BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

E’ morto l’imprenditore schiantatosi in scooter

E' morto l'imprenditore di Lovere Giulio Bendotti, 39 anni, vittima di un grave incidente nella mattinata del 25 luglio a Costa Volpino. L'uomo era stato ricoverato in Rianimazione agli Spedali Civili di Brescia, ma le sue condizioni erano rimaste gravi.

Più informazioni su

E’ morto l’imprenditore di Lovere Giulio Bendotti, di 39 anni, vittima di un grave incidente nella mattinata del 25 luglio a Costa Volpino. L’uomo era stato ricoverato in Rianimazione agli Spedali Civili di Brescia ma le sue condizioni non era migliorate. E’ deceduto nel pomeriggio del 26. I familiari hanno dato il benestare per la donazione degli organi. Giulio Bendotti, fidanzato, abitava da solo in un appartamento in via Cornasola, vicino al padre Evaristo e alla sorella Margherita. Per la famiglia Bendotti è la seconda tragedia: la madre Laura morì infatti vent’anni fa. 
Giulio si occupava di vendite all’estero per l’azienda di famiglia, la Forni Industriali Bendotti: viaggiava molto dal Sud Est asiatico agli Stati Uniti. Era un grande appassionato di ciclismo, non si perdeva mai la Gran Fondo Gimondi.
L’incidente si era verificato attorno alle 9 del 25 luglio. Giulio Bendotti percorreva la statale 42 per andare verso Costa Volpino. In via nazionale, verso il centro abitato di Costa, ha perso il controllo del suo scooter Yamaha 500, scivolato sull’asfalto per diversi metri. C’è stato poi lo schianto contro un muro di cinta. Le condizioni dell’imprenditore sono subito parse gravissime.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la polizia stradale di Darfo Boario, ma anche un’autoambulanza. Bendotti era stato portato agli Spedali civili di Brescia, dove però non ce l’ha fatta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.