BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cade elicottero, muore imprenditore 40enne di Cisano

Due amici, ai quali era legato dalla passione per il volo, lo stavano aspettando, erano già atterrati. Ma l'elicottero ultraleggero "Dragon Fly" sul quale c'era Marco Bonacina, 40 anni, imprenditore di Cisano, è impazzito improvvisamente e ha perso quota a gran velocità

Più informazioni su

Due amici, ai quali era legato dalla passione per il volo, lo stavano aspettando, erano già atterrati. Ma l’elicottero ultraleggero "Dragon Fly" sul quale c’era Marco Bonacina, 40 anni, imprenditore di Cisano, è impazzito improvvisamente e ha perso quota a gran velocità. Bonacina si è schiantato al suolo, all’interno di una cava. E’ morto poco dopo l’arrivo in ospedale, in seguito all’intervento massiccio dei soccorritori. La tragedia si è consumata, a Cantù, nel Comasco.
Marco Bonacina, imprenditore titolare della ditta "Giuseppe Bonacina&C snc", aveva ereditato la passione per gli elicotteri ultraleggeri e per il volo in generale dal padre. Alle 15 circa del 25 luglio è decollato da Briosco, in provincia di Monza, pilotando il "Dragon Fly" di colore giallo. Aveva il brevetto da oltre un anno e prima ancora aveva avuto più esperienze di volo. Altri due appassionati l’hanno seguito su un altro elicottero: tutti si danno appuntamento a casa di Giovanni Motta, architetto di Cantù Asnago, uno dei due saliti sul secondo elicottero. Alle 16,30 il secondo elicottero è sul posto, come previsto, senza problemi. Arriva anche Marco Bonacina, che inizia l’atterraggio, in apparenza tranquillo. Dopo pochi metri, però, l’elicottero è totalmente fuori controllo. Precipita.
Il velivolo si schianta in un terreno scavato, a pochi passi dall’abitazione di Giovanni Motta, che corre sul posto con l’amico elicotterista Gerolamo Somaschini. Bonacina è ancora vivo. I due amici chiamano i soccorsi. sul posto arrivano il 118, la polizia locale e i carabinieri. Ma poco dopo l’arrivo all’ospedale Sant’Antonio di Cantù Marco Bonacina muore.
Marco Bonacina era originario di Calolziocorte: la sua famiglia, e in particolare il padre Giuseppe, erano molto conosciuti sia nel Comune lecchese sia a Cisano Bergamasco. Il padre era stato per anni presidente della banda di Calolzio e aveva fondato l’azienda di famiglia, gestita da Marco con la sorella.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.