Autostrade

Situazione critica nel Nord Est

Nella mattinata e nel pomeriggio di sabato 1° agosto situazione critica, in particolare, nel nordest dove si registrano decine di chilometri di code. La situazione più difficile sul passante di Mestre con 32 chilometri di auto incolonnate, chiuso e riaperto dopo le 16

L’estate delle estenuanti code in autostrada verso il mare e di treni affollati dai vacanzieri è entrata nel vivo. Abbassate le serrande dei negozi e spenti i computer negli uffici, milioni di italiani hanno iniziato già da venerdì pomeriggio a mettersi in viaggio per raggiungere le mete turistiche.
Nella mattinata e nel pomeriggio di sabato 1° agosto situazione critica, in particolare, nel nordest dove si registrano decine di chilometri di code. La situazione più difficile sul passante di Mestre (recentemente inaugurato) con 32 chilometri di auto incolonnate e poi chiuso. L’Autovie Venete ha provveduto a distribuire diecimila bottiglie d’acqua agli automobilisti in fila. Slo dopo le 16 è stato riaperto al traffico.
Per domenica allerta caldo in molte città. Previste temperature di 38 gradi a Civitavecchia, Messina, Bari, Cagliari e Milano, di 37 a Catania e a Napoli, di 36 a Perugia, Roma, Frosinone, Latina e Pescara. Lunedì la temperatura percepita toccherà di nuovo i 38 gradi a Civitavecchia, Messina, Bari, Cagliari e Catania.
Passante di Mestre. La situazione più critica sulla A4 intorno Venezia, dove si sono registrati rallentamenti e code per 32 chilometri sul passante di Mestre. Poco dopo le 14 il passante è stato chiuso per essere riaperto dopo le 16.
Il traffico è stato deviato sulla tangenziale. Lo ha deciso la società Autostrade Padova-Venezia per tentare di ridurre le code per il forte traffico legato all’esodo di agosto. I problemi sono iniziati già nel corso della notte. Un tamponamento tra cinque auto, senza conseguenze per le persone coinvolte, ha aggravato la situazione che è andata peggiorando con il passare delle ore. La società autostrada Padova-Venezia, ma anche il Compartimento Veneto della Polstrada, hanno fatto sapere di aver chiesto l’intervento, tramite la Prefettura lagunare, della protezione civile.
Il blocco, è stato riferito dalla società autostradale, è avvenuto all’imbocco con la A4 dove si forma un imbuto del traffico che proviene dalla Tangenziale. Tangenziale miracolosamente vuota. Per questo i tecnici della società Padova-Mestre hanno messo sui pannelli messaggi per invitare gli automobilisti di scegliere la Tangenziale come alternativa al Passante per superare il nuovo ‘muro’.
La situazione resta complessa anche una volta superato l’ingorgo veneziano, con rallentamenti diffusi praticamenente fino a Trieste.
Il traffico poi è fortemente rallentato sulla A4 tra Verona e Padova, e intorno al capoluogo patavino si segnalano diverse situazioni di traffico intenso. Sempre sulla A4 si sono formate code tra Grumello e Ponte Oglio per un incidente.
Otto chilometri di code inoltre da Trieste verso la Slovenia e da Como monte Olimpino alla dogana con la Svizzera, dove i rallentamenti sono di circa 4 chilometri. Sull’autostrada del Brennero sono segnalate code intorno a Bolzano e tra Verona e Rovereto.
Diecimila bottiglie di acqua sono state preparate da Autovie Venete per dissetare gli automobilisti in coda sull’A4 Venezia-Trieste. La distribuzione da parte di personale di Autovie Venete e di due squadre di volontari della Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia, è cominciata in mattinata alla barriera di Trieste-Lisert, dove dall’alba c’era una coda di 8-9 km di auto in direzione dell’Istria.

Le tratte più affollate. Le strade, sulle quali per oggi sono previsti 8 milioni di vacanzieri, sono affollate in direzione di quasi tutte le località turistiche. Alle ore 12 le tratte con traffico più intenso sono le seguenti: sulla A1 tra Casalpusterlengo e Fiorenzuola, con tempi di percorrenza di circa 45 minuti; sulla A10 tra Arenzano e Celle Ligure, con tempi di percorrenza di circa 30 minuti; sulla A14 tra Bologna Borgo Panigale e Imola, con tempi di percorrenza di circa 85 minuti, tra Faenza e Rimini Nord con tempi di percorrenza di circa 100 minuti, e fra Trani e Bari Nord con tempi di percorrenza di circa 60 minuti.

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI