BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sono malato e nessuno mi dà un lavoro”

Un lettore, malato di distrofia muscolare, chiede che qualcuno gli dia un'opportunità. "In Italia aiutiamo tutti, tranne chi ha veramente bisogno".

Più informazioni su

Carissimo direttore,
                              le scrivo queste due righe per sfogarmi ho 47 anni soffro di distrofia muscolare e dal 2007 mi hanno operato al cuore sostituendomi le valvole aorta e mitrale con 2 due valvole meccaniche. Con tutti i disagi che ho percepisco un’indennità di 256 euro mensili e devo pagare un farmaco per il colesterolo 64 euro: mi devo presentare all’ospedale per una visita dove appunto certificano che ho bisogno di questa terapia per il cuore, ma non è che le valvole da meccaniche tornino biologiche, no?
Ma possibile che nessuno riesca a trovarmi un posticino di lavoro almeno 4 ore giornaliere dove possa prendermi 2 soldini che, se voglio mangiare una pizza posso esagerare e prendemela? Premetto che ho lavorato e versato contributi per parecchi anni circa una ventina o più ma ora non lavoro e nonostante i contributi  ora che da qualche anno sono diversamente abile (che parolone, come fossi un appestato) sono a casa come un parassita. 
Grazie italia e tutte le istituzioni che aiutano tutti i raccomandati ma non i malati, aiutiamo quelli che arrivano da lontano poverini, i terremotati poverini, i neri, rossi, gialli, tutti anche i falsi invalidi, insomma tutti tranne chi ha veramente bisogno. Che schifo.
Scusi il mio sfogo. Tanto non cambia nulla
Grazie e ancora grazie
Lettera firmata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da X Autore lettera

    Ciao,io faccio parte di un’associazione.Non possiamo garantire nulla,ma vorremmo provare a darti una mano a trovare un lavoro.
    Se leggi questo commento scrivi pure alla seguente mail:
    antoniog70@hotmail.it
    A presto
    Antonio

  2. Scritto da X Redazione:Antonio

    Come si fa a contattare questo signore?Grazie

  3. Scritto da marilena

    sono ancora io, mi dispiace che per il momento nessun responsabile dell’ufficio collocamento mirato si sia fatto sentire. Forse bergamo news dovrebbe promuovere un vero dibattito sulla condizione lavorativa delle persone svantaggiate: propongo di dare visibilità alle aziende che già hanno rispettato la legge assumendo dei disabili, è un modo per dare l’esempio e per fare loro una meritata pubblicità. All’estero le aziende con disabili aumentano i clienti che apprezzano la sensibilità .

  4. Scritto da Berghem

    Mi associo nel farti gli auguri perchè tu possa trovare una soluzione…e che qualcuno legga il tuo sfogo e possa aiutarti!
    Però marilena…tu non sei quella che difende sempre a spada tratta i clandestini e attacca la lega perchè discrimina gli extracomunitari??ecco…il caso di questo signore è anche colpa di gente come te…rifletti!E ti assicuro che sono tanti gli italiani bisognosi che si vedono privare gli aiuti perchè destinati all’aiuto degli extracomunitari,rom ecc…

  5. Scritto da gnoccaio

    Questo è il livello lombardo tanto decantato da chi lo amministra da anni

  6. Scritto da gigi

    stò con Bergham.. e il caso citato del marocchino che denuncia la società dei trasporti è un chiaro segno di quanto in Italia si aiuti non chi ne ha bisogno ma chi fa notizia!!

  7. Scritto da gnoccaio

    gigi parla di Italia quando fa comodo e di padania quando conviene?
    Salvini non si è dimesso per caso ma per secessionismo ideologico.

  8. Scritto da Berghem

    gnoccaio…guarda che la catena ideologica la puoi anche spezzare!!!!

  9. Scritto da gigi

    gnoccaio..io e padania siamo su due livelli differenti.. (ma come spesso accade credi/ete di saper tutto).. cerco sol odi ragionar con la mia testa e siccome esco, vivo, respiro la mia città capisco anche i disagi di chi la vive da anni e come questo signore ha pagato anni di contributi ora usati da altri, sicuramente fisicamente integri ma meno meritevoli solo perchè qualcuno ideologicamente vuole dargli peso.. io sono per l’integrazione ma non a costo di ghettizzare l’italiano!!

  10. Scritto da gnoccaio

    gigi, nel caso volessi farci un pensierino: non pensi che l’unico discrimine sia tra indigenza e opulenza?
    Se ti limiti ai confini geografici è peggio che credere alla meritocrazia nella padania

  11. Scritto da marilena

    per berghem e altri. io difendo sempre gli ultimi, il mio intervento non è contro gli aiuti agli extracomunitari, è contro le istituzioni italiane che fanno pochissimo per i disabili e gli svantaggiati in cerca di occupazione. Ho parlato chiaramente di datori di lavoro che non rispettano l’obbligo di assumere nonostante gli sgravi fiscali di cui possono usufruire. Quindi non girate la frittata, gli extracomunitari non hanno nessuna colpa anzi se potessero offrirebbero un lavoro ai deboli.

  12. Scritto da gigi

    non mi limito a confini geografici.. mentre tu li rivendichi per aver ragion su tutto, con tanta ipocrisia.. e poco contatto con la realtà..
    sicuro che dietro stò nick non si nasconda iva, lei “ragionava” esattamente così..

  13. Scritto da e 1964

    ciao a tutti come al solito non si esce dallo schifo creato dalla falsità di altri invalidi comunque io penso che persone come il signore potrebbero essere impegnate in questura o in uffici amministrativi a sbrigare pratiche burocratiche e gli agenti sulle strade a svolgere il lavoro per cui retribuiti non mi vengano a dire che sono in ufficio per anzianità perchè sennò un muratore di 55 anni dovrebbe essere in ufficio da 15 come lavoro usurante.Ma che non si possa aiutare queste persone aiutoo

  14. Scritto da gnoccaio

    gigi, che fai ora mi attribuisci meriti che non ho.
    Fossi iva sarebbero ‘zzi tuoi.

  15. Scritto da marilena

    proprio in questi giorni la regione lombardia, tramite Raimondi, ha stanziato dei finanziamenti per le associazioni degli invalidi civili e dei famigliari di caduti in guerra(!). Ho scritto due righe alla redazione ieri e approfitto di questo spazio per alcune riflessioni. Allora, questi soldi servono solo per nascondere il vero problema: le persone svantaggiate(disabili,invalidi ecc.) non vengono occupate per niente, le aziende non assumono, preferiscono pagare le penali e nessuno degli ,,,

  16. Scritto da EGB

    Caro amico, pur non potendo fare molto per aiutarti (anche io in questo periodo sono un “non occupato”), spero con tutto il cuore che la tua situazione possa trovare presto una soluzione positiva anche se temo, conoscendo molto bene questo paese di m….a, che la tua ultima frase rappresenta la triste realtà. Tanto non cambia nulla!
    Ti sono vicino e ti faccio tanti, tanti auguri.
    Ciao

  17. Scritto da marilena

    organi di controllo interviene. Così vanno le cose e lo dico perchè indirettamente coinvolta nel problema. La provincia di bergamo e la regione stanno a guardare. Gli occupati delle categorie protette sono pochissimi; in questo momento c’è la crisi ma è sempre stato così anche nel passato.Si costruiscono strutture protette come se la soluzione fosse solo lì: chi ha una disabilità mediograve ha il diritto di lavorare proprio per un’integrazione vera e gratificante. Grazie