BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incidente a Budapest, Massa operato alla testa fotogallery

Il ferrarista ?? stato colpito al casco da una molla persa da Barrichello e si ?? schiantato contro le barriere. Momenti di paura, con il pilota immobile nell'abitacolo. Portato in ospedale, gli ?? stata riscontrata una commozione cerebrale e una lesione ossea: operato, rester?? in terapia intensiva.

Più informazioni su

Momenti di paura a Budapest durante la seconda parte delle prove ufficiali del Gp di Ungheria: Felipe Massa è stato colpito in pieno sul casco da un pezzo di metallo, probabilmente una molla persa dalla Brawn di Barrichello in pieno rettilineo. Il brasiliano è rimasto stordito e si è schiantato frontalmente contro le barriere, pur avendo avuto la forza di frenare disperatamente e tenere le braccia ferme sul volante. Per lunghi attimi il pilota è rimasto immobile nell’abitacolo, mentre i soccorsi lo circondavano. Dopo alcuni minuti i medici lo hanno estratto dalla sua Ferrari: il casco presentava una impressionante spaccatura sulla parte sinistra, divelta la visiera (nella foto in basso da Corriere.it). Completamente tumefatto l’occhio sinistro del brasiliano, che in quel momento stava viaggiando a 200 orari. Trasportato al centro medico in ambulanza, è poi stato trasferito in ospedale in elicottero. Ma secondo le prime informazioni il brasiliano, pur sotto choc, sta bene: durante il tragitto in barella muoveva testa e braccia. Alle 15.24 Luca Colajanni, portavoce Ferrari, ha detto che le "sue condizioni sono stabili. E’ stato intubato per tranquillizzarlo, ma sta bene". 
Massa ha riportato un taglio sulla fronte, una lesione ossea sovraorbitale sinistra e una commozione cerebrale. Pertanto si è resa necessaria un’operazione per la riduzione della lesione ossea, "dopo la quale Felipe rimarrà sotto osservazione in terapia intensiva".
Domenica ci sarà una sola Ferrari in pista, quella di raikkonen: al posto di Massa non potrà correre il pilota di riserva Marc Gené, perché il regolamento prevede che il sostituto effettui almeno un test in pista. 
E dopo lo spavento, il giallo. Negli ultimi minuti di prove ufficiali è andato in tilt il sistema di cronometraggio: i piloti, scesi dalle vetture, si domandavano l’un l’altro che tempo sul giro avevano fatto. La risposta è arrivata dopo qualche istante di imbarazzo: primo Alonso davanti alle Red Bull.
La fotosequenza dell’incidente (da Repubblica.it)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.