BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Scanner negli aeroporti per intercettare i casi sospetti”

Proposta dell'assessore alla sanità Bresciani per individuare eventuali viaggiatori contagiati: "Voglio installare questo apparecchio a Orio, Linate e Malpensa: in 15 secondi rileva se un passeggero ha la febbre". Il sistema potrebbe funzionare da metà settembre.

Più informazioni su

Uno scanner termometrico, capace di rilevare la temperatura corporea, da installare negli aeroporti lombardi. E’ la proposta della regione Lombardia per individuare i casi sospetti di influenza A in arrivo da aree considerate a rischio. Ne ha parlato oggi l’assessore regionale alla sanità Luciano Bresciani. «Ho intenzione di adottare questo sistema – dice Bresciani – dove un apparecchio termometrico rileva in tempo reale, grazie a un laser, la temperatura con gradazioni di colore: vede cioè se gli organi sono più caldi. Se ad esempio un passeggero ha 38 gradi di febbre e un focus di calore nei polmoni, c’è il sospetto che sia un caso da verificare». L’apparecchio verrebbe installato a Linate, Malpensa e Orio.
Fino a oggi, chi arriva da una area a rischio si limita a compilare un questionario, da cui gli esperti individuano i casi sospetti. La persona potenzialmente influenzata viene allora invitata a fare i controlli, ma se rifiuta di sottoporvisi viene segnalata alla Asl competente, che poi contatterà a sua volta la persona per i controlli. «Bastano 15 secondi per le analisi, quindi non si creano file – aggiunge Bresciani – e la cosa potrebbe essere proposta anche alle altre Regioni. L’elemento preparatorio di questa proposta c’è già, e la sottoporremo al Ministero nei prossimi giorni. Se gli apparecchi saranno già attivi per quando è atteso il prossimo picco di influenza, cioè da metà settembre, dipende proprio dal Ministero. In ogni caso – conclude – si tratta di un ulteriore scudo con cui innalziamo sempre di più la nostra sicurezza e il monitoraggio dell’influenza».
Bresciani ha comunque precisato che "la situazione è sotto controllo" e che non ci sono motivi di allarme.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.