BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Crisi Franco Chiesa: incontro sindacati-Provincia

Dopo la cessione delle filiali di Cantù, Romano di Lombardia e Villa d’Adda rimangono ancora 238 lavoratori della Franco Chiesa spa per cui è necessario trovare una soluzione. Di questi, oltre 200 si trovano in provincia di Bergamo.

Più informazioni su

Dopo la cessione delle filiali di Cantù, Romano di Lombardia e Villa d’Adda rimangono ancora 238 lavoratori della Franco Chiesa spa per cui è necessario trovare una soluzione. Di questi, oltre 200 si trovano in provincia di Bergamo. Continua a preoccupare il tracollo dell’azienda specializzata in vendita e installazione di idrosanitari, attrezzature e ferramenta, sistemi di riscaldamento e condizionamento, che a marzo aveva aperto formalmente una procedura di mobilità, poi ritirata, e per la quale il Tribunale di Bergamo a maggio aveva accolto la proposta di Concordato con cessione dei beni. Dal 20 maggio scorso è in corso una cassa integrazione.
Giovedì  30 luglio si è svolto il primo incontro fra RSU (i rappresentanti sindacali dell’azienda) e sindacati di categoria col nuovo assessore provinciale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Enrico Zucchi.
“Durante l’incontro, insieme alla RSU, abbiamo chiesto che nella valutazione delle offerte si tenga conto prioritariamente della salvaguardia dei livelli occupazionali. L’incontro è stato utile per sottoscrivere un accordo di mobilità volontaria per la ricollocazione occupazionale dei lavoratori, strumento che si affianca alla cassa integrazione straordinaria, confermata per 12 mesi” hanno commentato all’uscita dal confronto con la Provincia Roberto Rossi della Filcams-Cgil, Alberto Citterio della Fisascat-Cisl, Maurizio Regazzoni della Uiltucs-Uil. “Riteniamo che oggi si sia compiuto un passo in avanti ulteriore per la tutela dei lavoratori della Franco Chiesa, colpiti da una crisi che vede responsabilità non solo di carattere economico generale. L’assessore provinciale ha, poi, illustrato tutte le opportunità derivanti dagli strumenti di politiche attive quali qualificazione, riqualificazione professionale e orientamento per la ricerca di una nuova occupazione. Per questo motivo c’è la disponibilità ad un intervento diretto in azienda, che si terrà a settembre”.
Il 5 agosto nella sede aziendale di Bergamo si terrà un incontro finalizzato a una soluzione per la filiale di Gera Lario (CO), che attualmente occupa 17 lavoratori. Nella stessa giornata, è in programma anche un’assemblea sindacale con i lavoratori di tutte le filiali dalle 14.30.
La Franco Chiesa spa aveva punti vendita e magazzini in via Cesare Correnti a Bergamo, a Romano di Lombardia, a Cologno al Serio, a Clusone e a Villa d’Adda. Fuori provincia l’azienda si trovava a Cantù e Gera Lario (Como) e a Sesto San Giovanni (Milano).

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da punto G

    Tra chi ancora aspetta di sapere quale sarà il suo destino,e chi si trova già nelle braccia della “Abbatista”,non so proprio chi se la passerà meglio.
    Ma questo è il giusto epilogo di una vicenda nella quale si è pensato solo all’interesse personale.
    Amen.