BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Bergamo Scienza offre risposte alla crisi economica” fotogallery

Andrea Moltrasio spiega che la ricerca e l'innovazionesono tanto pi?? importanti in una fase di recessione. "Gli eventi del festival sono utili occasioni di conoscenza".

"Quest’anno Bergamo Scienza ha una valenza in più. In un momento di crisi economica, può essere un aiuto nel cercare nuovi modelli mentali, nello studiare nuovi prodotti, nel credere davvero e finalmente nell’importanza dell’innovazione tecnologica. i nostri appuntamenti, gli incontri con gli scienziati, i laboratori, sono a loro modo una possibile risposta a chi cerca vie d’uscita dalla recessione".
Andrea Moltrasio 
dà una lettura non convenzionale alla nuova edizione (la settima) del festival della scienza che attraverserà Bergamo (ma questa volta con puntate anche in provincia) dal 3 al 18 ottobre. A chi presiede la potente e ormai rodata macchina organizzativa, fondata sull’incontenibile entusiasmo dei volontari, tocca il compito di tracciare la strada e di ribadire la filosofia che è sottesa a tutti gli eventi.
"Bergamo Scienza da un lato punta sulla sprovincializzazione. E’ una occasione per uscire dai soliti schemi del territorio per proporre uomini e idee diverse, per far conoscere dal vivo chi è stato protagonista di straordinarie ricerche scientifiche. Dall’altro, il nostro festival cerca di non essere autoreferenziale. Vogliamo dar voce a tutti, al di là delle ideologie e delle fedi religiose. L’aspetto intrigante di questa manifestazione sta proprio nel pluralismo e nella laicità con cui ci proponiamo". Il cartellone degli eventi è fittissimo. Di edizione in edizione, Bergamo Scienza ha allargato lo spettro di incontri con i Nobel, laboratori, conferenze, mostre. E la risposta del pubblico è stata a sua volta crescente.
Alla vigilia dell’inaugurazione, ci sono già oltre 40 mila prenotazioni per assistere ai diversi appuntamenti. Il che lascia facilmente presumere che le 70 mila presenze della scorsa edizione possano essere superate. "I numeri sono importanti – sottolinea Moltrasio – ma a noi staa cuore il messaggio che vuole trasmettere Bergamo Scienza. Portare qui l’inventore di Wikipedia, per esempio, significa dare plastica rappresentazione di come il mondo è cambiato. Tutti siamo cresciuti con i libroni delle enciclopedie. Wikipedia ha messo sul web e alla portata di tutti ciò che una volta bisognava andare a cercare con fatica. Questa è l’innovazione per eccellenza".
Un altro appuntamento a cui il presidente di Bergamo Scienza tiene molto è l’incontro tra gli studenti delle scuole superiori e alcuni ex allievi che hanno fatto strada. "Abbiamo bisogno di esempi positivi. Questo è un modo di tracciare una strada, di far capire ai ragazzi che partendo dal basso si possono raggiungere livelli molto importanti. A patto di studiare, lavorare e non stancarsi mai di stupirsi per ciò che la vita può offrire".  

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rf

    Bellissima iniziativa di divulgazione e marketing della scienza tra i giovani, oggi che viviamo in un era sì tecnologica, ma non scientifica ed è di quest’ultima cosa che si ha bisogno. Un plauso a frasi come questa: “far capire ai ragazzi che partendo dal basso si possono raggiungere livelli molto importanti. A patto di studiare, lavorare e non stancarsi mai di stupirsi per ciò che la vita può offrire”. Complimenti al presidente x il contributo formativo. Lo dica anche ai colleghi industriali