BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Legge anti kebab, a Curno pronti a scendere in piazza

Dopo l'ultimo, definitivo, rifiuto di deroga da parte dell'amministrazione comunale i negozianti non si danno per vinti, anzi, sono pronti a scendere in piazza.

Più informazioni su

Continua la protesta dei locali di Curno costretti a chiudere nelle ore notture a causa della legge anti kebab approvata nei mesi scorsi dalla Regione Lombardia. Dopo l’ultimo, definitivo, rifiuto di deroga da parte dell’amministrazione comunale i negozianti non si danno per vinti, anzi, sono pronti a scendere in piazza. "E’ un’ipotesi che stiamo prendendo in considerazione – spiega Marcello Pietrobono, titolare del Dolce Forno – anche perché le motivazioni che l’amminstrazione ci ha dato per giustificare la chiusura non ci hanno convinto". Lo scorso 2 luglio i negozianti hanno avuto un incontro con il sindaco Angelo Gandolfi per chiedere nuovamente la deroga. "Niente da fare, ci è stato risposto che per una questione di sicurezza non era possibile. La motivazione ufficiale però è che il Comune sta studiando nuovi orari per aperture e chiusure dei negozi e quindi bisogna aspettare. Noi faremo ricorso anche perché la legge è molto chiara: in una zona industriale come quella dove lavoriamo la deroga è possibile". Nonostante il lavoro senza copertura otturna sia quasi dimezzato Pietrobono aspetta ancora qualche tempo prima di licenziare i dipendenti in esubero. "Stiamo concedendo ferie e riposi, ma a settembre, quando rientreremo a pieno regime, sarà dura tenere tutto il personale".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ANDREA DL

    se io vado lo faccio per dire che sono favorevole: STOP AL CONSUMISMO ESAGERATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! CHE ARRICCHISCE I COOMERCIANTI E IMPOVERISCE LA NOSTRA CULTURA E LE NOSTRE TRADIZIONI E AUMENTA LA POVERTA’ MONDIALE PER I NOSTRI PIACERI CHE NON HANNO FRENI E SI MANIFESTANO ORMAI IN QUALUNQUE ORA DEL GIORNO.
    VI SEMBRA GIUSTO CHE NOI PROTESTIAMO PER MANTENERE APERTE DELLE ATTIVITA’ COOMERCIALI CHE CI DIANO DA MANGIARE A QUALSIASI ORA DEL GIORNO E DELLA NOTTE QUANDO IN CONTEMPORANEA IN MIG

  2. Scritto da casimiro pietrobono

    Limitare gli orari di apertura di una pizzeria ,mi sembra molto simile al seguente fatto ” Un barbone tutte le sere andava a dormire in una banchina in una piazza dei giardini di una conosciurta citta della riviera è per rioolvere il problema la soluzione e stata quella di portare via la banchina……..
    La Spezia,24 luglio 2009
    caspiet@tin.it

  3. Scritto da Bergamasca

    Ho ancora in bocca il sapore del latte della colazione a vedere la foto qui a fianco mi sento male.Anche se mi piace molto il Kebab.

  4. Scritto da lauro

    Quando il populismo e’ al potere!

  5. Scritto da mario59

    Naturalmente il problema che viene messo in evidenza, è quello dei posti di lavoro, quando fa comodo si usa lo spettro dei licenziamenti
    Usano lo spauracchio dei licenziamenti, poi una volta raggiunto il loro scopo, continuano a licenziare e assumere come gli pare..allora per cortesia non si strumentalizzi sulla pelle dei dipendenti.

  6. Scritto da fabio

    Un bel chissenefrega del kebab.

  7. Scritto da luca

    x fabio…il dolce forno prepara italiannissime pizze,pizzette e dolci..non kebab

  8. Scritto da ORSO45

    Tanto per sapere di cosa si parla.
    Qualcuno è al corrente del numero dei dipendenti di Dolce Forno e di quanti sarebbero gli esuberi?

  9. Scritto da fabio

    Hai ragione luca.Un bel chissenefrega anche del Dolce Forno.Ciao

  10. Scritto da a

    Beh, a.r. , fosse stato il tuo di posto di lavoro…

  11. Scritto da a.r.

    Tanto casino per 4 posti di lavoro quando le ditte ne lasciano a casa 150 alla volta di dipendenti…Ma fatemi il piacere di non montare inutili polemiche. Alle 2 deve essere chiuso e alle 2 deve chiudere!

  12. Scritto da Pizza quattro formaggi

    Ma pensa che bravi i commercianti scendono in piazza per difendere i diritti dei loro dipendenti, oltre a pagarli profumatamente e in regola con i libri. Ce ne vorrebbero di datori di lavoro cosi’.

  13. Scritto da a.r.

    X a: ogni posto di lavoro è importante ma se per un locale con 4 dipendenti si scende in piazza cosa dobbiamo fare noi che lavoriamo in aziende in crisi che lasciano a casa ogni giorno centinaia di dipendenti? Paralizzare la città?

  14. Scritto da a2b

    11: comincia a dimettere chi governa questa deriva

  15. Scritto da a.r.

    x a2b: ringrazio il cielo che chi ci governa (che non amo nemmeno io particolarmente) riesce almeno a darci l’illusione di un futuro migliore. La sinistra non riuscirebbe nemmeno in questo credo. E’ facile sparare su chi ci governa in una situazione così disastrosa. Ma anche se andasse tutto bene voi sparereste a priori xchè non sapete vedere oltre i vostri confini.

  16. Scritto da Giovanni bg

    Basta piuagnistei alla napoletana!Le leggi si rispettano!Mangino entro le 2 a.m. I clienti vadano a casa a dormire invece di bighellonare sulle strade magari poi schiantandosi in macchina.anche i dipendenti devono poter dormire e viver con le famiglie,altro che aperture perenni.

  17. Scritto da a

    Beh a.r…. cominciamo a non fare leggi assurde che invece di mettere in pericolo posti di lavoro magari in questo periodo aiutino invece le piccole imprese… no? Questa legge, chiamata in modo ideologico (visto che è un termine che usate spesso allora lo uso anch’io) anti-kebab, pur di riuscire a colpire per fini elettorali 4 pakistani ha messo in crisi e fatto inc…….. moltissimi esercenti italiani. Al mio paese il mio sisndaco, leghista, se ne guarda bene dal farla rispettare.

  18. Scritto da cuìn

    riesce almeno a darci l’illusione di un futuro migliore… già che illuso. bravo!

  19. Scritto da acido

    Il Dolce Forno non rompe le scatole a nessuno, è comodissimo per uno spuntino a buon mercato e non esistono motivazioni reali per impedirne l’attività notturna.

  20. Scritto da @

    Giusto! Rispettiamo le leggi, aboliamo i partiti pseudodemocratici.

  21. Scritto da a.r.

    X a: hai ragione, forse la legge è sbagliata…andrebbe rivista e su questo posso essere d’accordo. Ma ora la legge è questa e deve essere rispettata. Questi 4 pakistani come li chiami (magari fossero 4) stanno rovinando la vita di noi italiani. Da quando ci sono tutti questi immigrati sono state fatte leggi che penalizzano anche noi. Ma se volete continuare ad accoglierli l’unica soluzione è questa…Anch’io vorrei andare in giro senza paura la notte a mangiarmi una bella brioche e stando …..

  22. Scritto da @

    Se è sbagliata va applicata?
    19, potresti essere meno complicato?

  23. Scritto da @

    Le norme sul diritto d’asilo, invece, 19, essendo giuste, non le applichiamo?

  24. Scritto da cuìn

    eppoi, è proprio assolutamente vitale, che so, sciare? orso risponda…

  25. Scritto da ORSO45

    Non sono più un ragazzino,ma anche da ragazzo,prima perché studiavo,poi perché lavoravo,durante la settimana all’una di notte ero già a letto per potermi alzare da sveglio al mattino.
    Mi chiedo: chi va in giro di notte a spendere consumando alcool,panini,kebab,gelati,etc. non studia e non lavora? E se è così di cosa vive?
    Eppoi, è proprio assolutamente vitale restare desti tutta la notte,a fare che?
    La normalità è patrimonio di altre generazioni che non hanno capito come si vive?
    Siamo certi?

  26. Scritto da Antonio

    Le leggi sbagliate non vanno neanche proposte, si vergognino lascino lavorare la gente al posto di fare demagogia.

  27. Scritto da ORSO45

    Assolutamente no!

  28. Scritto da fabiocarli@alice.it

    Innanzittutto sarebbe opportuno prima di sparare nel mucchio conoscere la legge nei dettagli e nn per sentito dire.In secondi luogo per quale motivo i bar devono rispettare milioni di leggi per l’apertura notturna, mentre gli artigiani di qualsiasi tipo possono (sfuggendo alle normative) fare quello che vogliono?Siamo tutti uguali o qualcuno è + uguale degli altri?Sono tutti martiri quando perdono soldi, quando guadagnano stanno zitti…

  29. Scritto da milly67

    centri commerciali aperti tutte le domeniche!!! ma basta !!! si staà esagerando.Dico questo perchè con la legge anti kebab si è votato in silenzio anche la liberalizzazione delle domeniche di apertura nei centri commerciali . Si è perso il senso della famiglia a discapito del consumismo selvaggio.Se esiste un ordinanza che dice alle2 di chiudere si chiude!! magari qualcuno invece di andare a casa alle 6 andrà alle 3.