BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I venerdì del borgo: mal gestiti, rumorosi, puro business

Un abitante della via evidenzia una serie di pecche nella iniziativa "Passeggiando sotto le stelle" e accusa i promotori di nn averla gestita in modo da non danneggiare i residenti.

Più informazioni su

Con l’approssimarsi del termine della manifestazione “Passeggiando sotto le stelle” di Borgo Santa Caterina, da abitante della via mi preme fare alcune valutazioni sul risultato di tale manifestazione, nella speranza che anche le opinioni dei singoli cittadini abitanti in questa via, vengano prese in considerazione soprattutto quando si assumono decisioni che vanno a intaccare i loro diritti.
L’appuntamento in questione è stato presentato come un’occasione per aiutare il Borgo a restare vivo e evitare che si trasformi in un quartiere qualsiasi ma, in tutta franchezza, l’impressione che da abitante della via ne ricavo, è che la manifestazione serva principalmente ad aumentare gli incassi di alcuni esercizi commerciali della via stessa.
Contesto all’Associazione Amici del Borgo, promotrice dell’evento, la mancanza di organizzazione in merito alle modalità e ai tempi previsti per lo svolgimento delle serate: non basta radunare le masse, bisogna anche saperle gestire, in modo da non penalizzare ulteriormente, al di là dei disagi che gli abitanti del Borgo hanno preventivato di subire, quei cittadini che effettivamente costituiscono la vita quotidiana del Borgo.
Nello specifico mi riferisco al mancato controllo sul comportamento degli avventori di due locali della via situati nel tratto compreso tra la Chiesa Parrocchiale e l’incrocio con via dei Celestini che, noncuranti del fatto che la mezzanotte fosse passata e che la via fosse stata riaperta al traffico, continuavano a stazionare e a schiamazzare in mezzo alla strada. E non parlo di poche decine di persone ma di parecchie centinaia che, addirittura, il primo venerdì di chiusura della via, allo scoccare della mezzanotte si sono messi a fischiare e a inveire nei confronti delle forze dell’ordine che avevano riaperto la strada al traffico. Purtroppo la situazione si è ripetuta ogni venerdì sera e non per pochi, tollerabili, minuti ma andando ben oltre l’1,00 di NOTTE. Mi chiedo dov’era il presidente dell’Associazione a quell’ora e perché da responsabile organizzativo dell’evento non si è preoccupato di verificare personalmente l’andamento delle serate.  
Mi preme ricordare che noi abitanti della via siamo abituati alla chiusura della strada in occasione della festa dell’Apparizione della Beata Vergine e l’accettiamo di buon grado perché quelle sono serate che, nel solco della tradizione tengono vivo il Borgo, e si basano su valori reali e non si riducono a banali estensioni di alcune attività commerciali; purtroppo, invece, anche da noi si sta cominciando ad assistere a un degrado di valori caratterizzati dalla maleducazione legalizzata in nome del business.
Si fa un gran parlare di “pericolo alcool” per i giovani e poi si creano occasioni artificiose per poter incrementare le opportunità di vendita e consumo degli alcolici.
Per concludere mi piacerebbe che il Comandante della Polizia locale, il Presidente della Circoscrizione, il Sindaco e gli Assessori preposti mi spiegassero:
1.      su quali basi vengono concesse autorizzazioni per manifestazioni che si protraggono per parecchio tempo in orario notturno e in giornate lavorative, andando a ledere i diritti di cittadini che abitano nella via e che vengono solo penalizzati da queste “serate”;
2.      perché non si è pensato di diminuire i disagi degli abitanti della via per esempio riservando loro dei parcheggi al di fuori della via stessa dato che dalle 20,00 alle 24,00 non è possibile entrare o uscire da casa propria con la propria autovettura;
3.      perché, pur sapendo che la via è abitata da molti anziani, si sono autorizzati concerti a tutto volume, amplificati sia elettronicamente nonché dal rimbombo sulle pareti della via stessa che oltrepassano di gran lunga i famosi 76 decibel prescritti dalla legge a tutela della salute del cittadino e, soprattutto, non nella prima parte della serata ma sempre dopo le ore 22,00;
4.      come mai, e prendo a esempio l’ultimo venerdì, la pattuglia di Polizia locale dopo aver riaperto la via al traffico e dopo aver constatato che la stessa era occupata da diverse centinaia di persone creando una grave pericolo per il transito, si è allontanata lasciando sola la pattuglia di Polizia di Stato che ben poco ha potuto fare di fronte a tanta gente e a tanta maleducazione salvo tentare di radunare i giovani sul marciapiede in modo da non essere investiti dai veicoli;
5.      come mai pur in violazione di diverse leggi (occupazione di suolo pubblico, disturbo della quiete pubblica con esecuzioni musicali al livelli sonori dannosi, intralcio al traffico, schiamazzi notturni, somministrazione di alcolici a minorenni…) le forze dell’ordine non sono intervenute in modo adeguato per ripristinare lo stato di diritto, come al solito ci si trova nella situazione in cui si è leoni con i singoli ma agnelli con le masse e anche in questo caso chi subisce è il cittadino che le leggi le rispetta…
Per chi avanzasse dei dubbi su quanto da me sopra riportato sono a disposizione delle riprese video che mi sono premurato di effettuare venerdì 24 luglio u.s.
Tutti d’accordo nel voler far vivere il Borgo, ma lasciamo vivere anche i borgatari. Nella speranza che la nuova amministrazione Comunale che si è trovata a dover gestire iniziative prese da altri rifletta attentamente sui contenuti, sulle finalità e l’organizzazione di queste manifestazioni, porgo cordiali saluti.
Lettera firmata 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Albino

    Sostanzialmente mi sembra che la lettera non si lamenti del fatto che si organizzino le serate, semmai che non finiscano nei modi e negli orari previsti. Come dice cris al n12 basta la via di mezzo, chi abita nella via sopporta fino alle 24, poi chi si diverte accetti che è finita e termini la sarata altrove!

  2. Scritto da luca

    Consiglio al Signore un po’ nevrotico che ha scritto la lettera di spostare la residenza a Colognola oppure alla Malpensata dove godrà di tranquillità e beatitudine…tra un volo di un cargo russo che ti fa tremare il pavimento e un Tupolev, un charter carico di pellegrini e un volo di linea…ogni tre benedetti minuti. Il tutto condito da tonnellate di gasolio sulla crapa…Suvvia gente, un po’ di imbarazzo per tutti. Ognuno ha la sua croce e un po’ di senso civico non guasterebbe.

  3. Scritto da g

    da bergamaso mi dispiace vedere come la maggior parte dei bergamaschi voglia una città vuota e silenziosa, ferma, immobile e chiusa su se stessa … era così 20 anni fa … e oggi sembra andare sempre peggio … boh…

  4. Scritto da lele

    l’errore della manifestazione sta nella riapertura della strada! dovrebbero lasciarla chiusa tutta notte, non solo fino alle 24

  5. Scritto da cris

    Ma è così assurdo pensare a una via di mezzo tra chi vorrebbe una Bergamo silenziosa e addormentata e chi invece pretende “movida” ad oltranza? Un po’ di civiltà e rispetto da entrambe le parti e tutto sarebbe fattibile, ma come al solito gli estremismi portano solo conflitti…peccato

  6. Scritto da Matteo

    ma scusi caro signore, ma piuttosto che stare alla finestra a fare video riprese di gente che viveva e si divertiva! non poteva scendere in strada e bersi una birretta o un bicchiere di buon vino? sa non è che nei locali servono solo quei coktail da “sballoni”! cosi magari si rilassava un attimino e magari si divertiva anche e riusciva a fare un bel pisolino!!!

  7. Scritto da WSCATERINA

    Il 2 è ironico ovviamente….

  8. Scritto da io

    Mamma mia che bacchettone…
    tutto questo bla bla per 3 ore di rumore (fino alle 22 infatti è tutto consentito giusto?? )..
    Pure io vorrei che tutti avessero macchine e moto elettriche (dato che devo dormire di giorno) anzichè suv giganti e motorette senza marmitta, però mi adatto…
    Su un po di tolleranza. basta lamentele..

  9. Scritto da WSCATERINA

    Vivendo nei pressi di un ospedale sono anni che vengo disturbato dal rumore delle ambulanze che, in barba al limite prefissato dei 76 decibel, turbano il mio sonno. E’ del tutto evidente la maleducazione degli autisti che, in condizioni di traffico limitato, si ostinano ad utilizzare la sirena non limitandosi ai lampeggianti.
    La cosa non si ripete per 4 volte in un unico mese, ma tutte le sante notti dell’anno. Chiedo provvedimenti.

  10. Scritto da Sergio Locatelli

    Caro io (o forse me, lui e chi altro; l’educazione passa anche attraverso il mettere nome e cognome), non si tratta di essere bacchettoni e antiquati. Il concittadino che ha manifestato il proprio disappunto ha evidenziato un problema noto. Non critica l’organizzare ma l’organizzare bene. E questo purtroppo è un dono che in virtù della tanto decantata libertà che proclami, permette a tutti di fare il padrone in casa d’altri. Cordialmente.

  11. Scritto da bergamo città morta

    che città di brontoloni…. DAI E’ ESTATE, non fatemi credere che alle 20.30 siete tutti a nanna….
    che tristezza andate all’ospizio se volete la pace

  12. Scritto da Marica

    Ma il 2 è ironico o è serio?

  13. Scritto da No ai bimbi

    Io sapete cosa non sopporto invece, le pause pomeridiane dei bambini della scuola materna… Avete mai provato a tornare dal lavoro mattutino e provare a dormire con quei nanetti che urlano come pazzi per ore. Dovrebbero organizzare meglio le urla dei bambini/e, altro che la festa in borgo santa caterina che dura 4 venerdì all anno..
    Ti consiglio di tenerti stretta quella festa e non ti auguro di finire da qualche altra parte in cui il rumore c’è 365 giorni l anno.

  14. Scritto da AA ass anonimi

    a sergio locatelli, il tuo tentativo di passare per persona educata, si traduce in maleducazione e prepotenza inqualificabile, io non so e non m’interessa se il nome dell’autore non è stato indicato per scelta sua o della redazione, ciò non è importante.
    ps gia che ci sei e ti piace fare lo sbruffone , metti anche il tuo numero di telefono ( quello vero )

  15. Scritto da Roby

    pure io sono di santa caterina ma non vedo tutti sti problemi. qualche disagio c’è stato, ma mi sembri un pò esagerato in certi passaggi. cmq tranquilli che con le nuove leggi targate lega tra un pò gireranno solo le ronde dopo mezzanotte..