BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cgil, Cisl e Uil: piano Tenaris inaccettabile

Le segreterie sindacali: : "E' inaccettabile scaricare solo sui lavoratori i costi di una ristrutturazione, dopo anni di imponenti ricavi positivi".

I lavoratori della Tenaris Dalmine e Sabbio si preparano allo sciopero di 8 ore in programma per venerdì 2 ottobre. Sciopero che prevede anche un presidio davanti allo stabilimento di Dalmine a partire dalle 8 di mattina.
La giornata di giovedì è stata caratterizzata dalle assemblee dentro la fabbrica, durante le quali il sindacato ha informato della pesante, e cioè dell’annunciata eccedenza a Dalmine di 717 dipendenti.
A Costa Volpino, dove gli esuberi previsti nel piano industrale Tenaris sono 119, praticamente metà stabilimento, le assemblee sono invece in programma mercoledì 7 ottobre e lo sciopero con presidio martedì 13 ottobre
Cgil, Cisl e Uil sostengono con forza le iniziative di lotta dei lavoratori della Dalmine: "E’ inaccettabile scaricare solo sui lavoratori i costi di una ristrutturazione, dopo anni di imponenti ricavi positivi. La Tenaris Dalmine si deve assumere maggiore responsabilità sociale nella gestione di questa ristrutturazione, rivedendo in modo massiccio le ripercussioni sui lavoratori e definendo strumenti alternativi che permettano di mantenere l’occupazione e il patrimonio professionale dei propri dipendenti".
Ma ormai, spiega il sindacato "tutto il territorio è investito da una profonda crisi. Occorre che il tema del lavoro e dello sviluppo, cosi come il sostegno dei redditi più bassi da lavoro e da pensione, assuma la vera priorità sia a livello nazionale che sul territorio".
Per questo le segreterie di Cgil, Cisl e Uil nei prossimi giorni convocheranno una conferenza stampa per fare il punto della grave situazione occupazionale che investe il territorio. Le stesse inoltre si incontreranno per definire tutte le iniziative sindacali che si riterrà opportuno mettere in campo a difesa dell’occupazione e del reddito di lavoratori e pensionati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberto fugazzi

    LE RISTRUTTURAZIONI FATTE IN TEMPI DI CRISI SONO CRIMINI SOCIALI ,A MENO DI RIDURRE l’orario di lavoro a parità di salario,oppure mettendo la cassa integrazione totalmente a carico delle aziende. Certo sono proposte operaie e quindi incompatibili con le logiche di profitto.In tempo di crisi gli interessi operai divergono completanente da quelli padronali. MORTE TUA …VITA MEA !
    ma andare contro il padrone è difficile,gli operai sono isolati e soli da anni,non hanno una propria organizzazione.

  2. Scritto da LILLO

    Ancora la triplice? Se siete voi la rovina di chi lavora!

  3. Scritto da claudio

    In realtà non scaricano solo sui lavoratori, ma anche sulle comunità dove queste multinazionali si trovano. E i media non danno spazio, neanche BGnews, a una questione: le aziende si sono mangiate territorio e portato disagi: diminuendo gli occupati, dovrebbero restituire anche parte di quel territorio (e vantaggi) che i comuni negli anni passati hanno dato loro. Ma i media devono campare anche loro e quindi allineati e zitti.

  4. Scritto da LILLO (LELLO LULLO)

    Krumiri !
    firmato la triplice (lillo lello lullo)

  5. Scritto da luca

    basta fare le vittime, accettate di essere scaricati, non capite i sacrifici dei titolari, tutto il girorno e la notte a pensare come evadere, come portare i capitali all’estero, pagano fior di milioni per commercialisti, lobby in parlamento ……………………voi dipendenti non avete mai capito e mai capirete PS un ringraziamento a lega-ladrona, che pur essendo un partito giovane ha imparato alla svelta