BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La commissione dice s?? a tre nuove specie cacciabili

Sono la pispola , il prispolone e il frosone: la sodisfazione dei consiglieri bergamaschi Saffioti, Macconi e Frosio. Forti critiche da Saponaro: "Lo stesso Formigoni aveva chiesto di non legiferare sulla caccia in deroga".

Più informazioni su

Via libera a maggioranza in commissione “Attività produttive” presieduta dal bergamasco Carlo Saffioti (PdL) al provvedimento che disciplina le regole per l’esercizio dell’attività venatoria lombarda per la stagione 2009-2010, frutto dell’abbinamento dei due distinti progetti di legge presentati rispettivamente dalla Lega Nord (Frosio, Rizzi) e dal PdL (Ligasacchi, Saffioti, Macconi).
Rispetto all’ultima stagione venatoria, la novità principale quest’anno sta nella possibilità di cacciare anche le specie pispola e prispolone per un numero complessivo massimo di 55mila esemplari per ciascuna delle due specie (20 capi giornalieri massimi e 50 stagionali per ciascun cacciatore). Su indicazione del Tavolo interprovinciale della caccia riunitosi alla presenza di tutte le associazioni venatorie e dei Consiglieri regionali Giosuè Frosio e Monica Rizzi, Carlo Saffioti, Pietro Macconi, Vanni Ligasacchi, via libera anche all’inserimento del frosone tra le specie cacciabili, per un numero complessivo massimo di 28mila esemplari (5 giornalieri, 25 stagionali).
“Esprimiamo viva soddisfazione –spiegano in una dichiarazione congiunta i Consiglieri regionali Giosuè Frosio, Monica Rizzi, Carlo Saffioti, Pietro Macconi e Vanni Ligasacchi, per aver reso possibile l’allargamento delle specie cacciabili con l’inclusione di tre nuove specie come il pispolone, la pispola e il frosone. Ancora una volta PdL e Lega Nord dimostrano così attenzione e vicinanza al mondo venatorio, consapevoli della necessità di tutelare e salvaguardare chi continua a praticare una tradizione consolidata e tra le più antiche del territorio lombardo. Senza dimenticare che la categoria dei cacciatori – concludono i cinque Consiglieri -, spesso ingiustamente criminalizzata e ghettizzata, contribuisce in misura notevole, con le tasse versate, agli interventi di tutela dell’ambiente”.
Il progetto di legge autorizza inoltre per le peppole un prelievo massimo pari a 123mila e 895 esemplari e per i fringuelli pari a 711.009 capi, effettuabile esclusivamente da parte dei cacciatori autorizzati e in possesso della scheda di monitoraggio. Ciascun cacciatore potrà prelevare un numero massimo di 20 capi al giorno e 100 nell’arco dell’intera stagione per la specie fringuello, 5 capi al giorno e massimo 25 stagionali per la specie peppola. Per gli esemplari appartenenti alla specie storno, si autorizza un prelievo massimo di 249mila e 639 esemplari; di questa specie, sarà possibile cacciare 20 capi al giorno e in ogni caso non più di 100 nell’intero arco stagionale.
La caccia allo storno e al fringuello sarà consentita dalla terza decade di settembre al 31 dicembre, la caccia alla peppola, al frosone e alla pispola dal 1 ottobre al 31 dicembre, mentre al prispolone dal 2 settembre al 15 ottobre solo da appostamento fisso.
Forti critiche sono state espresse da Marcello Saponaro (Verdi)
, che ha lamentato come “ogni anno in questo periodo la Regione Lombardia approva provvedimenti per consentire di cacciare alcune specie di volatili in deroga alle normative europee. Tutto ciò viene fatto contro le Sentenze di TAR, Consiglio di Stato, Corte Costituzionale e sotto la minaccia di una formidabile multa della Corte di Giustizia dell’Unione Europea. Ma il fatto nuovo è una delibera del 22 dicembre 2008 dove il presidente Formigoni dice chiaramente che sulla caccia in deroga “è necessario evitare qualunque iniziativa legislativa di Regione Lombardia”. Malgrado tutto ciò oggi l’intera maggioranza ha approvato un progetto di legge sulla caccia in deroga contravvenendo bellamente all’ordine di Formigoni”.
La Commissione ha inoltre licenziato il provvedimento (relatore Giosuè Frosio, Lega Nord) che consente l’utilizzo di richiami vivi della stessa specie, purchè provenienti da allevamenti in cattività o precedentemente catturati e inanellati dalle Province, e dalle stesse distribuite ai cacciatori. Complessivamente potranno essere utilizzabili a tale scopo 1.750 esemplari di allodola, 12.550 di cesena, 4.050 di merlo, 24.250 di bottaccio e 11.800 di sassello, per un numero complessivo di richiami pari in Lombardia a 54.400. La parte del leone spetta alla provincia di Brescia con 24mila e 900 esemplari complessivi, seguita da Bergamo con 21.250 capi, Lecco-Sondrio con 4.950, Como con 1.500 e Mantova con 950.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pullu

    Marilena , anche io Ti ringrazio perchè in fondo anche tu mi sei simpatica , franca e onesta .
    Sappi che un mezzo guardiacaccia lo sono già …
    Anche io ho un mio sogno
    Portarti un giorno a fare un giro a caccia con me …
    Vedresti che i cacciatori non sono quelle bestie assatanate che vengono dipinte a mezzo certa stampa.
    Un carissimo saluto

  2. Scritto da Pullu

    Mi spiace per te Marilena ma nel cacciare non c’è alcun aspetto macabro ed inutile. E’ una normale attività che possono fare gli uomini ( e anche le donne) equparabile alla raccolta dei funghi , al coltivare gli ortaggi , all’allevare bestiame, al raccogliere il frutto da un albero.. Nel momento che caccio e mi mangio un camoscio risparmio la vita ad un agnello …
    In tutta europa la caccia è considerata una normale attività agreste e tutti la praticano secondo le tradizioni venatorie locali.

  3. Scritto da Pullu

    Solo in Italia danno addosso alla caccia ..
    Motivo ?
    Rende un sacco di tessere alle Associazioni para Animaliste e para Ambientaliste.
    marilena , togli i paraocchi …

  4. Scritto da marilena

    per pullu: ti rispondo per l’ultima volta perchè mi sei simpatico. Guarda che io non sono iscritta a nessuna associazione animalista e ti garantisco che queste associazioni non sono ricche. Comunque sarei contenta di riuscire a convincerti che non c’è niente di piacevole nel togliere la vita anche solo di un uccellino che vola felice. Io, solo a pensarci, sto male. Vorrei che aNCHE TU, UN GIORNO, TI PENTISSI E FACESSI SOLO IL GUARDIACACCIA! CIAO

  5. Scritto da Pullu

    Marilena , le specie per cui la Regione Lombardia ha ammesso la caccia in deroga godono tutte di ottima salute e non sono assolutamente sull’orlo dell’estinzione come affermi Tu.
    Posso capire la Tua avversione per la caccia , non tollero però (e non capisco..) la diffusione di notizie false e tendenziose sull’argomento.
    La caccia in deroga è ammessa dalla normativa europea a rispetto delle tradizioni e della cultura di determinate aree del nostro continenete.

  6. Scritto da marilena

    per pullu. il rispetto delle tradizioni e della cultura in moltissimi casi permette di continuare a compiere azioni che non hanno più ragione di esistere: una volta l’uomo cacciava per necessità, ora lo fa per un divertimento macabro e inutile. Aggiungi invece l’interesse del mercato che non vuole rinunciare al profitto anche se crudele.

  7. Scritto da picchio

    per Marilena.il mio lavoro è la guardia giurata e tutti i giorni sono a contatto con estracomunitari e qualche volta con gente poco affidabile. I miei sogni da più di 30 anni sono quelle 20 giornate di caccia nella natura con i miei cani. Alla politica non sono interessato però quando vengono ritrovati bambini appena partoriti nei cassonetti della spazzatura la televisione il giorno dopo non ne parla più mentre per i poveri uccellini si fanno ore di programmi su tutti i canali. (1 parte)

  8. Scritto da marilena

    per picchio. non capisco cosa c’entrano gli immigrati con le 20 giornate di ferie calme e i cassonetti. La natura si ama rispettandola non eliminando quel poco di fauna che ci rimane. Comunque sei libero di pensarla come vuoi ma non riuscirai mai a convincermi, ci mancava anche la pubblicità con il bambino col fucile in mano! Una trovata così è indifendibile!

  9. Scritto da marilena

    per picchio. non so se scherzi o se prendi in giro. tu paghi 500 euro e ti senti in diritto di criticare gli ambientalisti e di sparare a dei poveri uccellini che si stanno ormai estinguendo. Sai che gusto uccidere degli esseri viventi per il solo gusto di sentirsi più forti! Purtroppo la regione lombardia ha sempre favorito la caccia per interesse politico, i voti si prendono anche così favorendo una inutile crudeltà!

  10. Scritto da L'uomo

    Chiedete un po al Sig Formigoni quanto costa alla regione Lombardia al giorno, la “caccia in deroga”!

  11. Scritto da pm

    Io non ce l’ho con i cacciatori in genere – ma perchè la Lombardia si deve sempre distinguere per le “deroghe” in materia, ovvero per autorizzare la caccia a specie vietate? Evidentemente qualcuno preme per questo (e trova sempre qualche politico che si svende per due voti). Penso che i cacciatori, come fanno buona figura combattendo il fenomeno del bracconaggio, farebbero buona figura evitando anche di richiedere queste inutili deroghe.

  12. Scritto da ogni giorno, una nuova!

    vergognoso è dire poco…peccato…di qualcuno dei proponenti avevo stima…ora non più

  13. Scritto da A.C.

    ….sempre a sparare a zero sui cacciatori!!!
    non fate sempre di tutta l’erba un fascio – ci sono cacciatori che rispettano le regole e ci sono i bracconieri …….e che gettano fango sulla categoria. sono stanca di tutti i “cosidetti verdi” che quando c’è da mangiare polenta e uccelli sono i primi ad autoinvitarsi, loro non devono mancare e sono loro a chiedere il bis!!!!!! (esperienza personale) ma quando avete paura dei cinghiali chi chiamate ??????? A.C.

  14. Scritto da pm

    Fra un po’ chiederanno la deroga per sparare anche ai canarini in gabbia…

  15. Scritto da fringuello

    semplicemente vergognoso