BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Royal Fer, l’azienda ritira la disponibilità alla mobilità

L'azienda si era detta disponibile ad avviare la mobilità, ma lunedì l'ha ritirata "scaricando sulle spalle dei 17 dipendenti, tutti stranieri e senza stipendio da due mesi, la crisi".

Più informazioni su

E’ peggiorata ancora, se possibile, la situazione alla Royal Fer di Ponte San Pietro. I diciassette lavoratori che hanno ricevuto lo stipendio di luglio suddiviso in tranche e che ancora non hanno quelli di agosto e settembre, potrebbero ricevere in questi giorni una lettera di licenziamento. Già perché l’azienda, che a luglio si era detta disponibile ad avviare la mobilità, lunedì 5 ottobre ha ritirato la propria disponibilità "scaricando praticamente sulle spalle dei 17 dipendenti, tutti stranieri, la situazione  di crisi" spiega Paola Guerini della Fiom Cgil.
Prima l’irreperibilità dei referenti aziendali, poi l’irreperibilità degli stipendi, quindi l’annuncio col ritiro della parola data. Il problema è che le 17 persone in mobilità sono state assunte dalla Royal Fer, ma effettivamente hanno lavorato per anni con altre ditte. Ora si puntava sulla mobilità anche per poter contare su qualche incentivo alla fuoriuscita. Invece nulla.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberto fugazzi

    ecco come si comporta il padrone di fronte a dei LAVORATORI MIGRANTI,qui non vediamo il codazzo di onorevoli che “a parole” esprimono solidarietà,questa è la classica non notizia,invisibili senza voce i lavoratori migranti sono il capro espiatorio nella crisi,gli ultimi degli ultimi!

  2. Scritto da Roberto G.

    Questi sono gli imprenditori che abbiamo in Italia…. Gente senza scrupoli che per guadagnare farebbero qualsiasi cosa nei confronti dei lavoratori e i cittadini pagano