombardia deve farsi parte attiva nel favorire questo dialogo e confro
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.