BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta-Pistoiese, Randazzo rivela: “Per me quella combine ci fu…” E la societ?? prepara la querela fotogallery

Nel suo libro sui trent'anni al servizio della societ?? nerazzurra, l'ex segretario generale racconta i suoi forti dubbi sull'assoluzione di Doni, Zauri, Siviglia, Gallo e Banchelli. E si spinge a sospettare il coinvolgimento nell'accordo dell'allenatore Vavassori.

Più informazioni su

Tutti i libri di memorie contengono episodi inediti, rivelazioni scottanti, ricostruzioni che aiutano a rileggere le situazioni sotto ottiche diverse. E anche il volume "30 anni con l’Atalanta" di Giacomo Randazzo, che racconta la lunga esperienza da segretario generale della società nerazzurra e per cinque mesi anche da presidente, non si sottrae a questa regola. Anzi, il libro contiene una vera e propria bomba, perchè rievoca una delle più spiacevoli pagine della ultracentenaria storia atalantina. Con parole che aprono una squarcio imbarazzante. Randazzo torna alla famigerata partita di Coppa Italia Atalanta-Pistoiese del 20 agosto 2000 finita 1-1. Si parlò di combine e per questo l’ufficio indagini della Figc mandò a processo tre giocatori bergamaschi: Banchelli, Doni e Siviglia, a cui si aggiunsero Gallo e Zauri. In primo grado Gallo, Siviglia e Zauri furono condannati ad un anno di squalifica, Banchelli a sei mesi, mentre Doni fu assolto. In appello, il clamoroso ribaltone con l’assoluzione di tutti i giocatori coinvolti. Con grande soddisfazione dell’Atalanta che commentò: "Giustizia è fatta".
Bene, Giacomo Randazzo, che a quel tempo era amministratore delegato, ora rivela tutti i suoi dubbi sulla bontà del verdetto di secondo grado. "In tutta chiarezza – scrive – ho il grandissimo dubbio che l’illecito sia stato commesso e, aggiungo, che sia stato commesso con il coinvolgimento di altri giocatori e, forse degli stessi allenatori delle due squadre. E’ un dubbio che mi porto dietro e che nessuna sentenza, rispettabilissima ed enunciata da grandi giuristi, riuscirà a rimuovere".
Una bomba, non c’è che dire. Perchè non solo Randazzo getta una nuova luce su quello scandalo, ma addirittura si spinge a sospettare che vi fossero altri coinvolgimenti, compreso quello di Giovanni Vavassori (peraltro già condannato per scommesse quando faceva il calciatore), l’allenatore di quella squadra. Sono parole pesanti, destinate a scuotere l’ambiente del calcio italiano. E quello atalantino in particolare, perchè Cristiano Doni è ancora oggi il leader della formazione nerazzurra, mentre Siviglia e Zauri calcano da protagonisti il palcoscenico della serie A, rispettivamente con le maglie della Lazio e della Sampdoria. Difficile far finta di niente. Randazzo parla di dubbi, ma è solo un artificio retorico che non riduce la portata di una rivelazione choc.

A Zingonia non hanno preso bene le rivelazioni choc di Giacomo Randazzo. Pare sia già pronta una querela per l’ex amministratore delegato e per l’editore. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maurizio

    Così Randazzo fa solo teatro e di pessimo gusto. Che significa …per me… ? Il livore,magari anche giustificato, gli ha rovinato la tranquillità tipica dell’età.

  2. Scritto da allora..

    a me basterebbe che gli ultra si prendano le colpe per quell oche fanno!! e non che adesso (ben catechizzati da qualcuno, continuino a istigare facendo le vittime su tutti i problem idi bergamo) dicono che ci mettono la faccia poi prendi il Baffo visto da tutta italia dichiara “andrò in montagna” oppure l’ultim oepisodio dove tutti sul piazzale per voler liberare 3 persone giustamente fermate!!! siete ridicoli.. altro che vecchi valori

  3. Scritto da genu

    BaaaH….sinceramente non si capise se siano sue supposizioni ?oppure abbia veramente delle prove..anche se dopo 9 anni e dopo un processo con assoluzione, non riesco capire cosa voglia ancora VISIBILITA?

  4. Scritto da guido da bergamo

    Una caduta, quasi un tonfo di stile del Cav.Randazzo, nasconde un mai sopito rancore verso la società, verso la famiglia Ruggeri che oserei dire ha dell’incredibile.
    Il cav.Randazzo per 40 anni nel palazzo del calcio avrebbe da raccontarci ben altro se volesse vendere qualche copia in più, a cominciare da episodi arbitrali.
    Giusto che la società si tuteli nelle sedi opportune

  5. Scritto da Diego

    Ma cosa c’entrano gli ultras ???
    basta scrivere stupidaggini prendendo come bersaglio la curva!
    Randazzo per me rimane una persona seria, se scrive questò lo potrà anche sostenere in un eventuale confronto legale con la società.
    Qualcuno poi dirà chi ha ragione o torto.
    Forza Atalanta sempre

  6. Scritto da deaforever

    Spiace dirlo, ma Randazzo- uno che all’Atalanta ha dato, ma che ha anche ricevuto tanto- dimostra, in questo caso, un’infinita miseria umana, morale e calcistica. E soprattutto, l’incapacità di affrontare con quella saggezza che la tarda età gli dovrebbe suggerire, un’uscita di scena definitiva e dignitosa. Onestamente; nessuno sentiva il bisogno di questa rivelazione a metà tra il gossipparo e il rancorosetto. Grazie al cielo, l’Atalanta ha sulle spalle 102 anni di storia..

  7. Scritto da paolinoneroblu

    Certo che da uno che ieri ha dichiarato trent’anni di amore per l’Atalanta non e’ mica male come coltellata alle spalle di societa’ e Ruggeri… ue Pelucchi… questo e’ peggio degli amici a ore… questo e’ ad anni e con scoppio ritardato. D’altronde, la vendetta pare proprio di quelle che si fanno dalle sue parti… perche’ non se ne torna la’? Che spieghi invece chi lo mando’ a BG e come fece ad entrare subito in societa’ dove mangio’ (bene) per tanti anni…

  8. Scritto da BERGAMO

    SISI E COLPA DEI ULTRA LAVRANNO COSTRETTO A CONFESSARE…

  9. Scritto da PAOLO

    Ecco un altro che sputa nel piatto dove ha mangiato.
    Avevo anche voglia di comprarmi il libro ma dopo questa INFAMATA
    caro il mio randazzino tienitelo pure…
    SOLO ATALANTA

  10. Scritto da marcov

    a chi parla a spropositi vorrei dire di andarsi a leggere la sentenza dell’epoca sul fatto.Infatti, si dice espressamente che pur avendo avuto delle impennate pazzesche il numero delle scommesse in determinate località (tanto da dover interrompere il servizio da parte della Snai e guarda caso in località che a vario titolo vedevano coinvolti i giocatori interessati), gli stessi giocatori sono stati scagionati perché non hanno scommesso direttamente e all’epoca dei fatti non era vietato scommettere sulle partite da parte dei parenti…

  11. Scritto da Marmo

    Perchè non ha fatto o detto nulla all’epoca dei fatti? Possibile che sia questa l’unica anomalia da lui notata in tutti quegli anni nell’ambiente? Sembra quasi una vendetta per non aver avuto, a suo tempo, una fetta della torta.

  12. Scritto da MARCO

    poteva raccontare emozioni, aneddoti e sensazioni uniche in 30 anni di Atalanta invece di sputare nel piatto dove ha mangiato e sollevare un polverone sbagliato nei modi ( coinvolgendo Mr Vavassori ed il nostro attuale Capitano) e nei tempi ( momento assai delicato della stagione).
    VERGOGNA !

  13. Scritto da unodibergamo

    In tutta franchezza chi cerca lo scoop non è Randazzo ma chi “pompa” questa notizia : il passaggio virgolettato non dice altro che lui ha il dubbio che la combine ci sia stata ma anche che rispetta la sentenza. Non vedo dove stiano gli estremi di una querela. Cosa querelano da Zingonia? Il dubbio di una persona? Non ha detto “la combine c’è stata” ha detto “rispetto la sentenza ma mi tengo i miei dubbi”…meno chiacchiere pià sostegno alla Dea..anche da parte degli organi di informazione!

  14. Scritto da le

    MA POERCHE’ AVREBBE DOVUTO RACCONTARE BALLE?.
    PROBABILMENTE E’ VERO QUELLO CHE SOSPETTA…
    E SE NON L’HA DETTO A TEMPO DEBITO E’ PROPRIO PER AMORE DELL’ATALANTA.
    SVEGLIA RAGAZZI!!!

  15. Scritto da le

    QUINDI I PARENTI HANNO SCOMMESSO.
    MI RICORDA UN CERTO IVAN GOTTI E SUO SUOCERO CHE VENNE TROVATO CON DEI PRODOTTI DOPANTI SUL CAMPER E DISSE CHE ERANO PER SUO USO PERSONALE, (DEL SUOCERO)..

  16. Scritto da Neroazzurrodoc

    Anch’io ero intenzionato ad acquistare il libro di Randazzo, nel quale mi aspettavo di trovare l’espressione del suo amore per l’Atalanta. Evidentemente non è così, anzichè amore c’è probabilmente del livore. Il libro per quanto mi riguarda resterà sugli scaffali della libreria, per finire al macero, il posto che gli spetta. Invito tutti i veri atalantini a seguire il mio suggerimento. Forza Atalanta.

  17. Scritto da Nerazzurro

    Diciamocela tutta, senza nascondersi dietro un dito (bravo Randazzo che quel dito se l’è levato):
    la combine molto probabilmente c’è stata

    Anche se la sentenza ha scagionato i coinvolti, è chiaro che l’entità e la quantità delle scommesse in certe località su quell’ Ata-Pist ha lasciato diversi dubbi,dubbi che il cav. Randazzo non ha paura di esprimere

    Considero la querela esagerata,atteggiamento tipico di chi ha la coda di paglia

    In ogni caso è una storia di 10 anni fa, quindi chissenefrega

  18. Scritto da B.N.A 68

    Randazzo fa sito che l’è mei…….!!! Come mai non hai parlato prima?
    O forse vuoi pubblicità per il tuo libro??
    Le tue parole in questo momento fanno solo male all’atalanta visto che il palazzo non aspetta altro per castigarci!!
    Ti consideravo un ottimo dirigente e tifoso atalantino, volevo comprare il tuo libro ma ho capito che vuoi solo vendicarti per come alla fine ti ha trattato la società…..!!
    Poèri………………

    Forza Dea da soli contro tutti!!

  19. Scritto da paolinoneroblu

    Beh.. ha scoperto l’acqua calda… gia’ che stava spalando poteva raccontare anche tutte gli intrighi di corna e amanti di giocatori e dirigenti degli ultimi 30…. e magari anche da chi fu raccomandato ai Bortolotti (qualche “buonanima” potente dal profondo sud a quanto si sa)… Bravo Randazzo… riconoscenza tre milioni sottozero!

  20. Scritto da marcov

    ha scoperto l’acqua calda

  21. Scritto da katanga

    due sagome i precedenti commentatori. vi rendete conto che quello che racconta Randazzo è gravissimo. Doni, il vostro idolo, è uno che trucca le partite. se è acqua calda come dite voi, che c’andate a fare allo stadio a vedere partite truccate? Svegliatevi

  22. Scritto da digeo

    Perchè randazzo non parlò allora esplicitamente in veste di dirigente?

  23. Scritto da marc1978

    e adesso dove sono quelli che hanno scritto di rimpiangere Randazzo? Io mi attendo che la famiglia Ruggeri quereli Randazzo, mi sembra il minimo verso i tesserati, i tifosi e soprattutto Ivan Ruggeri

  24. Scritto da sempre loro, per me

    ci sono di mezzo ancora gli ultras della curva nord dietro questa combine…..troppi interessi!