BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lumachinamod, le t-shirt solidali pronte a conquistare il mercato

Sono nate come semplice prodotto di solidariet??, realizzato da diversamente abili, emarginati o minori in difficolt??. Adesso, per??, le magliette col marchio ???Lalumachinamod??? sono entrate nel mercato della grande distribuzione: ?? l'ennesimo obiettivo del laboratorio Ergolab del patronato San Vincenzo.

Più informazioni su

Sono nate come semplice prodotto di solidarietà, realizzato da diversamente abili, emarginati o minori in difficoltà. Adesso, però, le magliette col marchio “Lalumachinamod” sono entrate nel mercato della grande distribuzione, pronte a conquistarsi una bella fetta di successo. E’ l’ennesimo obiettivo raggiunto da Ergolab, il laboratorio terapeutico aperto nel 2005 al Patronato San Vincenzo di Sorisole da Fabio Benigni, educatore della cooperativa “Il Mosaico”, 28 anni.
Ergolab, come dice la parola stessa, è un laboratorio ergo terapico, aperto a chiunque si trovi in difficoltà. Era nato come piccola azienda solidale di assemblaggio di parti elettriche e meccaniche provenienti da più aziende del territorio. Poi, a partire dalla fine del 2006, Ergolab ha sviluppato una propria attività di serigrafia, specializzandosi sulle t-shirt, su altro merchandising e quindi su vere e proprie linee di abbigliamento. Una attività imprenditoriale che ha messo al centro minori e diversamente abili, senza più dipendenze dalle commissioni o le richieste di altre aziende.
Operatori e lavoratori hanno riflettuto, si sono fatti ispirare dai propri hobby, dai propri gusti artistici e musicali, e sono prevalsi gli anni ’60. L’ispirazione è arrivata dalla cosiddetta corrente Mod (modernismo), con il suo simbolo, ovvero un bersaglio stilizzato, blu, bianco e rosso, unito ad una lumachina che, per quanto lenta vuole richiamare il movimento, il movimento anche nelle difficoltà. Così è nato il logo Lalumachinamod, accompagnato dalla scritta Ergolab su ogni prodotto e in particolare ogni t-shirt. E della stessa serie fanno parte le magliette con la scritta Who are you, ovvero la domanda lasciata a metà (senza punto esclamativo) dal gruppo musicale degli Who, band culto di quegli anni.
In una prima fase le t-shirt con la lumachina sono finite alle feste di paese, su un mercato già di per sé solidale. Adesso, invece, stanno facendo il salto. A partire da fine maggio le magliette “Lalumachinamod” di Ergolab sono infatti distribuite nei supermercati Iper e in altre catene di negozi. Fabio Benigni e altri operatori coordinano più di una decina di persone in difficoltà, sotto l’aspetto fisico o sociale. Ma sono i risultati ottenuti che non fanno più sentire “diverso” nessuno di loro. Ergolab sta diventando un vero caso di “diversa abilità”, non di disabilità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da GRANDI, COMPLIMENTI!

    BRAVI, UNA SPLENDIDA IDEA… AL PATRONATO SAN VINCENZO DOVREBBERO AIUTARE SOLO QUESTE PERSONE CHE MERITANO UN TRATTAMENTO DI RISPETTO PERCHE’ PIU’ UMANE DI “NOI”…
    SMETTIAMOLA DI AIUTARE I TOSSICODIPENDENTI CHE CREANO SOLO PROBLEMI…
    AIUTIAMO CHI MERITA!!!
    AVRETE L’APPOGGIO DI TUTTI PERCHE’ STATE FACENDO DEL BENE!!!!