BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuovo ospedale: “Tempi rispettati, si apre entro il 2010”

Le strutture principali ultimate entro la primavera dell'anno prossimo. Poi la fase dei collaudi e il delicatissimo trasloco dei pazienti in 20 giorni. "L'asta deserta? Colpa della crisi".

Più informazioni su

I lavori stanno nei tempi: il nuovo ospedale Papa Giovanni XXIII sarà inaugurato, se non ci saranno intoppi, entro il 2010. Ma intanto mancano 95 milioni di euro all’appello, quelli che l’azienda ospedaliera riteneva di poter ricavare dalla vendita e dalla riqualificazione dell’area dei Riuniti, per la quale però la prima asta è andata deserta (giusto ieri, 30 settembre, leggi). "Ora lavoriamo per una nuova asta", ribadisce il direttore dei Riuniti Carlo Bonometti di fronte alla Commissione regionale Sanità in visita al cantiere nella mattinata del 1° ottobre. "C’è un problema di mercato, ma adesso stiamo assistendo o comunque assisteremo prossimamente ad una ripresa e quindi non credo che si rischi di nuovo di andare a vuoto", ha concluso.
"Confermo, ritengo che tutto dipenda dalla situazione economica internazionale e dalla crisi locale dell’edilizia – aggiunge il presidente della Commissione Sanità Pietro Macconi -. Naturalmente, se dovesse andare male anche un’altra volta non credo proprio che la Regione lascerà sola l’azienda ospedalierà. Mi pare naturale: gli ospedali sono un’emanazione diretta della Regione e la Regione interverrà direttamente".
"Mi preme sottolineare che siamo nel pieno rispetto del quadro economico definito inziialmente di 340 milioni di euro – spiega Bonometti -. La consegna di tutte le opere avverrà all’inizio della primavera 2010. Poi seguiranno i collaudi e quindi si procederà al trasloco". Un trasloco che, stando ai dati attuali, riguarderà circa 1000 pazienti che da largo Barozzi (ospedali Riuniti) dovranno essere trasferiti alla Trucca. Un’operazione per nulla semplice, "per la quale abbiamo già un piano che prevede tempi stretti – secondo Bonometti – In 20 giorni bisognerebbe riuscire a realizzare quel passaggio".

L’asta deserta, le dichiarazioni del direttore generale

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.