BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Albinoleffe, parla il reietto Ferrari: “Un fulmine a ciel sereno”

La societ?? mette fuori rosa per scelta tecnica Carlo Gervasoni, Mattia Serafini e Nicola Ferrari, e rimane in attesa di offerte. Nel frattempo i tre sono partiti per il ritiro di Bormio con la squadra, ma si allenano a parte, come separati in casa.

Più informazioni su

Più che un acquazzone estivo, sembra essere una vera e propria bufera quella che si è abbattuta in casa Albinoleffe. Da una parte tre grossi “nuvoloni” chiamati Carlo Gervasoni, Mattia Serafini e Nicola Ferrari (nella foto, ndr), e dall’altra la dirigenza seriana,  che ha scatenato l’improvvisa tempesta mettendo fuori rosa i tre.
La motivazione di questa radicale scelta, sarebbe dovuta al fatto che i due difensori e l’attaccante, non rientrano più nei piani della società, come affermato dal direttore generale Nicola Bignotti: “Si tratta esclusivamente di una scelta tecnica. Stiamo lavorando per cercare una sistemazione ai tre”. I giocatori intanto, su loro espressa richiesta, partiranno comunque per il ritiro con il resto della squadra. Il loro obbiettivo è quello di prepararsi nel modo migliore alla nuova stagione, in attesa che si sblocchi qualcosa con la chiamata di qualche società. L’unico che sembra avere offerte interessanti è Ferrari. Su di lui ci sarebbero diverse squadre di B, oltre a Portogruaro Summaga e Cremonese, ma l’ingente richiesta della società di mister Andreoletti (si parla di 600 mila euro per il cartellino del giocatore), ostacola tutte le trattative, visto che non ci sono formazioni disposte a investire tale somma. “Ci sono rimasto molto male per questa decisione – ha dichiarato Ferrari poco prima della partenza per il ritiro di Bormio, dopo l’ultima sgambata di questa mattina a Zanica – anche perché è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Dopo il primo allenamento di mercoledì, tutto sembrava tranquillo, ma la società mi ha chiamato in sede per comunicarmi la sua scelta. In questi giorni sto continuando la preparazione con la squadra, anche se io Gervasoni e Serafini, ci alleniamo a parte rispetto al gruppo. Ed è una situazione molto difficile per noi”.
L’Albinoleffe non è nuovo a decisioni di questo tipo: la scorsa stagione è durato mesi il tira e molla tra la società e Federico Peluso, poi approdato all’Atalanta. Il difensore era stato messo fuori rosa perché non disposto a rinnovare il contratto alle cifre proposte dall’Albinoleffe. Nel frattempo, altre due pesanti “nuvole” sembrano profilarsi all’orizzonte in Val Seriana. Portano il nome di  Francesco Ruopolo e Marco Cellini, due colonne del reparto offensivo bluceleste, in scadenza di contratto il prossimo anno, e ancora lontani da un eventuale rinnovo.  Ruopolo potrebbe essere sacrificato, visto che piace a diverse squadre: Bari, Torino e Padova su tutte. Sembra invece improbabile un suo approdo all’Atalanta, come si era vociferato nelle settimane scorse, sia perché il giocatore preferirebbe avere maggior spazio rispetto a quanto ne avrebbe a Bergamo con Acquafresca e Tiribocchi davanti, ma soprattutto perché il giocatore non sarebbe esattamente un pupillo di Carlo Osti.
Il temporale in Val Seriana è appena iniziato e, almeno per ora, non sembrano esserci raggi di sole in arrivo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.