BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’ira funesta dei pendolari

La bellissima storia raccontata da una giovane viaggiatrice delle Ferrovie dello Stato. "Pago il biglietto non per il viaggio, ma perchè imparo a stare calma"

Più informazioni su

I fatti di questa lettera si riferiscono alla serata di ieri, giovedì 24 luglio.

Pendolari Linea Gallarate-Luino: sempre e solo una domanda “Arriverò a casa stasera???”

18.40: arrivo a Porta Garibaldi.
Treno per Luino in partenza alle 18.56. Arrivo a Ternate 19.58 (Circa…)
Come ogni sera, salgo sul treno, scelgo il posto, mi siedo, mp3 nelle orecchie, libro nelle mani.
Partiamo.
Mi addormento.
Più o meno a Busto Arsizio vengo svegliata da un suono insolito, ma familiare.
L’altoparlante.
Apro gli occhi. Tolgo le cuffie. Ascolto.
Una voce dice: “Adddenzzziooneee. Si avvisano i Signori viaggiatori che causa guasto sulla linea tra la stazioni di Ternate e Bvchjfbewiqfwv (Eh??? …E la stazione di????? Ma non ripete, sia mai che sappiamo troppo…) questo treno verrà deviato sulla linea di Sesto Calende. Con fermate nelle Stazione di Ispra , Taino etc. etc. I viaggiatori diretti a Besnate, Mornago e Ternate (tra i quali, la sottoscritta) dovranno scende a Gallarate, dove troveranno un treno sostitutivo fino a Ternate, da lì ci sarà una navetta fino a Besozzo” …Il tutto condito con molte pause e molta indecisione…
Dopo due minuti stesso avviso, ma questa volta l’uomo era preparato. Va via liscio. Come l’olio.
Dopo altri 30 secondi di nuovo. Dalla cabina di guida si sente una seconda voce “Ma ancora lo ripeti??? Basta…” Lo speaker: “ Ah… Non lo devo dire più?!…”
Comunicazione interrotta bruscamente. Ma l’uomo non demorde. Riapre il microfono. Riprende l’annuncio, non proprio da dove l’aveva lasciato… Si sentono risate e applausi. Lui parla e ride. Ah… Ci voleva questo momento di ilarità pura. Si, si ci voleva proprio. Chissà a che ora arriveremo a casa stasera…
Gallarate.
Scendiamo.
Sereni ci avviamo verso il nostro treno sostitutivo.
Mah… Questa cosa mi puzza… Tutta questa organizzazione non è da Ferrovie dello Stato. Ho una certa esperienza in merito. E infatti…
Intanto si sprecano gli annunci, tutti identici, che spiegano la situazione…
 Arriviamo al binario 3. Il treno è lì. Bene. Alcuni salgono. Io ho un vago presentimento… Resto giù. Un ragazzo ferma un controllore e pone la fatidica domanda: Scusi, questo treno parte subito vero??? L’uomo con la camicia azzurrina: Nooo…. Partiamo alle 20.12… (Erano le 19.30…)
È rivolta. Scoppia l’ira. L’Ira funesta dei pendolari.
Chi era salito… è sceso.
Si avventano tutti sul controllore. Lo circondano. Urla. Insulti. Incapaci! Ma ci prendete per il culo??? Perché non vi mettete d’accordo su quello che dite???
Qualcuno filma la scena.
Io fumo una sigaretta, osservo, ho un mezzo sorriso sulle labbra… C’è sempre del divertente in queste situazioni!
Il Controllore, placido e tranquillo dice solo: A me hanno detto di partire alle 20.12. Non so… Cos’è voi fate quello che volete nel vostro ufficio???? Eh???
Non l’avesse mai detto… Urla ancora più forti. Insulti ancora più decisi. Un ragazzo in maglietta rossa gli si avvicina pericolosamente…
Un gruppo parte in spedizione verso l’Ufficio. Quello dove vengono vagliate e prese le grandi decisioni. Pugni sulla porta chiusa. Una volta.
Due volte.
Tre volte…
Alla fine la porta si apre… Ovviamente nessuna spiegazione plausibile. Si arriva quasi alle mani. Ma. Viene chiamata la Polizia. Si cerca di calmare gli animi… E tanto ormai… Sono lo 20.05…
Ore 20.12… Il treno per Luino, quello deviato, parte.
Noi siamo ancora lì, a piantonare il binario 3.
20.20: annunciano, finalmente, anche la partenza del nostro tanto amato treno.
Saliamo.
Falso Allarme.
Non si parte.
20.30: l’annuncio “Attenzione si avvisano i Signori Viaggiatori diretti a Besnate… etc. etc… che sono presenti due navette sostitutive nel Piazzale della Stazione.”
Una massa di gente, inferocita, scende nuovamente dal treno.
Urla. Urla. Urla.
E insulti. A non finire…
E i ferrovieri che fanno??? …Ci guardano e applaudono a quelli che inveiscono contro di loro…
Vabbè… che scena meravigliosa. Che bella umanità.
Piazzale della Stazione.
Due Pullman.
Con un minimo di organizzazione si potevano dividere le persone in base alle fermate… Così da limitare i tempi… E i danni… Ma no… Anche questo è troppo. Troppo per le menti semplici che governano le FS…
Salgo, chiedo all’autista: Scusi questo va a Ternate vero??
Ma certo Signorina. Facciamo tutte le fermate!!!!
Bè… Scusi… Non è proprio cosi scontato sa…
20.35. Partiamo.
Viaggio della morte. Spiaccicata contro il finestrino, seduta di fianco ad un ragazzo enorme e molto molto sudato. Muoio. Muoio!!!!
21.15.
Arrivo a destinazione.
E anche quest’oggi alla fine c’è l’ho fatta ad affrontare il duro e impervio viaggio verso casa.
Solo grazie, grazie alle FS!
Che insegnano ad avere pazienza.
Temprano le persone.
Le preparano ad affrontare con calma e tranquillità, i piccoli e grandi problemi della vita.
È questo il motivo per cui pago l’abbonamento… Per questo training mentale!!!!!!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.