BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Boltiere vara ordinanza anti-schiamazzi

E' operativa un’ordinanza, studiata con la Questura, che vieta in tutto il territorio comunale schiamazzi, assembramenti, rumori molesti, emissioni sonore fastidiose.

Più informazioni su

Tempi duri per chi è solito fare schiamazzi e rumori molesti davanti ai bar e ai pubblici esercizi, ma anche occupare impropriamente la strada e creare intralcio alla libera circolazione. L’amministrazione comunale di Boltiere, infatti, ha emesso recentemente un’ordinanza “per la prevenzione dell’incolumità pubblica e della sicurezza urbana”, contro schiamazzi, rumori molesti in pubblico e occupazioni improprie di sedi stradali.
“Siamo alle solite – afferma il sindaco, Osvaldo Palazzini – Sempre più spesso, infatti, vengono segnalate da parte della cittadinanza, con proteste verbali ed esposti, situazioni e comportamenti degenerativi che si concretizzano in schiamazzi, petulanza, assembramenti chiassosi, rumori molesti anche derivanti da un utilizzo emulativo dei veicoli (auto e motocicli), occupazioni improprie della sede stradale e degli spazi privati, od intralci alla libera circolazione e stazionamento prolungato di persone davanti ad pubblici esercizi, attività commerciali ed artigianali. Normalmente questi casi di disturbo nascono, sia in via diretta e spontanea od in via mediata, come conseguenza dell’esercizio di attività ludiche (all’uscita dei locali) e durante lo stazionamento degli avventori davanti ai bar, spesso in ore serali e notturne, con frequente abbandono per terra, dopo l’uso, di contenitori di bevande ed alimenti”.
“E’ nostra intenzione salvaguardare la quiete pubblica, attraverso la repressione di questi rumori molesti – continua Palazzini – Del resto, è compito di un’amministrazione contemperare le esigenze abitative di soggiorno e riposo psico-fisico con quelle relative alla libera attività economica e lavorativa, ma nel rispetto della sicurezza urbana, che viene assicurata anche dalla serena e ordinata convivenza sociale. Dobbiamo condannare episodi degenerativi, che minano la quiete pubblica. Pertanto, abbiamo potenziato l’attività di vigilanza sul territorio comunale da parte del corpo di polizia locale e dal 5 ottobre è operativa un’ordinanza, studiata in collaborazione con la Prefettura di Bergamo, che vieta in tutto il territorio comunale schiamazzi, assembramenti chiassosi, rumori molesti, emissioni sonore fastidiose di qualsiasi natura anche derivanti da un utilizzo esagerato dei veicoli, ma anche occupazioni improprie della sede stradale e di aree private ad uso pubblico, vedi bar e distributori di bevande e alimenti”.
Chiamati a un maggior senso di responsabilità anche i titolari dei bar e dei locali di ritrovo: devono informare e vigilare i propri avventori affinché, all’esterno dei locali e in particolare all’uscita dagli stessi, i frequentatori evitino comportamenti molesti. I gestori, poi, sono tenuti a “collocare appositi contenitori di rifiuti vicino ai propri locali e, entro un’ora dalla chiusura degli stessi, e asportare i residui di consumazioni dal suolo pubblico nel raggio di venti metri dalla soglia o dal perimetro delle pertinenze.
Le violazioni all’ordinanza comportano l’applicazione di una sanzione pecuniaria che va da 75 a 500 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da aries

    Mi auguro come nick70 che anche il sindaco di Ciserano prenda esempio. Inoltre cara mat sappi che non è questione di alzarsi incazzata, ho frequentato anch’io locali di tutta italia, ma la musica da discoteca e gli schiamazzi che si sentono in centro a ciserano ogni sera sono veramente eccessivi!

  2. Scritto da mat

    ti assicuro luca che abito in una zona di bergamo dove la gente passa tutta notte, sia con macchine che a piedi, ed essendo la via molto stretta il suono rimbomba e da casa sento qualsiasi sussurro.
    rimane il fatto che quando alle 6 e 30 suona la mia sveglia non mi alzo incazzata con il mondo perrchè la sera prima qualcuno ha avuto l’occasione di divertirsi e io no.

  3. Scritto da Cla

    ottima cosa! speriamo che il sindaco di Alzano Lombardo impari dal suo collega e applichi la stessa ordinanza visto che sino ad ora il suo interessamento è stato pari a zero in barba ad un presidio ospedaliero da tutelare …

  4. Scritto da mat

    potremmo allora imbottire i giovani di tranquillanti, così non sentono più l’esigenza di divertirsi e le città saranno più silenzione e sicure!
    Bravi, avanti così!

  5. Scritto da Luca

    si vede mat che sotto casa tua non c è nessuno che alle due del mattino sette giorni su sette con urla e schiamazzi sente l esigenza di divertirsi…. ma a pensarci bene sai che forse hai ragione mat? stasera alle due del mattino visto che per il rumore non riuscirò a dormire scenderò con loro a divertirmi e verremo tutti sotto casa tua a renderti partecipe del divertimento che tanto tu proteggi e lo faremo per mesi e mesi sette giorni su sette tutte le mattine fino alle tre !!! e w la festaa

  6. Scritto da nick70

    ottimo esempio, speriamo che anche i comuni limitrofi imparino qualche cosa di utile; a ciserano per esempio, dove i piccoli parchi adiacenti a villette private sono ormai il ritrovo di meleducati, cafoni e gente senza rispetto altrui!!!