BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Trento Atalanta vincente, ma ancora in rodaggio fotogallery

A Trento contro il Chievo Verona, i nerazzurri si impongono ai calci di rigore e si aggiudicano il trofeo "Banco popolare". Nel primo test della stagione contro una squadra di pari categoria per??, i bergamaschi non entusiasmano. Il tempo e le qualit?? per megliorare comunque non mancano.

Più informazioni su

Primo trofeo della stagione per la nuova Atalanta di Gregucci, ma la squadra non ha convinto pienamente. A Trento i nerazzurri si impongono sul Chievo Verona ai calci di rigore, dopo il pareggio maturato nei novanta minuti grazie alle prodezze di Pellissier per i clivensi e di Radovanovic per gli orobici.
Un’Atalanta però non trascendentale quella che si è vista nel primo “vero” test della stagione: discreta sotto il punto di vista atletico e della determinazione, un po’ meno per quanto riguarda quello tecnico-tattico. Premesso che la squadra è al lavoro solamente da una ventina di giorni, è doveroso mettere in chiaro le cose che per ora non vanno, in modo da smorzare facili entusiasmi di mezza estate che alla lunga possono essere dannosi.
Da affinare ci sono diversi aspetti, primo fra tutti l’intesa tra Doni e Acquafresca. La sfida di ieri ha confermato quanto si poteva ipotizzare: il capitano, cosi come il resto della squadra, era ormai abituato a giocare con Sergio Floccari li davanti. Un giocatore totalmente diverso dal nuovo centravanti come caratteristiche e come modo di stare in campo.
Al primo confronto con un centrocampo di pari categoria, Edgar Barreto ha dimostrato di essere ancora indietro, sia nell’affiatamento con il partner di reparto Guarente che nelle giocate personali. Le qualità del mediano (l’acquisto più costoso della campagna acquisti nerazzurra) comunque non si discutono e senza dubbio potrà migliorare.
Procede senza intoppi il recupero di Ferreira Pinto dopo l’infortunio della scorsa stagione. Almeno per il primo mese di campionato però, il brasiliano non sarà disponibile. La dirigenza nerazzurra aveva individuato in Nicola Madonna il suo possibile sostituto, ma Gregucci non sembra vederlo molto bene. Ieri ha schierato Caserta sulla corsia di sinistra, il quale però non ha brillato, anche perché non si tratta del suo ruolo. L’allenatore probabilmente preferisce optare per un giocatore di esperienza in quel reparto, piuttosto che puntare sull’ex seriano.
Queste sono solo considerazioni di inizio campionato, sia chiaro: il tempo per rimediare non manca, e senza dubbio Angelo Gregucci saprà come muoversi. Meglio volare basso comunque, per non rischiare brusche cadute quando si tratterà di fare sul serio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.