BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Centrale a biomasse, la Provincia ricorre E su Sacbo decisione ancora da prendere”

Via Tasso ricorrer?? contro la decisione della Regione Campania di bocciare il progetto per l'impianto energetico. "Atto obbligato, per tutelare l'ente - ha dichairato il presidente -. Ci sono ancora molte decisioni da prendere sulle societ?? partecipate, ad esempio sulle azioni Sacbo e sull'autostrada Serenissima".

(Vedi articoli correlati sulla destra della pagina, precedenti e altro).

La Provincia di Bergamo ricorrerà contro la decisione della Regione Campania di bocciare il progetto di centrale a biomasse a San Salvatore Telesino, promosso dalla società Vocem, controllata da Abm, che ha come socio unico proprio l’ente di Via Tasso. E’ quanto ha dichiarato il presidente della Provincia Ettore Pirovano dopo la Giunta provinciale del 27 luglio, poche ore dopo aver incassato anche la nomina del nuovo Cda di Abm. “E’ un atto obbligato. Per piena correttezza e per continuità amministrativa, pur non condividendo il percorso intrapreso dalla precedente amministrazione provinciale, siamo costretti a ricorrere per tutelare la Provincia di Bergamo – ha spiegato il presidente -. Si andrà al Tar”, anche se bisogna ancora capire quale sia il Tribunale amministrativo competente (dovrebbe essere comunque una sede campana).
Con la bocciatura della centrale a biomasse rischiano di andare in fumo i 4 milioni e mezzo spesi finora (dal 2005) da Vocem-Abm. “E si pensi, ha aggiunto il presidente Pirovano, che nel bilancio preventivo 2009, approvato l’anno scorso, c’erano previsti 15 milioni di entrate per la vendita di società come Vocem o come Mistral, l’altra partecipata, quella del parco eolico in provincia di Foggia. La prima puntava su un progetto che è stato bocciato, l’altra sta andando malissimo. E’ un altro motivo per il quale bisogna cercare di recuperare risorse perse”.
Sono 11 le società che fanno capo alla Provincia nella galassia Abm holding: “Serve un approfondimento – ha concluso il presidente Pirovano – per capire al meglio quali siano le priorità. Non vorrei pensare al divano senza sapere se ho la possibilità di avere il bagno in casa o in cortile, giusto per intenderci. Anche per questo non abbiamo ancora deciso se vendere o no le azioni dell’autostrada Serenissima (Brescia Padova) o se acquistare o meno quelle di Sacbo dopo la vendita di un pacchetto d’azioni da parte di Sea”. Partita importantissima quella sul fronte Sacbo, società che gestisce l’aeroporto di Bergamo: restano 11 mesi per poter riscattare dalle banche, Ubi e Creberg, parte del pacchetto che è stato ceduto da Sea.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Michele

    La richiesta di risarcimento da parte della provincia di Bergamo e quasi ridicola.
    E si , se io compro dei terreni e poi mi faccio progettare sopra una fabbrica di automobili da 100 milioni di auto annue.
    E il comune non mi da la licenza edilizia perchè no mi e dovuta, poi vivo per tutta la vita da sceicco.
    Ma questi o sono pazzi, oppure vogliono prendere tempo visto che le cause civili durono decenni loro resteranno sulla poltrona per qualche altro anno.

  2. Scritto da lorenzo

    Ma Pirovano aveva detto che era una decisione errata quella della centrale e ora ricorre contro il no?

  3. Scritto da Giusto per!!

    Se i soldi li spendevate per una gita nel sannio,sarebbero bastati 200euro(di benzina)e capivate che per cultura e risorse ambientali,mai sarebbe stata condivisa tale installazione.Quella sannita è la zona con maggiore produzione di vini DOC in campania. E’ locata in prossimità di un parco nazionale,sede di un parco termale,di svariate coltivazioni DOPecc..

  4. Scritto da andrea

    centrale a biomasse rischiano di andare in fumo i 4 milioni e mezzo spesi finora (dal 2005) da Vocem-Abm

    ….. ma bravi invece di tappare buche x le strade regalate pure i soldi adesso tanto i bergamaschi pagano …….

    … si dice che la mafia controlla i rifiuti ….