BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Misiani: “Adesso lasci il doppio incarico”

"Ora è chiaro a tutti perché l'on. Pirovano ha rifiutato il sistema di votazione con le impronte digitali: non certo per difendere la propria privacy". E Sergio Piffari dell'Idv: "Quello che si è verificato in aula oggi ha dell’incredibile".

Più informazioni su

Antonio Misiani, deputato bergamasco del Partito democratico commenta il voto che il presidente della Provincia Ettore Pirovano ha dato alla Camera pur essendo assente: "Ora è chiaro a tutti perché l’on. Pirovano ha rifiutato il sistema di votazione con le impronte digitali: non certo per difendere la propria privacy. Ma Pirovano dovrebbe rassegnarsi, perché l’epoca dei parlamentari pianisti è ormai consegnata al passato. Speriamo solo che la figuraccia rimediata oggi dal Presidente-Deputato e dall’on. Nunziante Consiglio (leghista e bergamasco) – platealmente ‘pizzicato’ dal Presidente Fini a votare al posto del collega – convinca Ettore Pirovano a rinunciare al doppio incarico, dimettendosi da deputato. La Provincia di Bergamo ha bisogno di un Presidente a tempo pieno. E questo impegno è oggettivamente incompatibile con la presenza a Roma richiesta ogni settimana dai lavori parlamentari."
E un altro deputato orobico, Sergio Piffari, dell’Italia dei valori sottolinea: "Quello che si è verificato in aula oggi ha dell’incredibile e non inorgoglisce certo tutti i parlamentari lombardi presenti in aula. La dedizione al lavoro del deputato leghista on. Ettore Pirovano è tale da prevedere addirittura il dono dell’ubiquità. Il neo presidente della Provincia, infatti, oltre ad essere impegnato a Bergamo ad approvare in Giunta importanti atti amministrativi, riusciva contemporaneamente a prendere parte anche alle votazioni degli Odg di Montecitorio. Solo l’intervento dell’integerrimo Presidente Fini, accortosi del voto per ‘interposta persona’, ha posto fine all’’eccesso di zelo’ del deputato leghista richiedendo il ritiro immediato della scheda dell’on. Pirovano che, a tutt’oggi, non si è mai avvalso della procedura di voto elettronico e che, attraverso il riconoscimento delle impronte digitali, impone la presenza fisica obbligatoria dei deputati. L’applauso che ha accompagnato l’intervento del Presidente Fini ha sottolineato quanto sia poco gratificante ricorrere ai pianisti. La cura Brunetta, evidentemente, in Parlamento, nonostante i proclami, tarda a ottenere gli effetti sperati".
Il Partito democratico di Bergamo rincara la dose: "Finalmente svelato il misterioso dono dell’ubiquità tanto professato dal nostro presidente Ettore Pirovano: come riuscire a governare la provincia di Bergamo senza rinunciare alla diaria romana? Semplice, chiedere consiglio al collega On. Consiglio Nunziante, geometra del Carroccio della Val Gandino, nato a Montoro Inferiore (Avellino), che prontamente lo sostituisce allungando la mano per schiacciare il pulsante del posto accanto al suo.
Non sarebbe meglio rinunciare ad uno dei due incarichi come già più volte da noi sostenuto durante i dibattiti pubblici e televisivi in campagna elettorale? Ricordiamo ancora che la provincia di Bergamo è tra le 10 provincie italiane con oltre 1 milione di abitanti. Chi si è candidato ed è stato eletto a governarla deve garantire il proprio impegno a tempo pieno".

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da boh e LUKE

    Il presidente della Camera continui e l’opposizione prende esempio !

  2. Scritto da DettoChiaro

    Caro Misiani, il problema siete voi. Che non siete una alternativa nè a livello locale, nè a livello nazionale.
    Finchè sarete conciati così qualsiasi cosa facciano PDL e Lega vinceranno comunque. Candidassero anche il cane randagio del piazzale della Malpensata.
    Cane randago col quale poi forse sareste subito pronti a inciuciare sottobanco.

  3. Scritto da CLA

    Per Sig. Pullu , le ricordo che il sig. INVERNIZZI , segretario PROVINCIALE della Lega , ad Arcene suo paese , si è presentato per diventare SINDACO, dove Lega e PDL alle europee hanno perso il 70% è stato ” TROMBATO” dai suoi compagni di partito.
    Però ora è in giunta a BERGAMO.

  4. Scritto da Pullu

    Per CLA . Perdere le elezioni per sette voti non significa assolutamente essere trobati
    La chiamerei una sconfitta elettorale piu che dignitosa..

  5. Scritto da AL

    PIFFERI SALTA ZO DEL BALADU’R, LO SAI CHE ANCHE VOI LO FACEVATE QUESTO GIOCHETTO, PERTANTO NON STUPIRTI PIù DI TANTO.

  6. Scritto da Tina

    Noooo!!! Non dovrebbe dimettersi da deputato dovrebbe dimettersi da Presidente della Provincia di Bergamo!!!

  7. Scritto da Pullu

    Chiedo a misiani di fare l’elenco dei deputati e senatori della sinistra che hanno il doppio incarico!!
    A , pardon , mi sono sbagliato …
    Chiedo venia …
    Visto e considerato che la sx alle ultime elezioni ha preso delle sonore “trombate” è difficile che vi siano esponenti con doppio incarico !
    PROSIT !!

  8. Scritto da CLA

    Per Sig. Pullu. Per me invece è stato “SUPERTROMBATO” visto il 70% alle europee , e nello stesso momento i sui compaesani anche di partito non lo hanno votato, e sull’ onda della grande vittoria , al ballottaggio ,di nuovo non lo hanno votato . Cordialmente

  9. Scritto da Barlafuso

    Pullu , il tuo prosit finale è un pò sospetto. Tutto bene ?

  10. Scritto da Pullu

    Barlafuso , tranquillo, tutto bene …. pasteggio ad acqua …

  11. Scritto da Alfredo Morandi

    Ma no Piffari coi leghisti questo ed altro