BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rifiuti: richiesta di rinvio a giudizio per due bergamaschi

Il loverese Michele Carta Mantiglia sotto inchiesta perché non iscritto all'Albo dei ragionieri: "Credo di non aver commesso alcun reato". La consulenza gli è stata affidata da Giulio Facchi, anche lui indagato, originario di Castro, da decenni residente nel Milanese.

Più informazioni su

Nell’ambito dell’inchiesta che vede il governatore della Campania Antonio Bassolino al centro di indagini per presunte consulenze d’oro legate al periodo in cui era commissario straordinario sui rifiuti (2000-2004) è stato chiesto il rinvio a giudizio, oltre che per il presidente regionale, anche per due bergamaschi, uno Giulio Facchi, originario di Castro ma da decenni ormai residente a San Giuliano Milanese, l’altro tuttora abitante a Lovere Michele Carta Mantiglia. La richiesa di rinvio a giudizio, avanzata dal pubblico ministero Giancarlo Novelli e dal procuratore aggiunto Francesco Greco, mette in relazione i due bergamaschi in quanto Facchi, che è stato subcommissario sui rifiuti, deve rispondere della consulenza affidata a Carta Mantiglia.
Ma l’attenzione degli inquirenti non è legata al costo delle consulenze del loverese, non certo d’oro visto che sono state pagate 413 euro al giorno per un totale di 72.914 euro, quanto al fatto che Carta Mantiglia, secondo l’accusa, non essendo iscritto all’Albo dei ragionieri, non aveva le competenze per ricoprire l’incarico di consulente. Venuto a  conoscenza della richiesta di rinvio a giudizio, Michele Carta Mantiglia si dice tranquillo: "Aspetto serenamente il giudizio perché credo di non aver commesso alcun reato". 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.