BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un decalogo per proteggersi dal caldone

Supercaldo: ecco le dieci regole per come bisogna vestirsi, come alimentarsi e le ore in cui ?? meglio uscire nei consigli del ministero della Salute.

Più informazioni su

Supercaldo: ecco come bisogna vestirsi, come alimentarsi e le ore in cui è meglio uscire nei consigli del ministero della Salute:
1) Ripararsi la testa con un cappello leggero a falde larghe.
2) In auto usare tendine parasole.
3) Indossare indumenti chiari, non aderenti, di cotone o lino, in quanto le fibre sintetiche impediscono la traspirazione.
4) Bere almeno due litri di acqua al giorno e mangiare molta frutta fresca, che contiene fino al 90% di acqua. Gli anziani devono bere anche se non se ne sentono il bisogno, privilegiando l’acqua del rubinetto, che ha le caratteristiche chimico-fisiche ideali per reintegrare in modo adeguato gli elettroliti persi con il sudore.
5) Fare molta attenzione alla corretta conservazione degli alimenti deperibili (latticini, carni, dolci con creme, gelati, ecc.), in quanto le temperature ambientali elevate favoriscono la contaminazione degli alimenti che può determinare patologie gastroenteriche anche gravi.
6) Evitare l’esposizione all’aria aperta nelle ore più calde delle giornate in cui viene previsto un rischio elevato per le successive 24-48 ore (livelli 2 e 3 del bollettino della Protezione civile), deve essere ridotta l’esposizione all’aria aperta nella fascia oraria compresa tra le 12.00 e le 18.00. In particolare, è sconsigliato l’accesso ai parchi ed alle aree verdi ai bambini molti piccoli, agli anziani, alle persone non autosufficienti o alle persone convalescenti.
7) Chi soffre di diabete deve esporsi al sole con cautela, onde evitare ustioni serie, a causa della minore sensibilità al dolore.
8) Evitare l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi della giornata.
9) Evitare continui passaggi dagli ambienti caldi a quelli più freschi, soprattutto se si soffre di una malattia respiratoria.
10) È buona regola coprirsi ogni volta che si deve passare da un ambiente caldo a uno più freddo e ventilato.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da acido

    Oggi sono climatologicamente polemico e mi chiedo: chi stende i decaloghi per proteggersi dal caldo pensa che d’estate, se non ce lo dicono, andiamo in giro con il maglione di lana, mangiamo trippa tutti i giorni, soffriamo la sete, facciamo jogging dalle 14,00 alle 16,00 e lasciamo le bistecche fuori dal frigorifero?

  2. Scritto da a.r.

    X acido: probabilmente credono che siamo davvero tutti ignoranti…