BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ma Bergamo non è solo via Quarenghi

Ancora un blitz delle forze dell'ordine. Ancora in via Quarenghi. Si fa fatica, pur nella consapevolezza che quella zona abbia seri ed evidenti problemi di sicurezza, ad accettare che il 90 per cento ed oltre degli interventi di polizia locale, carabinieri, poliziotti e guardia di finanza siano concentrati in quelle poche centinaia di metri.

Più informazioni su

Ancora un blitz delle forze dell’ordine. Ancora in via Quarenghi. Si fa fatica, pur nella consapevolezza che quella zona abbia seri ed evidenti problemi di sicurezza, ad accettare che il 90 per cento ed oltre degli interventi di polizia locale, carabinieri, poliziotti e guardia di finanza siano concentrati in quelle poche centinaia di metri. Bergamo non è solo via Quarenghi. Ci sono altre vie, altre piazze, altri angoli più o meno nascosti che necessitano di attenzione. Lo sanno bene i cittadini che vivono alla Malpensata, per esempio. O quelli del Monterosso.
Insistere solo e soltanto su via Quaregni, peraltro, rischia di rivelarsi controproducente. Perchè se non bastano i blitz pressochè quotidiani, se non basta il presidio fisso dei vigili, se non basta che l’assessore alla Sicurezza abbia stabilito lì il suo ufficio, se non bastano le telecamere, beh allora conviene alzare bandiera bianca. Meglio dichiarare via Quarenghi "enclave del crimine", mettere dei cavalli di frisia agli ingressi e alle uscite e lasciare che quella rimanga una zona a sè. 
All’assessore Invernizzi, in queste settimane un po’ troppo prodigo di annunci, e ai responsabili delle forze dell’ordine ci permettiamo, con la certezza di ricevere un risolino di compatimento, una semplice preghiera. Cercate di ricordarvi che Bergamo non si riduce a via Quarenghi. Troppo scontato per doverlo ripetere? Forse sì. Ma a giudicare da quel che succede, pare proprio di no.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rob

    Scusate, una domanda. Cosa è successo di così catastrofico in via Quarenghi ? A memoria non ricordo ……

    Io mi sento più sicuro passeggiare da solo alle 11 della sera in via Quarenghi che in Via Monte Cornagera o Via Nino Bixio.

  2. Scritto da YU

    Io sono dell’idea che a Bergamo, come in tante altre città, ci siano troppi vigili e “responsabili della sicurezza cittadina” che dovrebbero farsi un esame di coscienza… Quante volte vi è capitato di girare per le vie della città e vedere vigili e vigilesse che per non offendere definirei “fuori forma” passeggiare a braccia incrociate o con la sigaretta accesa, in chiacchera a gruppi di due o?? E noi dovremmo affidare la sicurezza delle nostre case e famiglie a gente simile… E’ una vergogna!

  3. Scritto da Alfredo

    Mi sa che se devono battere il ferro caldo in via quarenghi dovranno impiantare un’acciaieria, con si sitemi non si risolverà nulla ne in via Quarenghi ne altrove, il fasllimento della destra sta proprio nella sua logica puramente repressiva, non funziona.
    E i commenti sotto ne sono la riprova più netta, il populismo fascstoide ferà vincere le elezioni, ma poi bisogna dimostrare ai cittadini che si aspettano risultati che funziona, e qui casca l’asino.

  4. Scritto da Mirko Isnenghi

    Ok Zapperi, i problemi sono anche in altre zone della città.Non si risolve il problema se non si interviene sulla legalità, per esempio su cittadini che affittani piccoli appartamenti a decine di persone con problemi di igiene, negozi che vendono prodotti avariati, parrucchieri che pur con numeroso personale non rispettano gli studi di settore (evasione). Non vorrei che la sicurezza venisse gestita con la solità superficialità senza andare a fondo del problema, con il degrado che ne consegue.

  5. Scritto da Maverik

    Fichè troveranno illeciti perpetrati dai viaquarenghini, ritengo che si debba battere il ferro
    E chi invoca controlli in altre zone, evidenzia il fatto che la sinistra non ha fatto il suo dovere quando era il potere e che i bergamaschi han fatto bene a far vincere la destra

  6. Scritto da cecco

    è 1 mese che c’è la nuova giunta..pian piano i controlli si faranno nei vari quartieri..
    ma lasciamo ai criticoni il loro spazio (tanto se lo prendono lo stesso)

  7. Scritto da Stefano

    I controlli li si fanno da tempo. Basta con le demagogie elettorali.
    (siamo sempre in campagna elettorale?)
    A Bergamo servono più poliziotti in carne e ossa sul territorio ad occuparsi di attività investigative e quanto serve.
    Ha ragione il direttore, non c’è solo via Quarenghi e purtroppo probabilmente tante cose che neanche ci immaginiamo.
    Coraggio!

  8. Scritto da Andrea Mazzoleni

    La vera emergenza a Bergamo sono gli anziani e la chiesa che opprimono i giovani, gli immigrati e il libero pensiero in generale.

  9. Scritto da Daniela

    Concordo.In effetti il problema non è solo Via Quarenghi che tra l’altro ormai è un quartiere in cui vivono solo extracomunitari (dato che gli italiani sono stati “costretti” ad andarsene) ma è tutto il centro di Bergamo, vedi Via Moroni, Via San Bernardino via Broseta che purtroppo stanno peggiorando sempre di più e purtroppo credo che arriveranno ai livelli di Via Quarenghi prima o poi. Mi chiedo però se è giusto lasciare andare il centro di una bella città in questo modo.

  10. Scritto da bocagliù

    Concordo in pieno. Oltre al centro ci sono anche gravi problemi di sicurezza in periferia….vedi zona del SERT tra Boccaleone e Celadina…

  11. Scritto da marcov

    da qualche parte bisogna pur iniziare non credete?

  12. Scritto da paolo p.

    Come no? Ma da qualche altra parte bisogna pur finire, perchè se si rimane sempre nello stesso posto qualcosa non gira a dovere. Che ne dici, amico?

  13. Scritto da marcov

    mi vuoi far credere che si stava meglio quando i controlli non veniva fatti ne di qui ne di là? è proprio vero che polemizzare è lo sport nazionale………….amico