BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Caso cromo, terreni da analizzare”

Gli ambientalisti: "Positivo il primo passo compiuto in Regione, ma sarebbe il caso di effettuare prelievi nelle zone dove vennero sparsi i fanghi tossici". La Procura segue la vicenda.

Più informazioni su

Legambiente si dice soddisfatta dopo l’incontro di giovedì al Pirellone sul caso cromo, ma invita a non abbassare la guardia sulla vicenda, che è seguita con attenzione anche dalla Procura di Bergamo. Nei prossimi giorni si valuterà se aprire un’inchiesta.  
"L’iter iniziato ieri in Regione per arrivare ad una bonifica della falda inquinata da Cromo esavalente segna un primo importante passo nella giusta direzione – si legge in una nota – Continuiamo da parte nostra a segnalare come stia emergendo un quadro molto complicato , che richiede un monitoraggio realmente a vasto raggio e che va anche oltre l’emergenza accertata nella zona fra Arcene e Ciserano".
Articolati i suggerimenti degli ambientalisti: "In particolare riteniamo che si debbano valutare le seguenti azioni : un’analisi dei terreni interessati dallo spandimento abusivo dei fanghi in agricoltura, nell’ambito di quanto emerso dal procedimento a carico della GTM; una verifica della bonifica riguardante l’area di Treviglio riferita all’inquinamento da Cromo Esavalente del 2001 , visto il perdurare di valori anomali rispetto al trend di diminuzione atteso; un’accelerazione delle misure di messa in sicurezza e miglioramento della rete potabile e del relativo approvvigionamento che il Comune di Treviglio con l’ente gestore CoGeiDe hanno previsto e che incontrano ancora ritardi d’ordine burocratico a livello regionale; un censimento delle attività “a rischio” per l’uso o la presenza nel ciclo produttivo di Cromo esavalente, siano esse industriali o d’altro tipo,  presenti sul territorio provinciale".
 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.