BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sabato fiaccolata contro la cava di Caravaggio

Una fiaccolata per dire no alla cava di Caravaggio. La manifestazione si terr?? sabato 3 ottobre. La partenza ?? fissata alle 18 dalla stazione di Caravaggio.

Più informazioni su

Una fiaccolata per dire no alla cava di Caravaggio. La manifestazione, organizzata da Martino Boschiroli, capogruppo dell’Udc nel consiglio comunale di Crema (Cremona), si terrà sabato 3 ottobre. La partenza è fissata alle 18 dalla stazione di Caravaggio. Alle 18.30 i partecipanti verranno ricevuto da don Assensi, rettore del santuario. "La salvaguardia del sistema dei fontanili è prioritaria – si legge nel omunicato diffuso dagli organizzatori -. Enti ed Istituzioni responsabili della progettazione del Piano Cave della Provincia di Bergamo, devono tener presenti e rispettare sia le recenti direttive della Comunità europea in tema di protezione delle acque sotterranee, sia le prescrizioni legislative che la stessa Regione Lombardia ha da poco emanato, proprio nella consapevolezza che la risorsa idrica, superficiale o sotterranea che sia, è un bene comune meritevole di particolare protezione, perchè scarso e facilmente soggetto a degrado. Che scavare nella falda acquifera provochi dissesto idro-geologico è un dato scientificamente appurato ed incontrovertibile: consentire l’attività estrattiva della cava di Caravaggio nel progettato sito ATE G38 avrebbe come immediato effetto il prosciugamento dei fontanili posti a monte, i quali, come è noto, da secoli alimentano il reticolo irriguo che scorre a valle ; nel lungo periodo, fenomeni di inquinamento e di eutrofizzazione delle acque porterebbe poi a mutamenti irreversibili del paesaggio e dell’ambiente annullando forse tutti gli sforzi di quelle generazioni passate che riuscirono a trasformare la paludosa pianura padana in una delle terre più fertili ed invidiate d’Europa. No alla cava è una parola d’ordine obbligatoria per chi voglia salvaguardare assieme al territorio, una civiltà che proprio nel saggio utilizzo e nella sapiente regolazione delle acque ha le sue antiche e solide radici. Per questo invitiamo alla partecipazione alla fiaccolata del 3 Ottobre sia i cittadini che l’insieme dei comuni, delle associazioni e delle forze politiche e sociali dell’alto cremasco e della bassa bergamasca, due aree che subirebbero un danno ambientale ed economico particolarmente grave se si realizzasse la mega-cava di ghiaia in falda a Caravaggio".
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.