BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Uno sportello per i rifugiati: siglato il protocollo

E' stato siglato il protocollo fra i sindacati bergamaschi, il Consiglio italiano per i rifugiati e la Comunit?? Ruah: al via collaborazione e sportello a Bergamo. Alla firma presente anche Savino Pezzotta

Più informazioni su

La proposta di collaborazione era stata avanzata direttamente dal Cir, il Consiglio italiano per i rifugiati. I sindacati bergamaschi l’hanno accolta subito, tanto che lunedì 20 luglio Luigi Bresciani, segretario generale provinciale della Cgil, Mimma Pelleriti, segretaria della Cisl, e Marco Tullio Cicerone, segretario generale Uil di Bergamo, insieme a Bruno Goisis della Comunità Ruah, hanno siglato col Cir un Protocollo che prelude alla creazione di uno sportello informativo permanente denominato “Servizio rifugiati Cir Bergamo”. Il servizio sarà attivato nei locali della Comunità Ruah, in via Gavazzeni 3.
Presente all’incontro c’era anche Savino Pezzotta, presidente del Cir.
Lo scopo sarà quello di fornire agli utenti presenti sul territorio bergamasco l’assistenza e l’orientamento socio-giuridico sulle questioni che riguardano la richiesta di asilo politico.
Dopo un accordo firmato con la Camera del Lavoro metropolitana di Milano, il Cir ha cercato partner fra i soggetti associativi attivi anche nel territorio della provincia di Bergamo sui temi del diritto d’asilo e dei diritti dei rifugiati.
Ecco il PROTOCOLLO D’INTESA
Tra il Consiglio Italiano per i Rifugiati-Onlus Ente morale sito in Roma via del Velabro 5 A (di cui CGIL CISL e UIL sono fra i soci fondatori) rappresentato da: Christopher Hein e Savino Pezzotta
e
CGIL CISL UIL e Comunità Ruah di Bergamo rappresentati rispettivamente da: Bresciani Luigi, Pelleriti Mimma, Marco Tullio Cicerone, Goisis Bruno
premesso che
1) le problematiche relative ai richiedenti asilo, ai rifugiati e alla protezione umanitaria stanno assumendo in tutto il territorio nazionale un’importanza significativa; l’Italia è diventata il principale punto di arrivo dei flussi migratori nell’ambito dell’Unione europea e fra tali flussi figura un crescente numero dipesone provenienti da situazioni che prevedono l’applicazione della Convenzione di Ginevra per la protezione umanitaria ed il diritto d’asilo;
2) con l’implementazione del sistema aeroportuale lombardo e in particolare lo scalo aeroportuale di Orio al Serio, si è creato un flusso regolare di richiedenti asilo che si riversano sul territorio circostante gli scali aeroportuali;
3) CGIL CISL UIL e comunità Ruah di Bergamo ritengono opportuno individuare le migliori forme di collaborazione per fornire sul territorio di competenza le risposte più idonee alla esigenza di tutela e protezione in presenza di una situazione di vera e propria emergenza migratoria;
4) Il Cir Onlus ha interesse a ricercare collaborazioni con soggetti associativi attivi nel territorio della provincia di Bergamo, allo scopo di integrare la propria attività nazionale e migliorarne il radicamento territoriale;
5) CGIL CISL UIL e comunità Ruah di Bergamo attive nel territorio provinciale nell’ambito delle attività di assistenza sociale e sindacale verso stranieri immigrati, ha interesse a migliorare le proprie competenze e capacità nel settore specifico dell’informazione e dell’assistenza ai richiedenti asilo, ai rifugiati e stranieri in protezione umanitaria;
6) esiste il comune interesse delle parti ad attivare scambi di informazioni e buone pratiche alfine di realizzare più validamente i propri rispettivi fini statutari
concordano quanto segue
– il CIR Onlus e CGIL CISL UIL e Comunità Ruah di Bergamo, fatta salva la rispettiva autonomia e le prerogative dei rispettivi organi dirigenti, si consulteranno al fine di migliorare le comuni conoscenze della realtà provinciale e la piena cittadinanza dal punto di vista dei problemi dell’immigrazione in generale e dei rifugiati in particolare; lavoreranno altresì per raggiungere obiettivi comuni per la loro integrazione e piena cittadinanza e per la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla tematica della protezione internazionale;
– il CIR Onlus e CGIL CISL e UIL di Bergamo e la Comunità Ruah collaboreranno alla ricerca di attività progettuali sul tema oggetto di questo protocollo e, nello specifico, alla realizzazione di uno sportello informativo permanente denominato Servizio rifugiati CIR Bergamo presso i locali della Comunità Ruah e con lo scopo di fornire agli utenti presenti sul territorio bergamasco l’assistenza e l’orientamento socio giuridico sulle problematiche attinenti l’asilo;
– CGIL CISL e UIL e la comunità Ruah di Bergamo forniranno i locali ed il personale da destinare al servizio informativo di cui sopra e il CIR Onlus dall’altra presterà, a titolo gratuito, costante assistenza agli operatori e provvederà a formare il personale addetto al servizio tramite corsi specifici di formazione e aggiornamento.
– Le parti si impegnano sin d’ora a sottoscrivere protocolli operativi per la realizzazione delle necessarie sinergie di rete al fine di realizzare le finalità del presente protocollo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alano Sorrenti da Arcene

    Esatto karajan, lauro se voleva firmare bastava che si presentasse all’incontro.

  2. Scritto da lauro

    Ma sempre all’insegna della lottizzazione della triplice

  3. Scritto da karajan

    un plauso a questi sindaci e a Savino. Un’ottima iniziativa per far vedere che le persone tolleranti, aperte al dialogo e alla solidarietà sono molte di più di quello che pensano i leghisti, vergogna bergamasca ,della società civile e democratica.