BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Provincia a Porta Sud: progetto da non buttare a mare”

Intervista al neo assessore al Bilancio e al Personale in Provincia di Bergamo. Mario Gandolfi scommette che "la pi?? grande sorpresa del prossimo quinquennio sar?? proprio il presidente Pirovano".

Tifa Fiorentina ("sono un grande amico di Montolivo"), pesa ogni parola, non accetta provocazioni politiche e scommette che "la più grande sorpresa del prossimo quinquennio sarà proprio il presidente Pirovano". Apparentemente a Mario Gandolfi, già sindaco di Fontanella, provenienza An oggi Pdl, neo-assessore al Bilancio e al Personale nell’amministrazione capitanata proprio dal lumbard Ettore Pirovano, è rimasto ben poco del "pierino" che nell’ultimo decennio in Consiglio provinciale stuzzicava sia la propria maggioranza che l’opposizione leghista.

Stando alle voci del toto-giunta lei è diventato assessore con un po’ di fatica, ostacolato proprio dal vicecoordinatore del Pdl, Pietro Macconi, anche lui approdato al partito unico da Alleanza nazionale. E’ vero?
Le ho sentite e lette anch’io queste voci. Posso dire solo che Macconi mi ha detto di non aver mai voluto intralciare il mio ingresso nell’esecutivo. Non ho motivo per non credergli: in effetti in giunta ci sono.

Si dovrà occupare dei conti di Via Tasso, compito non certo facile con i chiari di luna attuali, vedi crisi economica e patto di stabilità. Ha già in mente una strategia?
Sto ancora prendendo coscienza della situazione: i temi del bilancio e della gestione del personale sono impegnativi e complessi, ora comincio a conoscerli. Mi auguro che dieci anni di esperienza come sindaco di Fontanella mi aiutino a capire i meccanismi simili, anche se naturalmente non si possono paragonare le due situazioni.

Il suo approccio è quello di chi vuole rivoluzionare la situazione precedente oppure proseguire nel segno della continuità?
Nessuna rivoluzione e nessuna continuazione a priori: ogni situazione verrà valutata senza preconcetti e senza pregiudizi.

Certo lei si trova in una situazione un po’ ardua: da una parte il presidente che ha già annunciato di voler cambiare tutto o molto rispetto alla precedente gestione, dall’altra lei che tutto sommato ha partecipato alla gestione precedente.
Non è vero che Pirovano vuole cambiare tutto. Ha già ribadito che ci saranno modifiche laddove si riterranno necessarie. E questo lo condivido pienamente. 

Facciamo degli esempi. C’è stato chi ha accusato la giunta Bettoni di avvalersi d troppi consulenti esterni. Lei privilegerà la struttura interna o affiderà incarichi a esperti non dipendenti?
Ho sentito queste critiche, ma non ho ancora approfondito la questione. Diciamo che per mia formazione personale tenderei a privilegiare la struttura interna.

C’è un altro tema dirompente nel dibattito amministrativo-politico: Porta Sud, ovvero la sede della Provincia in quest’area cittadina. Un progetto che ha visto la Lega fortemente contraria e il Pdl invece, in Via Tasso almeno, chiaramente favorevole. Come vede questo progetto adesso che peraltro il concorso è stato annullato dal Tar?
Un progetto da valutare con attenzione. A mio parere può essere rivisto, ma non va buttato a mare. E’ un progetto molto ampio, ma se vogliamo parlare della parte che riguarda la sede della Provincia dico subito che io, per questioni logistico-organizzative, non sono mai stato contrario al trasferimento lì. Che poi l’ente si riunisca in una, due, tre torri… questo si può discutere. Quel che è certo è che non si può realizzare se non ci sono le risorse economiche: o le abbiamo in casa oppure…

L’assessore al Bilancio è quello che più ha a che fare con il resto della Giunta. E’ pronto a ripsondere ai tanti che verranno a bussare per batter cassa?
Spero bussino in pochi, o comunque solo quando strettamente necessario.

Verranno dopo che avranno stabilito quali progetti realizzare per capire se ci sono i soldi.
Veramente credo che si debba lavorare nel modo opposto a questo. Prima verificare a livello economico-finaziario se ci sono le risorse e poi mettere in cantiere i progetti. Ma è evidente che il nostro sarà un lavoro di gruppo. Credo di aver capito che lo sarà a prescindere, un po’ per tutti i settori.

In che rapporti è col sindaco di Bergamo, Franco Tentorio, anche lui esponente di An?
Ottimi. Fraterni.

Il rapporto tra Città e Provincia, governate dalla stessa coalizione, passerà quindi anche attraverso di lei?
Sono certo, a prescindere, che Pirovano e Tentorio collaboreranno e che sarà più facile rispetto al passato creare delle sinergie tra i due enti. Diciamo che questo non è successo sempre nel quinquennio precedente.

Tra An e Lega non sempre corre buon sangue: non teme scontri politici con i colleghi della maggioranza?
L’unico tema che ci ha visti profondamente divisi è quello della secessione, di cui da tempo nessuno parla più. Poi non escludo qualche divergenza sulle cose da fare, ma quelle ci sono anche all’interno dello stesso partito.

Cosa pensa dell’ex presidente Bettoni, con cui ha collaborato per dieci anni?
Penso, ma gliel’ho detto chiaro e tondo, che non avrebbe dovuto candidarsi. Ha fatto male a scendere in campo. 
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da riccardp

    la più grande sorpresa del prossimo quinquennio sarà proprio il presidente Pirovano… E oggi si è proprio verificato, una vera sorpresa!!! Abbiamo un Presidente pianista.

  2. Scritto da Bo e Luke

    “la più grande sorpresa del prossimo quinquennio sarà proprio il presidente Pirovan” quando chiuderanno le province?

  3. Scritto da negrito

    da un politico esperto e navigato come Gandolfi mi sarei aspettato qualche contenuto, invece di una sequela di “vedremo”, “devo approfondire”, “non so”. Come se non avesse passato gli ultimi dieci anni in Provincia come consigliere. Daì, non ci deluda almeno lui, di dilettanti allo sbaraglio ce n’è già fin troppi in circolazione.

  4. Scritto da Bobbisolo

    Dimenticavo An corrente di Pdl prende in tutto 200 voti di preferenza. Ciò premesso ha : il sindaco, un assessore sconosciuto alla cittadinanza, un presidente di commissione nella persona di un consigliere subentrato, un assessore in provincia ex sindaco di Fontanella.Complimenti al commissario Saffioti.