BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Oriocenter, proseguono le esposizioni per l’ecologia fotogallery

Continua l???impegno a Oriocenter il progetto ???L???Ecocentro???, attraverso coreografie particolari che caratterizzano pi?? aree della struttura commerciale e tramite la pubblicizzazione di prodotti eco-compatibili e a basso consumo energetico. Mega edera sulla facciata.

Più informazioni su

Continua a Oriocenter il progetto “L’ecocentro”, attraverso coreografie particolari che caratterizzano più aree della struttura commerciale e tramite la pubblicizzazione di prodotti eco-compatibili e a basso consumo energetico. Passeggiando per il centro commerciale non si possono non notare allestimenti, con scritte giganti, che fanno riferimento ai quattro elementi (acqua, fuoco, terra e aria), e nelle immediate vicinanze prodotti di diverse case di carattere ecologico: dalle asciugatrici a basso consumo energetico alle stufe non inquinanti, fino a particolari frigoriferi e a lampadine per l’iper risparmio. Inoltre sulla facciata del centro commerciale sta crescendo, grazie a piante evergreen, il mega disegno di un albero. “Abbiamo ammirato la splendida esperienza della cracking art proposta non molto tempo fa da Percassi – spiega Ermanno Canali, della Canali&C. , ovvero l’agenzia di marketing e comunicazione del centro commerciale -. E abbiamo deciso di concentrarci su un nuovo grande eventi, partendo dal dato di fatto che l’ecologia è un tema al quale si è sempre più sensibili. Sono state quindi realizzate delle coreografie molto semplici ma d’impatto, affiancate da prodotti che rientrano in tale contesto. Abbiamo iniziato a metà giugno e proseguiremo fino a Natale”. “Ringrazio la proprietà del centro e l’agenzia Canali&C. – ha dichiarato il presidente del Consorzio Oriocenter Giancarlo Bassi -. L’idea di questa iniziativa conferma sempre di più il nostro essere un punto di riferimento per le famiglie bergamasche e non solo: l’ecologia ci sta a cuore”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marilena

    scusata ho sbagliato le ultime righe”po la salute, l’identità, le radici stesse degli italiani”. ciao

  2. Scritto da lucky

    ci rompete le scatole con queste giuste campagne pubblicitarie per risparmiare e inquinare di meno in casa nostra, ma vi rendete conto
    quanto consumano e inquinano questi centri commerciali?, ma fateci il piacere, e chiudeteli almeno nei giorni festivi.

  3. Scritto da Diego

    POVERI NOI!!!!
    Per la serie fate quello che dico, non quello che faccio!
    Ma il centro cosa consuma, anzi, cosa spreca.
    Dovrebbero essere loro i primi a dimostrare di essere attenti e quindi studiare un piano di riduzione dei consumi.
    Al posto di un mega albero finto, perché non ne piantano tanti piccoli ma veri???

  4. Scritto da poeret

    certo che parlare di ecologia quando si è il primo ecomosytro della zona!! ma dopo il servizio delle iene dovevano far qualcosa di facciata..

  5. Scritto da cris

    Fa specie tutta questa dimostrazione di “sensibilità” ecologica quando – ad esempio – il supermercato ospitato all’interno dell’Oriocenter e cioè l’Iper offre poco o nulla di prodotti bio, a differenza di altre catene famose (Esselunga – GS – Conad) che addirittura vantano una proprio linea biologica.

  6. Scritto da marilena

    “stanno svendendo l’italia solo per ricavare un utile immediato. sul paesaggio nel territorio italiano non c’è più da nutrire preoccupazione ma autentica disperazione. Sarà una rovina irreversibile di cui soffriranno le nuove generazioni. E poi ne risentiranno il turismo che abbandonerà il nostro paese, e già sta avvenendo. Poi la salute, l’identità, la salute stessa degli italiani” (giulia maria crespi). Meditate gente, meditate!

  7. Scritto da marilena

    dopo il cemento l’ecologia ci sta a cuore, certo con un finto megaalbero disegnato! Anche così la gente si consola e si rassegna, poveri noi!

  8. Scritto da Andrea

    Ah, bella la finta ecologia. Sbaglio, o lì vicino, ad Azzano, Percassi costruirà un nuovo colosso di cemento?