BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lotta all’inquinamento: fuorilegge i veicoli Euro2

La Regione ha varato il pacchetto in difesa della qualità dell'aria. Nel 2010 entrerà in vigore il divieto di circolazione per 250.000 veicoli. Undici milioni e mezzo i contributi per la rottamazione

Più informazioni su

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

st1\:*{behavior:url(#ieooui) }


/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-style-parent:””;
font-size:10.0pt;”Times New Roman”;}

La Giunta della Regione Lombardia ha varato un "pacchetto" di provvedimenti per la qualità dell’aria che comprende un nuovo stanziamento complessivo di 11,5 milioni di euro per favorire l’utilizzo di mezzi a minor impatto e una delibera con i provvedimenti per i mesi invernali (ottobre-aprile).

In particolare sono stati approvati:
– un bando da 3 milioni per favorire la rottamazione di mezzi inquinanti da parte degli ultrasessantenni con l’assegnazione di  contributi per il trasporto "pulito" (per il comune di Milano);
– un bando da 3,2 milioni per incentivare la rottamazione dei vecchi ciclomotori e motocicli Euro 0 e Euro 1 e favorire l’acquisto di mezzi nuovi a nullo o basso impatto ambientale (elettrici, ibridi o Euro 3) con contributi che arrivano fino a 2.000 euro;
– un bando da 3,6 milioni per il rinnovo del parco mezzi degli enti locali;
– un bando da 1,4 milioni per l’installazione di pannelli solari sugli edifici pubblici.
 La limitazione alla circolazione per le vetture diesel Euro 2, prevista dal 15 ottobre 2009, riguarda circa 250.000 veicoli, di cui 120.000 automobili, e 145.000 mezzi leggeri e pesanti.

Via libera anche alle misure di contenimento dell’inquinamento per i mesi invernali con alcune importanti novità: l’estensione delle limitazioni al traffico ai veicoli diesel Euro 2 (già decisa lo scorso anno e che ora entra in vigore) nella zona critica A1, la decisione di aumentare  progressivamente le limitazioni al traffico:
– dal 16 aprile 2010, entrerà in vigore il divieto permanente di circolazione per la zona critica A1;
– dal 15 ottobre 2010 al 15 aprile 2011, quindi con l’avvio della stagione invernale, il divieto sarà esteso al resto della Lombardia dalle 7.30 alle 19.30 dal lunedì al venerdì;
– dal 16 ottobre 2011 ci sarà il divieto totale alla circolazione di questi mezzi in tutta la Lombardia. 

La zona A1, definita area critica, è quella in cui gli studi sin qui svolti hanno dimostrato esiste la maggiore concentrazione di sostanze inquinanti. Interessa i territori che si trovano nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Pavia e Varese, per un totale di 209 comuni.

Viene introdotto l’obbligo per tutti gli autoveicoli della Regione Lombardia di esporre la vetrofania con la classe del veicolo dal 15 ottobre 2010.

 
Mobility Card
I cittadini ultrasessantenni a basso reddito residenti a Milano che decideranno di rottamare una vettura Euro 0, Euro 1 diesel o Euro 2 diesel avranno a disposizione un contributo di 3.000 euro (attraverso una "mobility card") da spendere per utilizzare altre forme di mobilità "sostenibile" (trasporto pubblico locale, taxi, car sharing, bike sharing).
 
MOTO
Il bando, che sarà pubblicato nelle prossime settimane e resterà aperto fino a esaurimento fondi, stanzia 3.230.000 euro, destinati ai cittadini residenti nella zone critiche A1 e A2 e alle imprese per la rottamazione dei vecchi ciclomotori e motocicli Euro 0 e Euro 1 e/o l’acquisto di mezzi nuovi a nullo o basso impatto ambientale (elettrici, ibridi o Euro 3).  . 

Questo il dettaglio dei contributi (dove non indicato il contributo è messo a disposizione al 100% da Regione Lombardia).

Demolizione:
80 euro per la demolizione di un ciclomotore o motociclo Euro 0 o Euro 1;
Acquisto di mezzo elettrico:
– 400 euro per l’acquisto di un ciclomotore elettrico con velocità fino a 25 km/h più 80 euro per eventuale demolizione di un mezzo Euro 0 o Euro 1;
– 800 euro per l’acquisto di un ciclomotore elettrico con velocità massima tra 26 km/h e 45 km/h più 80 euro per eventuale demolizione di un mezzo Euro 0 o Euro 1;
– 1.000 euro per l’acquisto di un motociclo elettrico o ibrido con velocità massima superiore a 46 km/h più 80 euro per eventuale demolizione di un mezzo Euro 0 o Euro 1
– 1.000 euro per l’acquisto di un triciclo elettrico o ibrido più 80 euro per l’eventuale demolizione di un mezzo Euro 0 o Euro 1
– 2.000 euro per l’acquisto di un quadriciclo leggero o pesante elettrico o ibrido più 80 euro per eventuale demolizione di un mezzo Euro 0 o Euro 1
 
Acquisto di mezzo a benzina:
– 200 euro (100 Regione Lombardia + 100 casa costruttrice o concessionario) per l’acquisto di un motociclo da 51 cc a 200 cc a benzina Euro 3 più 80 euro per eventuale demolizione di un
mezzo Euro 0 o Euro 1;
– 400 euro (200 Regione Lombardia + 200 casa costruttrice o concessionario) per l’acquisto di un motociclo da 201 cc a 400 cc a benzina Euro 3 più 80 euro per l’eventuale demolizione di
un mezzo Euro 0 o Euro 1;
– 200 euro (100 Regione Lombardia + 100 casa costruttrice o concessionario) per l’acquisto di un triciclo da 51 cc a 200 cc a benzina più 80 euro per eventuale demolizione di un mezzo Euro
0 o Euro 1;
– 400 euro (200 Regione Lombardia + 200 casa costruttrice o concessionario) per l’acquisto di un triciclo da 201 cc a 400 cc a benzina più 80 euro per eventuale demolizione di un mezzo Euro
0 o Euro 1.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.