BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una storia lunga dieci anni

Il progetto Brebemi nasce verso la fine degli anni ’90 come risposta a un bisogno locale di mobilità lungo la direttrice che collega il sistema metropolitano di Milano a una delle principali zone produttive italiane, localizzata nell’area di Bergamo e Brescia

Più informazioni su

Il progetto Brebemi nasce verso la fine degli anni ’90 come risposta a un bisogno locale di mobilità lungo la direttrice che collega il sistema metropolitano di Milano a una delle principali zone produttive italiane, localizzata nell’area di Bergamo e Brescia. Dopo anni di studi, in cui sono state individuate e poste a confronto diverse alternative di percorso, svolte analisi dei flussi di traffico, valutazioni di carattere ambientale, valutazioni economiche e analisi sui costi-benefici delle soluzioni possibili, l’attuale tracciato è risultato la soluzione che meglio rispondeva alle indicazioni delle istituzioni locali ed alle necessità trasportistiche dell’area e dei suoi abitanti.
Nel 1999 le Camere di Commercio, le Province e le associazioni industriali di Brescia, Bergamo, Cremona e Milano, insieme a Banca Intesa e ora Banca Intesa SanPaolo, costituivano Brebemi spa, cui hanno aderito i maggiori concessionari lombardi ed enti locali interessati. Da allora la nuova società ha promosso l’attuazione dell’opera redigendo e presentando all’Anas il progetto per la costruzione dell’autostrada in totale autofinanziamento, cioè senza oneri per i contribuenti e lo Stato. Tutte le risorse derivano, infatti, dal ricorso al finanziamento bancario e ai mezzi finanziari messi a disposizione dai soci. L’investimento, 1.611 milioni di euro, verrà ripagato esclusivamente attraverso i ricavi dei pedaggi.
Nel giugno 2003 Brebemi spa si è aggiudicata la gara europea per la progettazione, costruzione e gestione dell’opera, e ha potuto iniziare l’iter di approvazione del progetto preliminare.
Ai primi di luglio 2009 il via libera del Cipe ha posto i sigilli ufficiali al progetto definitivo.
Il percorso della direttissima
Le previsioni degli addetti ai lavori stimano che, a regime, Brebemi sarà percorsa da più di 52mila veicoli al giorno, toccando 43 Comuni e 5 Province – Milano, Bergamo, Brescia, Cremona e Lodi -. Tra Brescia e Treviglio il tracciato avrà due corsie per senso di marcia – con predisposizione alla terza corsia – più quella d’emergenza, mentre da Treviglio all’innesto con la futura Tem, la tangenziale est esterna di Milano, Brebemi avrà tre corsie più quella di emergenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.