BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Albinoleffe, Mindo Madonna sfoglia la margherita

Un calciomercato spasmodico e ancora foriero di possibili sorprese – l’Ata Quark Hotel di Milano chiuderà i battenti il 31 agosto – ha consegnato ai fan dell’AlbinoLeffe una squadra rivoltata come un calzino.

Più informazioni su

Un calciomercato spasmodico e ancora foriero di possibili sorprese – l’Ata Quark Hotel di Milano chiuderà i battenti il 31 agosto – ha consegnato ai fan dell’AlbinoLeffe una squadra rivoltata come un calzino. Una decina di nuovi arrivi, altrettanti che lasciano, tre fuori rosa: tra titolari e riserve a disposizione, azzeccare la formazione tipo che disputerà la settima stagione consecutiva in B pare un rebus per patiti di enigmistica.
Scandagliando la rosa reparto per reparto, l’andirivieni ha il sapore di una vera e propria rivoluzione. In porta il ventunenne Daniel Offredi sostituisce Narciso, tornato a Modena per fine prestito. Coser è free agent a costo zero, essendo terminato il suo rapporto con la società. Rescisso il contratto con il brasiliano Saulo, i rincalzi saranno il lungo Layeni e l’imberbe Branduani (l’anno scorso in D alla Colognese). In terza linea, con Gervasoni e Serafini confinati in tribuna perché in vendita, i baby Bergamelli e Piccinni contendono al veterano Gigi Sala (tutti e tre nuovi di pacca) un posto nel cuore dell’area, mentre sulle fasce giocheranno il confermato Perico e il neo acquisto Valerio Foglio (in comproprietà dal Vicenza), destinato a coprire il buco lasciato dal big Renzetti. Politica societaria all’insegna dello svecchiamento, quindi, ove si tenga conto anche del mancato rinnovo di un Conteh che va per i trentadue.
Meno variazioni, ma certamente cruciali, a centrocampo, dove la defezione di Pippo Carobbio (all’ultima chance in A con il Bari) lascia l’undici seriano senza regista. Il finnico Hetemaj – accreditato di buone capacità in contenimento – è tutto da scoprire, il tuttofare Laner (esterno destro quasi sicuro dopo la partenza di Nick Madonna) rischia di approdare ai piani alti. E senza la grinta di Caremi (destinazione Frosinone) serve un altro molosso da piazzare davanti alla difesa secondo le abitudini di mister Armando Madonna. In mezzo solo Previtali è teoricamente in grado di coprire come di costruire, avendo buon piede, ma non ha il senso del ritmo e l’acume tattico di un meneur de jeu. Così pure Geroni, interno dalle attitudini offensive. Mindo opterà verosimilmente per Laner e il promettente Michael Cia (altro regalo dell’Atalanta, assieme a Bergamelli, in cambio del figlio dell’allenatore celeste) sulle ali, con la coppia di centrali Hetemaj-Previtali e Geroni a scalpitare in panca. Non è escluso il ritorno sul mercato per assicurarsi un manovratore: giorni fa era spuntato il nome del bresciano Baronio. Disabato e Girasole (in compartecipazione dall’Atalanta) difficilmente riusciranno a imporre in campo l’inesperienza dei propri vent’anni.
E l’attacco? Ferrari è stato messo fuori causa. Rimangono Cisse (una seconda punta), l’ambito Ruopolo, il discusso Cellini e il cavallo di ritorno Omar Torri (dal Monza). Sau è tornato a Cagliari, e il solo primavera Christian Esposito rafforza la pattuglia di sfondatori. Situazione fluida, visto che lo stesso ariete di Aversa potrebbe essere usato come moneta di scambio per ottenere, magari, il sospirato regista e un attaccante valido su cui puntare in prospettiva futura.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.