BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Via la patente per droga, ma la colpa è dell’ospedale

Vittima di un incidente stradale, un commerciante era stato curato con farmaci a base di morfina. Dopo le indagini, il giudice lo condannò al ritiro della patente e a quasi 2.000 euro di multa. I medici però non avevano riportato le cure a cui era stato sottoposto.

Più informazioni su

A causa di una dimenticanza dei medici, ha rischiato di perdere la patente e di passare per un drogato. Dopo un incidente gli era stata somministrata della morfina, che gli agenti rilevarono nelle sua analisi. Automatica la sentenza del tribunale, ritirata dopo il ricorso dell’uomo.
Il 6 agosto 2008, un uomo di 50 anni residente in Bergamasca, rimase vittima di incidente stradale a Serina: lo scontro con un’auto mentre era alla guida del suo furgone, gli causò la frattura del bacino e un trauma addominale. Trasportato agli Ospedali Riuniti di Bergamo, i medici per sedare il dolore dei traumi subiti, gli somministrarono diverse dosi di antidolorifici a base di morfina. Gli agenti della stradale, nel corso delle indagini sul sinistro, richiesero all’ospedale le analisi del sangue del commerciante, dalle quali risultò una massiccia presenza di sostanze stupefacenti. Nessuno dei medici però, si ricordò di segnalare nel referto le cure a cui era stato sottoposto il ferito. Quindi nemmeno di precisare il motivo dell’ingente presenza di morfina nel sangue dell’uomo.
Esaminato il tutto, dopo otto mesi dall’incidente, il giudice ha fatto recapitare al presunto “drogato” un decreto penale per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, con la sospensione della patente e una multa di 1.820 euro. Colto di sorpresa il commerciante, dopo aver capito che si trattava di una dimenticanza dei medici, ha presentato ricorso e alla fine è stato assolto. 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.