BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Immigrato espulso: Bergamo assolve, Cassazione condanna

Non è un "giustificato motivo" rimanere in Italia, da clandestino, eludendo un'ordinanza di espulsione, per "la necessità di contribuire con i proventi di una saltuaria attività lavorativa svolta in Italia, al sostentamento dei familiari in patria indigenti".

Più informazioni su

Non è un "giustificato motivo" rimanere in Italia, da clandestino, eludendo un’ordinanza di espulsione, per "la necessità di contribuire con i proventi di una saltuaria attività lavorativa svolta in Italia, al sostentamento dei familiari in patria indigenti e adempiere così all’obbligo di mantenimento che anche il nostro ordinamento impone in favore dei congiunti". Lo ribadisce la Cassazione nella sentenza numero 30994.
Il caso riguarda un immigrato nigeriano che non avendo ottemperato al decreto di espulsione emesso per lui nel 2005 era stato assolto dal Tribunale di Bergamo nel 2006 perchè il giudice monocratico aveva ritenuto un "giustificato motivo" la condotta dell’imputato che "non aveva precedenti penali e non si era potuto allontanare dall’Italia per la necessità di contribuire al sostentamento dei familiari in patria  indigenti".
La prima Sezione Penale della Cassazione ha però annullato la sentenza. Secondo i giudici, infatti, "la necessità di provvedere economicamente a se e alla propria famiglia nella patria lontana, integra, certo, un motivo socialmente ed umanamente apprezzabile, ma non può questa necessità rendere in sè inesigibile l’adempimento dell’ordine impartito dalla Pubblica amministrazione nè appare una necessità idonea a rendere questo adempimento (l’espulsione) pericoloso o difficoltoso". La necessità di mantenere la famiglia rientra nelle «condizioni caratterizzanti la situazione del migrante economico», per questo un clandestino deve andare via lo stesso.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.